Post

Visualizzazione dei post da 2012

Interrogativi sulla vita

Immagine
mmmmmhhhhhh.... Perchè un secolo fa a 37 anni si era così vecchi?

Cosa succederà fra un mese?

Immagine
Sono almeno 3 anni che ci imbambolano con questa storia della fine del mondo. Bene oggi manca un mese. Ultimo nostro mese di vita? Se avessi la certezza di morire tra un mese... bhe mi licenzierei e mi sputtanerei tutto quello che ho in un viaggio intorno al mondo, per tutto quello che mi è permesso vedere in un unico mese. Ma non ho la certezza che questo sia il mio ultimo mese di vita e per quanto ne so mi accorgerò troppo tardi di esalare il mio ultimo respiro... Per quanto nera sia la congiuntura riesco sempre a vedere un futuro e mi sa che fra un mese rideremo alla faccia dei Maya e soprattutto ne rideranno tutti coloro che da questa storia ne hanno tratto profitto! Ecco come lo vedo il mio prossimo futuro, un ponte traballante e pericolante da attraversare, ma vedete? Se ne scorge la fine e posso immaginare che al di là di questo ponte ci sia un posto bellissimo. il che mi porta a oltrepassare con cautela il ponte, un po' per curiosità, un po' perchè so che mi aspetta q…

La regola della M

Un giorno Vittoria mi ha detto che aveva per compito da studiare la regola della M. Nel tragitto trascuola e casa mi sono spaccata il cervello per ricordare la regola della M. Ma nulla, non mi ricordavo... Arrivata a casa apro il quaderno e la trovo: "davanti a P e B ci vuol sempre la M". In un tempo lontano, forse, l'avevo imparata anch'io, ma sono certa di averla rimossa perche' credevo si scrivesse CaNpana, caNbio e via discorrendo ;) E' maginifco pensare come molte volte il cervello occulti la regola e convalidi la prassi!

Le trenta parole...

Il venerdi' la maestra ha il vizio di dare a Vittoria per compito trenta parole da scrivere con relativo disegno a fianco. E le parole devono tutte essere composte da consonante piu' vocale. Questa settimana avevamo T D N... Pensate il nostro sforzo a cercare parole con NU.... Passi nuvola... E poi? Nu... Nu... Nu.... Nutella! E poi Ni? Ni e' stata difficile.... Cosi' ho scoperto i siti per parole crociate e quando siamo in difficolta' via con quelli. Se i compiti continueranno ad essere parole da scrivere, giuro, chiamo il signor zanichelli e mi faccio spedire un bel vocabolario! Illustrato ovviamente! Non e' mai troppo presto per imparare a usare il dizionario!

Preoccupazioni

Devo ammetterlo. In questo primo mese di scuola di Vittoria ero un tantinello preoccupata. Vedevo un solo quaderno di Vittoria e i voti non erano quelli che speravo. Bene, brava... Nulla di piu'... E giuro, mi mordevo le mani perche' l'avevo mandata un anno avanti penalizzandola... Ieri ha portato a casa tutti i quaderni. Aprire quello di matematica e'stata una gioia immensa. I voti sono di altro tenore, ovviamente per me piu' gratificanti... Un tripudio di brava e bravissima.... Amore mio non hai preso nulla da me... L'italiano, la storia e la geografia ti annoiano.... Mentre la matematica, la scienza e la tecnologia ti entusiasmano e ti portano a fare meglio! E io che ti ceredevo simile a me... Invece ti scopro matematica!

I Primi compiti

Ecco sono arrivati. I compiti.
Tutte le mamme aspettavano questo momento da tre lunghissime settimane. E oggi finalmente compare la scritta sul diario!
Evviva abbiamo i compiti!
Ma ora un altro dilemma, quando farli?
Domani mattina lavoro. Poi visto che papà ha recuperato l'uso delle gambe forse si pranza dalla nonna. Il pomeriggio shopping per me, of course.
Domenica Mattina c'è la messa.
E poi il compleanno del nonno.
E ora quando li faccio?
-.-''
Poteva aspettare ancora un pochino la maestra?
Ahahahahah, sì lo so, non sono mai contenta!!!!

La Ginnastica

Immagine
Vittoria: "Mamma lo sai perchè Micheal è tanto magrino?"
Io: "No, amore"
V: "Perchè fa ginnastica artistica"
Io: "Ah... bene così adesso anche tu diventerai magrina?"
V: "Io faccio già ginnastica artistica e sono magrina, dovresti fare anche tu ginnastica artistica così anche tu diventi magrina.."
Io: -.-'''''''

Secondo mia figlia urge una dieta. Amore mio mamma andrebbe volentieri in palestra, ma c'è un problema... NON HA TEMPO.

Piccoli progressi

Immagine
Appena Vittoria compiva un nuovo gesto lo pubblicavamo sul giornale, quello che fa Rachele ci appare sempre normalità eppure lei a due anni precisi fa già la pipì e la popò nel gabinetto, mentre Vittoria ha imparato a due anni e mezzo (ben sei mesi dopo!) e stasera ha sfoggiato una nuova abilità: senza che nessuno glielo avesse insegnato ha contato fino a dieci.

La piccola biondina è un portento!
E io sono innamorata delle sue abbreviazioni: NOGLIO = non lo voglio, valga per tutti!

Via il pannolino! (di giorno)

Ci siamo. Il pannolino di giorno e' finalmente archiviato e Rachele mi dice sempre quando gli scappa qualcosa, sono orgogliosa perche' ha solo due anni, di solito il pannolino vi ene tolto nell'estate dei tre anni, non dei due! Ma la notte... La notte serrve ancora il pannolino. Durante il giorno beve molto e la notte fa pipi... Quindi serve ancora. Veramente capita ancora che si faccia qualcosa addosso, specialmente quando e'stanca oppure quando e' troppo impegnata a giocare. Il suo vocabolario fa spavanto... Praticamente dice qualsiasi parola, a modo suo, mentre Vittoria diceva solo 20 parole, ma bene, alla sua eta'. La frase che pronuncia piu' spesso e' "Toia ove'?" ovvero Vittoria dov'e'. La cerca sempre , in questi mesi estivi sono diventate una l'ombra dell'altra creando un rapporto bellissimo che io invidio tantissimo, e' quello che ho sempre desiderato, una sorella. E' bello che le mie figlie abbiano tutto …

Il disegno

Da piccola mi piaceva disegnare e riempivo ogni piu' piccolo pezzo di carta con un disegno. Mi ricordo che disegnavo anche nelle retrocopertine dei quaderni e la maestra si arrabbiava e mia mamma mi aveva comprato un block notes per disegnare ogni qualvolta ne avessi avuto bisogno. E per la mia eta' disegnavo anche piuttosto bene tanto che alla fine... Sono finita al liceo artistico. Poi a 17 anni ho capito che quella non erala mia strada, che nel foglio non riuscivo a mettere cio' che volevo io e infondo io volevo fare altro nella vita. Quando e' nata Vittoria ho riposto in lei tutte le mie aspettative di tipo scientifico sperando che un giorno divenga magari dottore. E invece? Invece lei disegna benissimo, molto megglio di me alla sua eta' e ha anche fantasia, sperimenta, inventa... Quasi per scherzo abbiamo iniziato un diario, un diario di disegni, un diario di quello che facciamo al giorno, di quello che ci e' successo e di quello che ricordiamo... Non semb…

Rimorsi

Immagine
Avete presente quando la vita vi travolge in mille cose da fare e non avete un attimo per telefonare ad una persona?
Avete presente quando non avete il coraggio di chiamare un'amica perché è troppo tempo che non lo fate?
Avete presente quando sale il rimorso perchè non avete avuto il coraggio di fare quella chiamata?
Avete presente quando quella persona poi non vi risponde....

