Post

Visualizzazione dei post da Agosto, 2014

Gli appuntamenti dell'autunno

Immagine
Questo Autunno non voglio farmi sfuggire tre mostre, anzi è meglio dire che io e Vittoria non ci lasceremo sfuggire queste mostre. La passata stagione non siamo riuscite a vedere niente, ma queste mostre proprio non mi devono sfuggire!

1) Frida Kahlo e Diego Rivera a Genova dal 20 settembre all'8 febbraio 2015
    Questa proprio non la possiamo perdere. Volevo già scendere a Roma entro il 31 Luglio, ma poi il       progetto è svanito. Adessso che è a soli 100 km da casa proprio non me la posso perdere, anzi non possiamo perdercela.


2) Modigliani a Pisa dal 3 Ottobre al 15 febbraio
    Modigliani piace tanto tanto a me, non posso davvero perdermela.


3)Picasso a Firenze dal 20 settembre al 25 gennaio
   Picasso è il nostro artista preferito, ci perdiamo nei suoi dipinti, li amiamo e spesso prima di dormire sfogliamo qualche suo catalogo, come perdere l'appuntamento? Poi potremmo approfittarne per passare un week end a Firenze e magari visitare anche qualche altro Museo. Questo è…

La ragazza fantasma

Immagine
Questo era l'unica lettura leggera (in carta) che avevo ancora in casa. E ovviamente l'ho letto immediatamente. Generalmente Sophie Kinsella ( o Madeleine Wickham, chiamatela come volete) mi piace abbastanza, ho letto molti suoi libri, anche se poi alla fine sono proprio tutti uguali, almeno nell'intreccio. Generalmente odio ogni singolo libro nelle prime 100 pagine. I comportamenti infantili delle protagoniste mi danno ai nervi, non riesco a sopportarli. Mi annoio da matti quando esce il solito uomo ricco e affermato che si innamora della protagonista sciocca e impacciata e poi... e poi le ultime 100 pagine le leggo tutte d'un fiato amando di amore puro il libro. Mi succede sempre così. E  anche questa volta è successo. Solo che questo libro mi è piaciuto più degli altri...

29 Agosto...

Oggi doveva avvenire la rivoluzione nella scuola, stando a Renzie, invece? A quanto pare tutto rimandato.  Non ci ho dormito su, sperando... anche se avevo ben poco da sperare dopo che il ministro per l'economia aveva annunciato tagli, tagli e ancora tagli. E invece niente.
E adesso aspettiamo che escano le date, escano le assegnazioni provvisorie, e speriamo nella vincita personale della battaglia in questa guerra tra poveri, perché di guerra si tratta. Io ho perso tante battaglie accontentandomi di alcune vincite provvisorie, tornassi indietro non so se sceglierei di essere insegnante anche se era il mio desiderio sin da bambina. Il lavoro è lavoro, non è la realizzazione di un sogno. I sogni nella vita sono altri anche se credetemi ultimamente i miei sono solo incubi, specialmente da due anni a questa parte. Perché poi quest'anni deve essere migliore?  Non c'è due senza tre e quindi mi aspetto che anche questo terzo anno che si apre sarà un anno di merda.
Sono molto pe…

Amore viscerale

Immagine
Sono legata a questo tratto di mare da un amore viscerale così forte che ogni sera andando a casa provo una profonda malinconia.  Ho avuto il privilegio di abitarvi per 8 estati e sono state 8 estati da sogno. Fortunatamente sono riuscita a mantenere saldo il legame con questo mare anche se la sera devo tornare a casa... e lo so che prima o poi tornerò ad abiate qui.  Questo tratto di mare è uno di quei luoghi che fa parte di me. Uno di quei luoghi vhe sa donarmi pace quando pace non ho. Un luogo che.mi guarisce. Un luogo che.mi ricarica. Non ne posso fare a meno. Mai.

Cosa si intende per Cinque Terre

Immagine
Cosa sono le Cinque Terre? Sono cinque miglia di costa rocciosa racchiuse da due promontori, cinque paesini arroccati su speroni di pietra in minuscole insenature: Riomaggiore, Manarola, Corniglia,Vernazza e Monterosso.
In senso stretto le Cinque Terre sono questo. In senso lato, in senso Turistico, quando si pensa alle Cinque Terre si intendono altri luoghi limitrofi e altrettanto belli e singolari, sparsi per tutta la provincia di La Spezia. Quindi quando pianificate il vostro viaggio dovete tenere presente che sotto la dicitura Cinque Terre oggi si intende un territorio vasto come l'intera provincia e potrete rimanere delusi dalla vostra sistemazione se non fate attenzione al posto in cui è ubicata. Ponete attenzione speciale se desiderate dormire in un agriturismo. Ce ne sono tanti e di bellissimi ma molti sono in Val di Vara, giustamente a 5 minuti dalle Cinque Terre, ma a 10 minuti di tornanti per raggiungere il mare. Nella provincia di La Spezia è molto facile passare dal ma…

Frank Lloyd Wright

Immagine
Oggi aggiungo alla mia personale web gallery un'architettura: l'edificio del museo Guggenheim di New York.  Ho trovato sul web questa foto, con questa inquadratura insolita e ho voluta aggiungere alla mia personale galleria di opere d'arte lo strano e inconsueto volume a spirale decrescente verso il basso destinato agli spazi espositivi del museo di New York.

