Teneri bottoni

Ci siamo. 25esimo libro terminato.
Inutile dire che questo libro è bellissimo. Tutto quello che scrive Gertrude Stein è bellissimo.
Questa è una raccolta di poesie in prosa, per me vwramente autentiche e sconcertanti da assimilare piuttosto ad un dipinto che ad una poesia... Gertrude dipinge con le parole, scrive con i pennelli. Per questo motivo non è per tutti. Merita riflessione e immaginazione. Vedo più affinità con i pittori piuttosto che con i suoi colleghi scrittori. Non so in che misura Stein e Fitzgerald si frequentarono, ma mi sento di dire che sono esattamente all'opposto. Mentre lei è spirito affine con Picasso, si sente.
Oggi scuriosando nell'elenco dei miei libri ho scoperto di non aver letto Addio alle armi. Un altro libro da cercare nei meandri della mia libreria e leggere al più presto. E devo persino andare in libreria a cercare festa mobile. L'avrei già ordinato... ma dove me lo faccio spedire? Più facile trovare una libreria.

Ora ho iniziato un libro che.mi aveva molto incuriosita al momento dell'acquisto ma ora mi appare invece inutile... un romanzetto... ma qui non ho più libri... solo questo e ho tempo per leggere. Lo inizio ma so che appena entrerò in possesso di alcuni libri che ho in mente lo abbandonerò. Non dico cosa  è perché un giudizio senza averlo aperto non mi piace darlo. Sinceramente non so neanche cosa mi ha spinto a comprarlo. L'ho dimenticato.

Commenti

Post popolari in questo blog

Mal d'Africa

E se stasera l'Italia perde?

Sognare