Secondo me è successo qualcosa. Qualcosa di brutto. Per questo ho chiamato 4 volte e non ha risposto.

Se è successo quello che penso... no dai, sarà arrabbiata per qualcosa di stupido. Prima o poi risponderà....




Di spannolinamenti....

Lo spannolinamento di Vittoria era stato rapidissmo, una settimana circa e via tutto. Per Rachele e' stata durissima e non posso dire di aver finito con i pannolini dopo piu' di un mese. Ho iniziato il 4 luglio e non so quanta pipi' ho raccolto per terra, poi qui a Porto Venere non ne parliamo... Lei stessa affermava che la pipi si fa per terra... Poi ha avuto una gastrenterite abbastanza importante e questo ci ha bloccate per qualche giorno, ovviamente non riusciva a tenere la diarrea... E quindi ha rivoluto il pannolino. Passata questa, stavo desistendo... E invece? Sono due giorni che fa la cacca nel gabinetto e la pipi di solito pure, tranne quando gioca nella casetta in giardino con sua sorella e cercare il gabinetto gli risulta una perdita di tempo. Mi ha stupita un sacco lunediche siamo rimaste quasi tutto il giorno al fresco del centro commerciale e lei mi ha chiesto ogni volta di andare al gabinetto. Ormai penso di potercela fare, prossima tappa: il pannolino di n…

Frittata al forno

Immagine
Stasera prima di andare via dalla capanna abbiamo raccolto i fiori degli zucchini e Vittoria mi ha chiesto per cena una frittata.
Io avevo voglia di una pizza, quindi ho deciso di cimentarmi in una frittata al forno.
Mai provato a farla in vita mia.
Quindi prendo le uova. Spacco la prima, Vittoria mi chiede di  spaccare la seconda. Glielo concedo. Lei spacca il guscio e voilà l'uovo si spiaccica per terra.
Naturalmente l'ho sgridata, ma nemmeno tanto.
Che differenza... se io avessi fatto una cosa del genere... in quel momento ho immaginato la reazione di mio padre se io avessi spaccato un uovo sul pavimento... e poi ho rivissuto la mia. Ho alzato la voce, è vero, ma poi ho preso  un altro uovo come se nulla fosse. E qui ho capito qual è la differenza fra me e lei, fra la sua vita e la mia. E' vero che tendo a dare a loro tutto quello che io non ho avuto sul piano materiale, ma prima di tutto do loro quell'affetto e quella comprensione che io ho sempre immaginato e non …

Evviva i vampiri!

Abito in una città di provincia, dove la cultura... latita. Dove non ci sono librerie serie, solo posti dove vendono libri: in totale 4.
Vittoria mi ha chiesto un libro sui vampiri, adatto alla sua età... quindi sono andata a cercarlo...
e sono tornata con le pive nel sacco.
Anzi la commessa del negozio quando le ho chiesto un libro di vampiri per una bambina di cinque anni ha fatto una faccia come se le avessi chiesto un vibratore...
Oggi sono tornata all'attacco...
E siamo tornate con le pive nel sacco...
Oggi ho fatto chiedere a Vittoria al commesso se aveva un libro di Vampiri per lei...
Stessa faccia... ancora più sbigottita, perchè oggi a chiedere il vibratore era una bambina!
Nessuna traccia di libri sui vampiri illustrati e il commesso sapete che mi ha detto: scrivili tu!
AHAHAHAH
Fosse facile.

[rapida ricerca su internet e fra una settimana Vittoria avrà 3 libri illustrati sui vampiri... avrei preferito sfogliarli prima di comprarli... comunque meglio che niente. Anch'…

Spannolinamento

Immagine
Da qualche giorno ho deciso che Rachele deve chiudere con il pannolino.
Da mesi è affascinata dal gabinetto, perchè lo usa sua sorella. Ma non abbiamo proceduto subito con lo spannolinamento perchè era freddo e poi perchè io spesso ero fuori casa.
Poi quando io sono stata meno impegnata (leggi disoccupata), ho deciso che dovevamo dare il via allo spannolinamento.
Ma qui è sorto il problema. Rachele non voleva le mutande usate di sua sorella, ma mutande sue. Ovvio. Quindi sono andata a comprare 10 mutandine nuove (anche perchè il suo sederino è più piccolo di quello di sua sorella).
Quindi con le SUE mutande sembrava andare tanto che ha scoperto che fare la cacca nel vasino era più esaltante che spiccicarsela nel pannolino.
Poi è arrivata la diarrea.
Capisco che per lei deve essere stato davvero umiliante non arrivare per tre volte al vasino e farsela nelle mutande.
Così siamo tornate al pannolino.
Ma dopo aver trotterellato in mutande sentirsi quell'impaccio fra le gambe non deve …

la pezzolina magica

Immagine
Ieri sera Vittoria è tornata a casa con la febbre a 39.
Stamattina mi sembrava in netto miglioramento, quindi non ho chiamato la pediatra, tanto mi dice sempre le solite cose.
A mezzogiorno non aveva febbre, poi pian piano è andata su fino a 39.
Alle 4 le ho dato la tachipirina, ma non le ha fatto niente, anzi la febbre gradualmente è andata su fino a 40. Panico.
Poi mia suocera incontra la pediatra che le dice che c'è un virus che porta febbre molto alta, quindi niente antibiotico solo tachipirina.
Ma la notizia non mi tranquillizza per nulla.
La febbre non scende.
Allora provo con un oscillococcinum, al massimo non fa nulla.
Infatti.
La febbre è sempre a 40.
Inizio ad aver paura.
Sono le 8, nuova dose di tachipirina.
La febbre non scende ancora.
Panico.
Poi mi viene in mente che una volta avevo fatto scendere la febbre con una pezza bagnata.
Allora ci provo.
Al massimo non fa nulla.
E invece la pezza bagnata in acqua gelata pian piano ha ridotto la febbre (aiutata anche dalla ta…

