Shakespeare scriveva per soldi

"Forse la cosa migliore da fare, con i film e i libri preferiti, è lasciarli stare: se sono riusciti ad esaltarci tanto, significa che sono arrivati nel posto giusto e al momento giusto della nostra vita, e queste sono condizioni che non si ripeteranno mai".

Questa è una delle frasi che ho preferito nel libro di Nick Hornby, Shakespeare scriveva per soldi, diario di un lettore. A ruota segue questa:

"da lettura nasce lettura e uno che non devia ma da un elenco prestabilito di libri è già intellettualmente morto".

Ogni tanto mi piace leggere libri che parlano di libri o di esperienze di lettura,, un po' per trarne spunto, un po' per divertirmi, un po' perchè infondo mi piace la scrittura autobiografica.
Devo dire che questo scorre veloce fra le mani e più volte mi sono dovuta fermare, per non finirlo tutto in una volta.
Magari fra poco i giudizi esperessi non saranno più validi, ma un domani penso che sarà un ottimo libro per capire un tempo ormai andato, il nostro.

Commenti

Post popolari in questo blog

Sognare

E se stasera l'Italia perde?

Ma le stelle quante sono, Giulia Carcasi