Sul treno

Non mi ricordo più che giorno era l'ultima volta che sono andata a lavorare.  Era di mercoledì e probabilmente era un mese fa.
Stamattina mi sono alzata troppo presto. Mi sono preparata in fretta e non mi sembrava vero poter tornare a lavorare.
Lo so, fra tre ore mi sarò già pentita... avrò perso l'entusiasmo. E fra una settimana mi dirò: potevo starmene a casa ancora un po'.

Ma io la casalinga non la so fare... quel continuo fare e disfare per me era insostenibile. Ovvero se nella mia vita ci fosse solo fare e disfare diventerei pazza. Appena ho pulito e già si sporca... ho cucinato e sono punto e a capo poche ore dopo. No. Ho bisogno di altro. Del lavorp, di vedere gente e poi di tornare a casa e fare e disfare.
C'è qualcuna che odia le femministe perché ora ci troviamo a fare tre lavori,  ma sinceramente io preferisco così.

Commenti

  1. Anch'io preferisco così, e più ho da fare, più ho voglia di farlo!

    RispondiElimina
  2. ...più faccio e più farei, è quando mi impigrisco che le cose precipitano, quindi ben venga l'iper attività!

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Il matrimonio di Pippa

Chiara Parenti - La voce nascosta delle pietre

Verso il salone del libro