Pensieri vari e sparsi che mi frullano da parecchio e non trovano mai forma

Da quanto ho un piede iN due scarpe? Inizialmente ho seguito tante che da libero sono venute qua,ma non riuscivo proprio ad ambientarmi... Poi... Ho ricominciato, perché in certi frangenti mi vien meglio scrivere di qua. Così e' da qualche mese che ho sdoppiato me stessa, scrivendo certe cose qua, e certesu libero. So che alcune cose scritte su libero creano un vespaio e allora le scrivo di qua dove quasi nessuno commenta e dove mi sento più libera. Com que non scrivo tutto quello che vorrei. Quando non posso mi vengono in mente milioni di cose, quando ho tempo la mente mi si svuota. Avrei tanta voglia di scrive post sulla storia della mia famiglia, in modo che un domani Vittoria abbia qualcosa su cui leggere, in cui ritrovare parte di se. Ma molte volte non so dove iniziare, anche se in ogni grande fatto del 900 uno di noi c'è . Mi e' venuta questa idea alla maturità mentre annoiata ascoltavo la tesina dei ragazzi. Una molto carina parlava della sicilianeita' della ma…

Giuseppe Ungaretti: I miei fiumi

Immagine
Ogni volta che vedo questo video mi flippo.... per due motivi principali. Uno: la poesia letta dall'autore stesso è sicuramente qualcosa di più intenso e travolgente che la lettura solitaria che posso fare io mentre leggo il libro. Secondo: quando parla del fiume Serchio non posso non pensare che è a due passi da dove vengono i miei nonni, e che tutto sommato questo grande uomo ha qualcosa che mi ricorda il mio nonno... e poi vederlo in quel completo così formale e poi immaginarmelo a Parigi negli anni precedenti alla prima guerra mondiale... mi fa così strano. Si lo so che a quell'epoca erano tutti formali, ma quando pensi agli ambienti di Montparnasse certamente fai fatica a immaginarti uno come Ungaretti.... che divario c'è fra aspettative, immaginazione e realtà!

Infradito che passione

Immagine
Generalmente, al primo caldo, io metto subito le infradito...
Vittoria è cresciuta con il mito delle infradito, non vedeva l'ora di poterle usare anche lei. Quest'anno ne ha diverse paia, ma se le indossa non può coprire grandi distanze... ad un certo punto inizia ad inciampare e non ho ancora capito perchè.
Ovviamente Rachele vorrebbe anche lei le sue ciabatte... oggi sono uscita con la chiara intenzione di comprarle, ma nei negozi dove ci sono già i saldi... non ce ne erano...
Ormai manca solo di farle indossare a papà...

GdF dove sei?

Immagine
Oggi come il solito davanti casa c'era un bel traffico.. Ma questo batteva tutti.... Mi son chiesta se questo scivolo fosse quello dell'aereo.... Comunque super invidia..... In foto non rende minimamente la grandezza e soprattuto l'altezza di questo scivolo... Sembrava il kamikaze.... E meno male che c'e crisi....

L'ultimo giorno dell'asilo

Immagine
mi sembrava ieri quando la preparavamo per il suo primo giorno di asilo, io emozionatissima che la portavo in quella che era stata la mia scuola, in quel luogo dove ho ricordi bellissimi e speciale.
Oggi siamo arrivati alla fine.
Ieri ho salutato la maestra che in questi tre anni l'ha educata e cresciuta. ho trattenuto a stento le lacrime, lei no. La maestra di Vittoria è una donna meravigliosa, una delle maestre più brave e competenti che abbia mai incontrato. In qualche modo vorrei che Vittoria incontrasse nel suo cammino persone così speciali, così aperte alle altre culture, così capaci e competenti.
Il nostro è solo un arrivederci, fra un anno Rachele frequenterà la stessa scuola, la stessa sezione, si perché io un'altra maestra proprio non la voglio.
Io voglio una maestra che parla in inglese ai suoi bambini, una maestra che segue il modello educativo anglosassone... voglio una maestra che gli dia qualcosa di concreto.
Questi tre anni sono passati in fretta, spero che sia…

Sogni usati

Immagine
Sono una persona a cui piace sognare.
Sono una persona che vive di sogni.
Sono una persona che vive realizzando sogni.
Sono una persona interessata ai sogni degli altri, in genere. I sogni sono importanti per me, e non ho mai usato i sogni degli altri, ne ho così tanti miei, che non saprei che farmene...

Una vita fa avevo una cara amica che aveva una vita perfetta, un marito che l'amava e tutto quello che una giovane donna poteva desiderare. Poi questa magnifica vita si è incrinata con qualche difficoltà: aborti continui... seguente difficoltà rimanere incinta. Poi dopo tante fatiche ecco il tanto atteso bambino.... il primo promesso sposo di Vittoria, con tanto di impegno della nonna del bimbo a fornire una bella casa ai futuri sposi.... (ovviamente si diceva per ridere!).
Improvvisamente l'incanto si rompe.
Lui la lascia.
Tutto cambia.
Per sempre.
Per loro, per noi.
Dopo qualche anno e il conseguente divorzio, ricominciano una nuova vita con accanto persone diverse.
Lei tenta d…

Ozio

Immagine
La capanna e' la patria dell'ozio. Sarà l'amaca.... Saranno gli ulivi... Sarà il mare.... Ma qui ti passa la voglia di fare tutto, tranne quella di oziare... Di leggere e di dormicchiare all'ombra degli ulivi... ... Ma mi vien voglia anche di leggere Catullo, Ovdio e anche altri classici latini...non so perché... Non me lo spiego... Peccato che qui non abbia nulla di questo genere se non quello che mi porto da casa... La prossima volta mi porterò qualche libro di poesie, casomai mi venga voglia di leggere qualcosa....

Favola a puntate

Immagine
Vittoria non ha mai voluto che le raccontassi favole inventate, ha sempre voluto favole lette dai libri dove poteva vedere le figure. In questi mesi ho cercato di staccarla da questa abitudine raccontando storie di famiglia, mentre ieri sera ecco: ha accettato una favola inventata! "c'era una volta un re che aveva una figlia con i capelli biondi lunghissimi che teneva raccolti in una traccia, ma non era Rapunzel! Si chiamava Elena, la principessa Elena. Suo padre, il re, era appassionato di libri e si faceva mandare da ogni regno e da ogni sovrano libri pregiatissimi che poi faceva copiare nella sua biblioteca da sapienti amanuensi. Un giorno il Re venne a sapere che nel regno di Molto lontano c'era un testo pregiato che mancava nella sua biblioteca e allora chiese al Re di Molto lontano se poteva averlo in prestito per copiarlo. Il re di molto lontano pero' voleva qualcosa in cambio.... Il re penso' quindi di offrigli sua figlia in sposa. Elena viveva tra tutti …

Mi manca l'Africa

Immagine
Ieri, con fatica, ho cercato di riaprire l'Olivo.
Quanto c'è da pulire... non potete immaginarvelo. Perché le case al mare si sporcano così tanto? Veramente la domanda dovrebbe essere un'altra: Perché le case chiuse si sporcano così tanto? Ogni volta che riapro la capanna oppure la fattoria non mi godo nulla, passo tutto il tempo a pulire...
Lasciamo perdere.
Nei pochi momenti di relax mi è tornato in mente che lì lo scorso anno avevamo deciso che saremmo andati in Kenya. E mi è venuta in mente l'eccitazione che prelude un viaggio. Le letture, i sapori e i mille colori.
Quest'estate non ci saranno viaggi, abbiamo spese, c'è il TFA... forse poi è l'ultimo anno che ci possiamo godere la Capanna prima di restituirla al legittimo proprietario, quindi abbiamo deciso che le nostre vacanze saranno lì.
Poi chissà se avrò il tempo  il denaro per un viaggio invernale in Africa...
MI manca il Kenya, mi mancano i suoi sapori: il suo caffè, il mango, il pesce. Ma anche …

Nomina in zona cesarini

Ieri le mie colleghe al pranzo pantagruelico post-collegio mi avevano assicurato che il provveditorato non chiamava più a casa per nomine last-minute... semmai chiamava direttamente la scuola.
Io non ero stata nominata e mentalmente ieri mi ero fatta programmi per questi 15 giorni di giugno... compreso la consegna delle pagelle alla mia classe del cuore.
Stamattina sveglia tardi... ore 9e40
cappuccino e pasta(m
suona il telefono....
mio marito dice a Vittoria di rispondere...
io dico "aspetta fammi vedere chi è"....
************
ecco qualche call center... meglio che risponda io...
Pronto
Professoressa Gentileschi? Qui è il provveditorato, E' Stata NOMINATA...
Evvai sogni di mare finiti, anche quest'anno si fa la maturità!!!!
Un po' felice lo sono!
E meno male che il provveditorato non chiamava più....

disegni e discorsi

stasera Vittoria ha fatto un bel disegno di sé e delle sue due migliori amiche Giulia e Sara che si sposano con tre compagnetti dell'asilo di cui non ricordo più il nome.
Visto che fra i tre non c'è Micheal (quello che fino a ieri era il suo fidanzatino) le chiedo chi sposerà e lei mi risponde:: "Ma io sposo Giulio!".
Allora io le chiedo: "E Micheal?"
E Vittoria mi risponde: "Ho dato i documenti alla Giulia, io ora amo Giulio".
-.-''
Io sono rimasta senza parole.
Non sapevo cosa dire.
Evidentemente qualche mamma e papà stanno divorziando....

Se succede qualcosa...

Sicuramente sarà colpa di mio marito.
Prima sono entrata in cucina e l'ho trovato a leggere  Odi e Sonetti di FOSCOLO!

Quindi Emiliani preparatevi...
E in ogni dove d'Italia state attenti.... la lettura di Foscolo a tarda notte invece che guardare tv spazzatura potrebbe avere effetti a dir poco CATASTROFICI!!!!

(ahahahahahahahahahahahah)

Devo insegnare a tifare?

A me il calcio non piace.
Ma da Italia 90 ho sempre tifato per la nazionale con passione... tanto da andare a fare il carosello nel 2006 con Vittoria nella pancia...
Quest'anno non me ne frega davvero nulla e non riesco proprio a guardare la partita.
Un giorno mi son pure chiesta "Ma sono iniziati già gli europei?"....
Domenica scorsa sapevo che c'era la partita ma non riuscivo a capire a che ora era. Pensavo alle 20e30 ad essere sincera. Il pomeriggio me ne sono andata beatamente al centro commerciale e da mediaword non trovavo nessun commesso... tutti a vedere la partita... allora ho capito che forse dovevo andare a casa a far vedere la partita alle bambine...
Ma naturalmente alle bambine non interessava nulla! Hanno preferito giocare piuttosto che stare a guardare la partita.
Oggi mi sono informata preventivamente.
Ho portato a casa le bambine per tempo.
Ho acceso la tv e naturalmente nessuno la sta guardando.
Da questo si può anche dedurre che in casa ci sono tre …

Spauracchio IMU

Mi ero fasciata la testa, credevo che ci avrebbero tartassato e succhiato via l'equivalente di una vacanza all inclusive con questa nuova IMU.
Saputa poi la cifra che avrebbe dovuto pagare mia mamma mi è preso male.
Poi oggi è arrivato il mio conteggio.
Mi son fatta una risata...
130 euro...
E solo perchè la cantina paga più della casa!
Va bene ok, questi 250 euro circa stavano meglio nel mio portafogli che in quello del signor Monti, ma alla fine non sono poi così tanti... faremo a meno di 5 cene in pizzeria (di più non possiamo permetterci!!!!), e così per tutta l'estate ce ne staremo in casa a risparmiare i soldi dell'IMU...
Se avessi un altro figlio non pagherei nulla di IMU... ma poi quanto mi ci vuole per mantenerlo fino ai 30 anni?
Certo che la situazione è veramente brutta... converebbe veramente che i maya avessero ragione perchè così almeno si mette la parola fine a tutte queste cose: crisi economica, continui terremoti e via discorrendo....

Addii

Questa è la settimana degli addii. Saluto man mano le mie classi, i miei alunni.
Lunedì ho salutato la quinta sfigata... chissà quanti riusciremo a mandare all'esame... speriamo bene. Poi ho salutato la mia quarta... mi rammarico per aver dato loro troppa confidenza. Li ho ascoltati, rincuorati e coccolati tutto l'anno... ma ne è valsa la pena?
Martedì ho salutato i miei carcerati... (non entrare più in carcere è un gran sollievo, altrochè).
Oggi ho salutato le terze... sono quelli con cui avevo meno confidenza... quelli che tutto sommato mi mancheranno di meno.
Domani saluto la mia quinta moda, con cui ho un rapporto profondo di amore - odio.
Venerdì toccherà alla mia quinta, la prima classe che ho preso in quinta e che ho portato all'esame (con pausa maternità, ovviamente). Loro si che mi mancheranno davvero... la prima classe che ho portato in gita, che mi hanno fatto impazzire, ma che mi hanno anche dato tante soddisfazioni... li porterò sempre nel cuore. Non so se è a…

Ragionare per parole chiavi

Immagine
Sarà twitter, sarà la voglia di emergere, ma ultimamente sul web non si fa altro tipo di ragionamento che quello per parola chiave. Per essere notata, per essere letti cosa si fa? Si cerca di dire la propria sul fatto del giorno, su quello più cercato, sul fatto più discusso, in modo da emergere. Il più delle volte si emerge con cose che non stanno ne in cielo ne in terra, ma l'importante è emergere. E la gente si incazza intorno a questa pochezza, fa discorsi inutili intorno a questa persona che è inutile e che usa parole a casaccio solo per emergere. Per me entrambe meritano quel che valgono: indifferenza.

Un mondo fatto di numeri

Immagine
Quando rinasco voglio vedere il mondo fatto di numeri. Voglio vedere il mondo e le esperienze e la vita tutta come un insieme di numeri, calcoli statistici e calcoli di probabilità, null'altro solo numeri.
E' una vita tremendamente facile. E' una vita dove l'irrazionale non esiste in quanto tale. Tutto è un numero, un sistema binario, un calcolo statistico, un calcolo di probabilità.
Fare parte dell'altra parte del mondo, quello dove l'irrazionale e il sentimento sono accettati, ti complica la vita, gestire l'irrazionale ti crea ansie e dubbi. Meglio il sistema binario 1 oppure 0, 0 oppure 1, non c'è via di mezzo.

Via le ruotine!

Da qualche giorno Vittoria ha tolto le rotelle (o ruotine) alla bicicletta e in un batter d'occhio eccola andare su due ruote invece che con quattro.
Ha fatto incredibilmente presto ad imparare.
E io sono sgomenta ricordandomi come il mio papà prima avesse piegato una ruota e poi l'altra per spronarmi a trovare l'equilibrio e poi ne aveva tolta una e poi anche l'altra... Era stato un processo lento... Mica durato due ore!
Inutile dire... Sono orgogliosa di lei...
Mentre Rachele e' riuscita ad addormentarsi mentre la spingevo sul suo triciclo.... E poi stanotte mi fa fare l'una....

A proposito di libri...

"Una stanza senza libri è come un corpo senz'anima", diceva Cicerone più di 2000 anni fa. E per me è  ancora così.
La mia casa è gonfia di libri. Nel mobile di sala sono su tre file e poi anche di traverso. Qualcuno è sul divano, altri sullo scaffale che doveva servire ad altro...
E quando vado in casa d'altri è la prima cosa che noto, la loro presenza oppure la loro assenza.
E non sapete quanto mi da' fastidio quando criticano i miei libri...

twilight saga vs The Vampires Diaries

Immagine
Un giorno mio marito mi disse: "ho il film di twilight da vedere" e io risposi: "aspetta che prima vorrei leggere il libro".
Questo deve essere successo circa tre anni fa. In quei mesi estivi del 2009 divorai letteralmente i libri della saga twilight, li amai profondamente, e mio malgrado, iniziarono a piacermi i vampiri.
Mi obbligai a non leggere il diario del vampiro, nonostante quella copertina nera e quelle pagine bordate di rosso suscitassero in me ammirazione e soprattutto voglia di leggere. Solo che avevo letto troppi parei nauseanti su internet e non volevo spendere soldi in spazzatura.
Poi venne il telefilm. The Vampire Diaries... e venne Damon.
E così mi iniziai ai vampiri veri, a quelli che succhiano sangue e non mangiano gli animali. Ai vampiri che possono stare alla luce del sole grazie a speciali anelli, ai vampiri che bruciano al sole, non quelli che brillano. Ai vampiri che sono come noi, non pallidi e bellissimi. Ai vampiri che bevono sangue, ai va…

La terra trema...

Non ne posso più. Quest'anno non se ne può più.
Continui terremoti, ogni tot la terra balla e io non so se è la mia testa oppure la terra, e quando mi rendo conto che è la terra non so che fare, scappare? Rimanere? Girarmi dall'altra parte?
Ma l'ho sentito solo io?
Domande. Dubbi. Tensioni.
Aspettando the big one.
E mio marito che continua a ripetermi che il 21 dicembre è la fine del mondo.

SPA

Immagine
SPA sta per salus per aquam, ovvero la salute attraverso acqua. 
Niente di più giusto è mai stato affermato prima.
E i romani, gran popolo, avevano capito questo più di duemila anni fa. Infatti dotarono tutte le città di un edificio termale. Il più delle volte venivano usate acque comuni, non acque curative, erano per lo più importanti luoghi di ritrovo e anche di socializzazione.
Lo sviluppo interno tipico era quello di una successione di stanze, con all'interno una vasca di acqua fredda, la sala del frigidario, solitamente circolare e con copertura a cupola e acqua a temperatura bassa, seguita dal calidario, generalmente rivolto a mezzogiorno, con bacini di acqua calda. Tra il frigidario e il calidario vi era una stanza mantenuta a temperatura moderata, il tepidario.
Queste erano le stanze principali delle terme, ma si potevano anche fare molte altre cose (tra cui lavarsi) recandosi nelle altre aree delle terme dove si poteva leggere o partecipare ad altre attività o assistere…

La pastiglia della pressione

Se dico "La pastiglia della pressione" mi viene in mente mio nonno. da che l'ho conosciuto ha sempre preso la pastiglia della pressione... per abbassarla ovviamente... io invece da oggi la prendo per alzarla... a volte la vita ti gioca davvero brutti scherzi. C'è chi passa la vita ad abbassarla, e chi ad alzarla. Se pronuncio "la pastiglia della pressione" mi viene in mente il nonno... mi viene in mente la sua voce che imperterrita esclama: "la pastiglia della pressione!" perchè aveva dimenticato di prenderla...
E ora io la prendo per alzarla... strana la vita.
Oggi continuo a ripetermi "la pastiglia della pressione" perchè mi torna in mente LA SUA voce.
Oh nonno... tu non sai come mi manchi, mai l'avrei detto...

Pessima casalinga

Sono una pessima casalinga. Ogni volta che entro in casa e mi si poggia lo sguardo su di essa, mi piglia male. Mi sento una pessima madre, pessima moglie, pessima donna, pessima qualsiasi cosa. Poi il giorno che per un qualsiasi motivo non vado a lavorare mi rendo conto che posso fare bene un solo mestiere alla volta. O faccio la mamma, o faccio la profe, oppure la casalinga. Tutte le cose insieme non ce la faccio. Non sono wonder woman, non sono poi così tanto multitasking come certe riescono ad essere.... Sono io, una sola, e non ho neanche tanto il fisico per reggere tutto quanto.... In questi momenti vorrei rinegoziare tutta la mia vita....

Una nuova bambola (anzi due)

Anche se ho la casa piena, anzi strapiena, di giochi ogni tanto sento il bisogno , quasi fisico, di regalare qualcosa alle mie bambine. Portarle nello stesso negozio di giocattoli dove mi portava mio papa' (devo ammettere con molta più regolarità di quello che faccio io) e mi faceva scegliere quello che volevo. Ricordo quando scelsi la mia Simona, tutte quelle bambole sul bancone e io che incrociai i suoi occhi... Fu amore a prima vista. E ieri quando ha messo tutte quelle bambole sul bancone per Rachele, lo stesso bancone, la stessa posizione, che tuffo al cuore. E Rachele che senza esitare prende la sua, e si porta il sacchetto più grande di lei fino a casa. E ieri Vittoria, di nuovo in quel negozio che sceglie la sua bambola. Chissà se stavolta ha trovato quella giusta a cui fare da mammina come io facevo con la Simona. Sicuramente questa e' la sua alter ego, ha scelto la bambola che viene punta dalle zanzare...  E visto che ieri sera non ha avuto molto tempo per giocare...…

Hot pants

Il giovedì sta a me accompagnare Vittoria all'asilo. Stamattina mi sono resa conto di non avere nè il grembiulino rosa, ne quello giallo pulito. Non sapevo come evitare la sceneggiata di dover per forza metterle quello verde... così, non so come mi è venuta la brillante idea di proporle di mettere sopra i leggins la gonna di Jeans. Di solito per andare all'asilo mettiamo solo cose comode, non di certo gonne e pizzi, quelli li lasciamo al week-end.
Quindi non le sembrava vero di poter mettere la gonna all'asilo e il grembiule... è passato veramente in secondo piano. mentre le allacciavo la gonna mi ha espresso questo desiderio: "Mamma mi puoi comprare un paio di jeans corti corti da mettere sopra ai leggins?".
Io sono rimasta un pochino stupida della richiesta... a 5 anni un paio di hot pants, a 15?
Non ho resisistito.
Visto che negli ultimi giorni sono stata un po' assente ho pensato di ricompensare le mie bambine: hot pants a Vittoria e una bambola a Rachele…

20 anni

Mi sono resa conto che domani saranno 20 anni dal giorno in cui ho iniziato a tenere un diario. 20 anni. 20 anni che più o meno cerco di scrivere di me. Prima fu la carta, negli ultimi 5 anni i pixel. Cavolo 20 anni.... E quella data mi e' rimasta indelebile nella mente 16 maggio 1992. Perché iniziai? Bho non lo so, ma in questi 20 anni sapete cosa non e' mai cambiato? Che non ho mai scritto un vero diario segreto, anche quando era di carta era sempre aperto, sul comodino. Scritto per essere letto.  Non so dirvi se la mia mamma l'abbia mai letto, ma di sicuro l' ho sempre scritto per chi doveva venire, per lasciare traccia di me. Avevo solo 13 anni, e volevo già essere ricordata....

Invecchio?

Molte volte mi chiedo cosa mi aspetto dalla mia vita futura. Sempre più spesso la risposta e' questa: "finita la giornatina lavorativa vorrei anche percorre dei kilometri, ma raggiungere la mia casetta, in riva al mare, contemplare il paesaggio e rilassarmi alla musica della natura con un libro in mano". Questa immagine l'ho sempre nella mia mente da quando ho provato a stare alla capanna anche se lavoravo. Percorrere la strada in motorino tra cielo e mare e poi rilassarmi nel patio... Fanno cadere ogni bruttura della giornata... Ohhh se la capanna fosse mia.... Desiderare la campagna, il mare, a discapito della città vuol dire solo una cosa... Sto invecchiando. Ho anche bisogno di una vacanza... Mi basterebbe raggiungere una delle due case per più di un giorno... Peccato che non ne abbia assolutamente l'occasione questo mese.... Che bisogno d'evasione!

Proibito

Immagine
Per mail mi sono arrivate queste parole, decido di metterle qui perchè sembrano proprio descrivere il momento, per me, che stranamente, son rimasta senza parole.......


E' proibito non fare le cose per te stesso, avere paura della vita e dei suoi compromessi, non vivere ogni giorno come se fosse il tuo ultimo respiro. E' proibito sentire la mancanza di qualcuno senza gioire, dimenticare i suoi occhi e le sue risate solo perché le vostre strade hanno smesso di abbracciarsi. Dimenticare il passato e farlo scontare al presente.

Pablo Neruda





Ci sei o ci fai?

I lpricipale problema di gestione del nonno nei suoi ultimi anni di vita era "ci sei o ci fai?" ovvero noi non sapevamo mai quando ci faceva o c'era. Ovvero non sapevamo quando se era sordo oppure quando non voleva sentire, non sapevamo se non si ricordava oppure se non voleva ricordare e via dicendo. Il filo che divideva il c'era dal fare era così sottile che ti mandava in bestia.
Sta succedendo anche a mia mamma.
Ma mia mamma lo fa con 20 anni di anticipo rispetto a mio nonno.
Mio papà esagera sempre, ma già qualche tempo fa avanzava questa ipotesi... medicalmente è provato che più o meno hanno la stessa diagnosi neurologica, ma con la differenza che mio nonno è andato incontro a questa sorta di demenza dopo due lutti importanti a concluisone di lunga e logorante malattia (moglie - cognato) mentre la mamma va incontro a questo con una ventina d'anni in anticipo e senza aver assistito h24 un malato terminale.
Il problema è la gestione di Vittoria.
Il problema è …

Perché non ho mai spiccioli?

Gli spiccioli mi servono per il caffè, per le macchinette e ultimamente non ne ho mai! Perché? Chiedetelo a Rachele... Il suo nuovo sport e' quello di svuotarmi il portafoglio e disseminare i miei spiccioli ovunque. Ora li ha usati modello gettone nel letto. Quindi i miei spicci giacciono nel cassettone del letto... Finiti quelli e' il momento delle tessere del supermercato @___@ Nooooooooo l'abbonamento del treno nooooooo! Ora la faccio piangere....

Perché ho votato?

Non volevo andare a votare perché sapevo sarebbe stato un plebiscito non una votazione. Infatti il sindaco in carica e' stato riconfermato al primo turno con un numero imbarazzante di voti. Si vede che alla popolazione della mia citta' le cose stanno bene come sono e non ha voglia di cambiare. La sorpresa eclatante e' stata la disfatta del pdl... Il candidato ha raccolto solo il 15%... Con 3 liste che la sostenevano. E il candidato grillino ha spiazzato tutti con un 10%, e' lui che ha vinto, altroché! Quella che ha perso sono io, che come al solito la penso in modo diverso dalla massa... Tanto valeva far parte del primo grande partito italiano, quello dell'astensione!

80/40

Immagine
80/40... due numerelli carini... no non sono davvero le mie misure, tantomeno le mie taglie, ma la mia pressione sanguinea. Diciamo che un essere umano dovrebbe essere un attimino più attivo e tale numero è più da cadavere ... specialmente dopo che prof. Mat2 mi ha detto che la pressione ideale è 129/80 perchè sono due numeri in cui è nascosto il numero aureo 0_o ma non so di cosa stesse parlando... io so come mi sento e so che 80/40 non è un buon numero.
Pi volte oggi ho creduto di svenire... quindi sono scesa in segreteriaa e per domani ho preso un giorno di malattia, non sia mai che domani svenga in carcere. Passi svenire in cattedra a scuola, ma svenire in cella proprio non si può fare..

Prima mi son guardata allo specchio e un po' mi son fatta paura... ho bisogno proprio di riguardarmi... non ho il fisico. Basterà domani per rimettermi in sesto?

votare?

Oggi sarei, in teoria, chiamata ad eleggere il nuovo sindaco. Ma nella mia citta' non c'e' storia, piu che una votazione e' un referendum. Poi quest'anno ci sono almeno 13 liste ed in ogni lista conosco personalmente almeno un candidato, per non parlare di almeno altri due candidati che magari conosco, nel senso che so chi sono. Quindi fra amici, genitori e parenti di amici, amici di vecchia data, colleghi, persone che frequentano la casa dei miei genitori e chi piu ne ha pou ne metta io non so per chi votare. Non ho nemmeno piu' un partito di riferimento a livello nazionale figuratevi a livello locale... E allora ho pensato di fare cosi': mi faccio dare la scheda e faccio ambarabbacciccocco fra tutte le liste escludendo quelle che sostengono l'attuale sindaco (che e' un ebete) e in quella che viene voto la persona che conosco. Bel metodo democratico...... Com'e' messa bene l'Italia, anzi come l'hanno ridotta...... °°° Alla f…

Parole chiave

Immagine
Mi diverto un sacco a controllare le parole chiave, ovvero le parole che vanno cercando le persone e per caso si trovano qui.
Vorrei sapere se le persone che cercano "cacca" trovano esaurienti risposte tra i miei post, come quelle che cercano indicazioni di stile su Kate Middleton.
Mi piacerebbe anche sapere se colei, o colui che ha digitato "sbrogliare la matassa" oppure "nonna italiana fa sesso" abbiano trovato informazioni, perchè assolutamente a me non sembra aver fornito tali informazioni nei miei 70 e passa post. Come del resto "mamma padrona piedi"... mamma ci sta... padrona... ok che comando io, ma piedi?
 Ecco... ora ci sono anche i piedi... i miei naturalmente, ammollo nelle acque cristalline del mio golfo. Che siano di buon auspicio per una calda primavera, visto che tanto per cambiare piove ed è freddino. Pensare che l'anno scorso di questi tempi si andava già al mare....

°°° aggiungo questa, è esilarante: beatrice cornacchia cin…

Ca..o, ho gli anni di Cristo!

Immagine
Ricordo con chiarezza quando mia mamma compì la mia attuale età, trentatre' anni. Ricordo che era sconcertata perchè aveva l'età di Gesù e si considerava ormai arrivata. Io avevo 10 anni, mio fratello 5, aveva una bella casa grande, un lavoro a tempo indeterminato, insomma era adulta e arrivata, era anche snella e sempre in tailleur e decollete e caschetto biondo.
Io oggi ho trentatrè anni tanto quanto.
Ho due bambine, Vittoria ha 5 anni, Rachele 2.
Ho una laurea, una specializzazione, un libro pubblicato, e un bel contratto a tempo determinato in scadenza il 30 giugno.
Vivo in un quartiere popolare in una casa in eterna costruzione (della serie tela di Penelope).
Sono almeno 15kg in sovrappeso, ho sempre le scarpe da ginnastica slacciate, jeans e maglietta, ovviamente sempre spettinata.
Ho gli armadi e i cassetti pieni di sogni, tanto che non ho posto per i vestiti... alcuni li realizzo, altri sono in attesa, altri... bhè rimarranno ad occupare posto.
Sarà ancora più sco…

una brava mamma

Ieri ho fatto la brava mamma. Ho fatto dormire Rachele per un oretta scarsa, poi veloce a prendere Vittoria e al posto del solito giro per negozi l'ho portata al campetto verde a giocare. Inizialmente ha giocato con sua sorella a fare gli scivoli, poi ha tentato di fare amicizia e giocare con altri bambini... Com'e' diversa da me... Io non lo aveei mai fatto. Anzi mi veniva voglia di dirle di stare alla larga dagli altri... Poo giocando qui e la' ha trovato una sua compagna dell'aailo e sono partiti i veri giochi... Il treno...i dondoli.. E infine le capriole nel prato. Ad un certo punto eravamo tutte e tre(quattro) sdraiate sul prato, il cielo azzurro, il venticelo fresco... E io ero felice, e loro erano felici. Poi con rametti e fili d'erba ho costruito loro le canne da pesca e i pesci erano le foglie dei tigli... E poi li abbiamo cucinati. E' stato come tornare bambina, quando mi inventavo giochi con il niente, quando giocavo nello stesso parco. Si perch…

Posseduta da Suor Germana

Finalmente è toccato anche a me! Oggi sono stata posseduta da Suor Germana e mi sono messa ai fornelli! Cosa ho fatto? Niente di esagerato, 4 vasetti di conserva di pomodoro, visto che io odio quella industriale, mio papà mi ha cresciuta a passata fatta in casa e quest'anno non l'ha prodotta (causa depressione post esproprio della casa..) e io ho sofferto come un cane a fare la pastasciutta con quelle passate... bleah! così oggi mi son fatta 4 vasetti e ad Agosto... via con un quintale! Ora sto facendo la minestra di verdura... poi farò le torte di verdura... Niente dolci, sono a dieta. Sono fiera di me. Per una che passa zero tempo in cucina... oggi ho fatto veramente un sacco di cose. Senza contare che ho bollito chili di verdure e ora le metto in congelatore così quando sono al lavoro ho qualcosa di già pronto! E ora a stirare! (E pensare che sono in vacanza)

Un giorno pieno di pensieri

Forse la cosa migliore è smetterla di pensare a dove sei diretto... e goderti dove sei...Recita una famosa frase... è tutto il giorno che penso se valga la pena pensare alla carriera oppure godermi quello che ho. Quando penso che sarebbe tutto in salita e che praticamente non sarei mai a casa, ho paura, mi perderei un anno di vita delle mie bambine e nessuno potrebbe mai più ridarmelo. Vale la pensa di perdere tutto questo per un lavoro? Scusate per l'illusione di un lavoro? Perché non ci sono garanzie.Se penso ai pro e ai contro mi dico: tanto vale aspettare ancora un anno... Rachele sarà all'asilo, Vittoria in seconda... e soprattutto cedere all'illusione del concorso, magari potrei fare quello...Ho un paio di giorni per decidere. Famiglia o lavoro?

Lego

In questi giorni fra i due ponti, entrambi siamo a casa in "ferie", io avevo grandissimi progetti per questi giorni... Venerdì volevo andare alle terme, ma Rachele aveva un po' di raffreddore e non mi sono sentita di organizzare il tutto, anche perché la vasca era all'aperto e anche se l'acqua e' calda... Bisogna anche uscire. Quindi niente terme, rimandate a data da destinarsi... Poi venerdì era quasi estate... E saremmo stati benissimo. Invece oggi volevamo andare su alla fattoria e rimanere su fino al primo maggio. Oggi piove ed e' tornato freddo. Secondo voi e' possibile?
Quindi abbiamo passato e passeremo il resto del ponte a casa... E le bambine hanno riscoperto le due casse di lego che sono in sala... Il lego e' un gioco da fare con papà, era il gioco preferito di papà quando era bambino. Così ora in sala ho una ditta di costruzioni edili che sta facendo grattacieli di un metro e venti, anche trenta, sfidando la gravita'.  Anch'io d…

La legge di Murphy II

Ogni qualvolta avrai un periodo di vacanza dal lavoro... Pioverà.
Il sabato e la domenica? Piove.
Il resto della settimana? Sole cocente, e quando dovrai lavorare 14 ore al giorno? Sole e caldo.... E poi ditemi che Dio non e' stacanovista.... (ho messo questa parola perché il termine giusto a cui pensavo proprio non mi viene!)

Fast food

Immagine
(Questo è stato il mio pranzo oggi...) 
Una ventina di anni fa, quando ero una bambina, avevo il mito del fast - food. In città non ce ne erano e tantomeno nei dintorni. Bisognava andare nelle grandi città per poter mangiare un hamburger.
Così fu per me indimenticabile la vacanza in Inghilterra a Natale 1991, avevo dodici anni. E La mattina facevo colazione con egg & bacon, mentre a mezzogiorno mi deliziavo con mitico fish and chips (che avevo imparato a conoscere sul libro di Inglese) e poi c'era McDonald... che sogno! Mi ricordo che nell'Happy meal c'era il cartoccio del latte... al posto della coca cola. Poi piano piano anche in Italia incominciarono ad aprire fast-food, ma quando andavo all'estero era quasi d'obbligo la tappa al McDonald.

Poi sono diventata grande, il mio palato si è affinato... il Mcdonald non è stato più una necessità... Ed ecco che apre a soli 40 km da casa... naturalmente si va fino là con la scusa dell'euromercato e poi si cena da…

la feltrinelli

La Feltrinelli non e' una libreria qualunque. E' la libreria per eccellenza. Un posto magico, un posto dove rinfrancare lo spirito. Altro che colazione da Tiffany, per me e' colazione da Feltrinelli. Stamattina, uscita dal carcere tappa da Feltrinelli e la giornata prende un'altra piega. Peccato avere nel portafoglio solo 7 euro, praticamente insufficienti per aggiudicarsi qualsiasi cosa.... Mi sono sentita come Holly ma nessuno aveva un anellino promozionale da far incidere...

In cucina...

Avendo poca voglia e anche poco tempo da dedicare alla cucina pratico un'alimentazione di sopravvivenza nonostante mi piaccia mangiare.
Ultimamente sto davvero sorpassando me stessa nella cattiva cucina tanto che Vittoria preferisce mangiare ovunque tranne a casa.
Pero' non tutta la colpa e' mia, se anche loro ogni tanto mi suggerissero un menù ... Mentre qui si accavallano solo le cose che NON vogliono mangiare.... Avrei davvero bisogno di un app che mi da un menù settimanale, ovviamente modificabile e il giorno prima mi dice cosa devo comprare.... Stasera Vittoria mi ha chiesto pasta al pomodoro... Vediamo come va... Per domani a mezzogiorno sono in crisi. Non mi rimane che guardare nel congelatore... Mi sono ripromessa di svuotarlo, tutto.
Quando l'ho detto a mia mamma si e' messa a ridere, anche lei aveva il solito problema.... Mi ricordo che preparava anche 4 pietanze diverse, io invece mi sono ripromessa di preparare una sola cosa, che accontenti tutti. Certo…

The Cranberries - Will You Remember

Immagine
Questa canzone mi piace da impazzire, ultimamente la sento anche 5 o 6 volte di seguito... Come mai la musica del circo è sempre così malinconica? Sabato abbiamo visto uno spettacolo circense in una piazza della città ed era caratterizzato da queste musiche malinconiche, belle ma molto tristi... forse perché i circensi, coloro che fanno divertire le persone, infondo sono maledettamente tristi nonostante vivano nelle risate...

Che tempo!

Sinceramente inizio ad essere stufa di questo tempo. Dopo un caldo insolito, infatti quando riguardo le foto mie e di prof.Mat che ci siamo scattate durante gli scrutini mi viene male... pelle arrossata dal caldo e maniche corte.., è tornato un freddo quasi invernale. E io che tornata dal Kenya, trovano 20 gradi a Milano ho ottimisticamente messo via i giubbotti pesanti... ma l'altro giorno ne avrei proprio avuto bisogno!
E oggi?
Un vento freddo... cielo plumbeo...
Io voglio la primavera calda e soleggiata!!!!
Dicono che dal primo maggio la storia cambia. Bhè sarebbe l'ora, l'anno scorso di questi periodi si andava già al mare...

La legge di Murphy

Se porto l'ombrello piccolo piove a catinelle e mi bagno dalla testa ai piedi.
Porto l'ombrello grande e spunta il sole...
Ma non era Marzo pazzerello esci con il sole e porti l'ombrello mentre era Aprile ogni goccia un barile ( e naturalmente Aprile dolce dormire)?

Dai su ditelo... Non ci sono più le stagioni di una volta.

Il tuo quinto compleanno

E siamo già a cinque. Non me ne sono quasi accorta, ma ormai sei proprio grande. Cinque anni fa ero in ospedale, tesa, e aspettavo il mio turno, aspettavo che la sala operatoria si liberasse. Non volevo che uscissi dalla mia pancia, era bello tenerti dentro, giocare con te, dividere il mio corpo con te. Ma le cose belle finiscono sempre e alle 13e12 sei uscita dalla mia pancia. Ecco ti avevo nelle mie braccia e non eri una bambola ma una bambina vera. E io non sapevo cosa fare. E adesso che sono passati 5 anni e' tutto uguale, io non so mai cosa fare. Sei tu la mia maestra, sei tu che mi insegni ad essere mamma. Per questo motivo ti sembrerà che preferisca Rachele, ma invece con te imparo, con lei replico. E' la sfortuna, ma anche fortuna, dei primogeniti.
Ogni giorno che passa ti vedo sempre più simile a me, non nell'aspetto, ma nel carattere, nella testardaggine e oggi ho concluso che sei fatta proprio come me, hai la mia stessa capacita' di sognare e d…

Capricci epici

Mia mamma mi ha sempre raccontato che da piccola facevo perdere la pazienza a chiunque con una serie di capricci che di volta in volta, di racconto in racconto hanno assunto dimensione epica.
(Ma ne tralascio la narrazione ...) Vittoria non mi assomiglia fisicamente, ma e' una mia replica nel comportamento, tant'è vero che quando ci intestardiamo e' una lotta all'ultimo sangue. Nessuna delle due cede di un millimetro. Ieri visita al Disney Store di Milano. Avevo detto che lì poteva scegliere il regalo per il suo 5° compleanno (che sarà Giovedì). Conoscendo il negozio sapevo che avrebbe avuto l'imbarazzo della scelta. Anche se sapevo dove sarebbe ricaduta la scelta... infatti lei entrando aveva occhi solo per i vestiti da principessa corredati da ogni tipo di accessorio. Voleva il vestito da Cenerentola. Non mi sembrava il regalo adatto, quindi si è intestardita su un paio di sandaletti color oro (di Bella) con il tacco, che avevano anche un costo abbasta…