Giornate uggiose da dimenticare

Immagine
Sono iniziate le giornate uggiose pre autunnali ed è solo il 26 Agosto. Non ha mai fatto caldo, ma è decisamente già autunno e io avevo voglia di farmi almeno altre 2 settimane di mare.
Invece oggi piove. Fa anche freddo. E c'è quella stupida pioggerellina aitunale che tanto odio. L'autunno mi deprime e vederlo in estate mi deprime ancora di più.  Io sono fatta per il caldo, per il sole e per il mare.
Poi se fosse per me un momento felice riuscirei a digerire tutto.  Invece il mio futuro incerto condito dalle affermazioni di Renzi e del ministro Giannini mi fanno stare male. Avevo creduto che Renzi fosse l'uomo nuovo, l'uomo del cambiamento, l'uomo della ripresa ma da quando veste i suoi nuovi completi blu sartoriali è diventato un venditore di fumo come gli altri e mi fa paura. Chissà cosa succederà il 29 Agosto. Mi aspetto la catastrofe, non riesco ad essere serena. Con Renzi non si può stare sereni.

Little pieces of Hope

Immagine
Da due anni a questa parte le cose non mi vanno troppo bene. Ho una serie di sfortune una dietro l'altra, intercalate da piccole gioie, subito offuscate da altri spiacevoli eventi. Ho imparato a gioire delle piccole cose, a trarre forza da queste piccole gioie per andare avanti. Cerco di non pensare troppo al futuro e di vivere il presente. Il futuro mi appare sempre troppo nero, non riesco a trovare le forze per superarlo. Invece il presente è carico di sorprese, di piccole gioie che ti aiutano ad andare avanti.
Anche in ambito lavorativo non tutto è perduto come credevo un mese fa. Non ho perso del tutto la speranza e forse riesco a metterci una pezza. Molto dipende da quello che dirà il governo il 29 Agosto. 
Maledetta data, il 29 Agosto, funesta sempre la mia vita.

Quanto tempo passare alle Cinque Terre

Immagine
Le Cinque terre, per chi non lo sapesse, sono Cinque piccoli paesi a picco sul mare e il tempo che decidete di trascorrervi deve essere commisurato allo scopo del vostro viaggio.
Se volete ammirare il paesaggio, mangiare e comprare qualcosa e farvi un tuffo allora basta anche solo un giorno. Esistono biglietti giornalieri per il treno che si possono acquistare alla stazione di La Spezia allo stand del Parco nazionale delle Cinque Terre ( qui maggiori info), che vi offrono l'opportunità di salire e scendere dal treno senza dover fare il biglietto ogni volta. Circa ad ogni ora passa un treno e così potrete visitare tutti i borghi agevolmente. Vi consiglio di partire da Spezia e Visitare prima Riomaggiore, poi Manorola, Corniglia. Lasciatevi un tempo maggiore per Vernazza, a mio avviso la più bella, e per Monterosso, la più grande e con più possibilità di svago e soprattutto con la spiaggia più grande per fare il bagno. Il treno rimane il miglio mezzo di trasporto per vedere agevolm…

le piccole cose che ti cambiano la giornata

Immagine
Non sono giorni belli e felci questi ultimi, e il peso degli eventi si fa sentire sulla spalle alla sera. Le giornate passate al mare sono tutte uguali e l'aria troppo fresca ti fa capire che ormai l'estate è finita anche se non è mai cominciata davvero.
Poi mentre torni dal mare un po' triste, con la malinconia di un estate che finisce e guardi l'orizzonte un po' inebetito e... spuntano i delfini! Vedi le pinne affiorare dal mare, vedi i dorsi uscire dal mare ed eccoli, belli eleganti. E io amo vedere gli animali nel loro habitat... vederli così liberi. Questi delfini hanno scelto il mio golfo per abitare perchè spesso sono da queste parti, solo che vederli ti riempie il cuore di gioa. Ho sempre il telefono in mano, mentre oggi l'avevo nella borsa e non sono riuscita a fotografarli. Che emozione vederli!
Vedere questi animali così belli ed eleganti e soprattutto liberi mi ha messo di buon umore, mi ha cambiato la giornata.E' proprio vero che mi accontent…

Via col vento

Immagine
Sono arrivata alla veneranda età di 35 anni senza aver mai visto per intero Via col vento, così ho approfittato dell'ennesimo passaggio in tv (leggi 20 agosto su rete 4) per vederlo. Dopo i primi 15 minuti mi sono pentita di non aver prima letto il libro. probabilmente il libro mi sarebbe piaciuto. Ho un debole per i romanzi e le storie ambientate nel sud degli Stati Uniti, specialmente se ambientate tra il 1850 e il 1900.

E devo dire che inizialmente il film mi è anche piaciuto.  Poi... tra pubblicità e altro è arrivata la noia che poi ha lasciato spazio alla disperazione ( ma quando finisce?!?). Immagino che se il film fosse sceneggiato oggi ne nascerebbe una trilogia. Il brutto è che ormai siamo abituati a film veloci e dinamici che durano poco, quindi le inquadrature che si soffermano e indugiano ormai annoiano e sei portato a fare altro invece che vedere il film. Il ritmo lento ti suggerisce di prendere il telefono, giocare, aprire Facebook, controllare la posta, tanto non …

La trama del Matrimonio

Immagine
Ho letto questo libro di Jeffrey Eugenides quasi tutto di un fiato. Avevo letto recensioni non buone e reticenti e ci avevo creduto, soprattutto dopo le delusioni degli ultimi libri di Coe. Invece pagina dopo pagina mi sono ricreduta, questo libro al pari degli altri due è bellissimo.

Madeleine Hanna era l'unica laureanda a non aver capito.
All'inizio degli anni Ottanta, mentre tutti attorno a lei leggono Roland Barthes e studiano lo strutturalismo («la prima cosa che profumava di rivoluzione»), Madeleine rimane felicemente attaccata a Jane Austen, George Eliot e Henry James. Ma ora, all'ultimo anno di università, si è iscritta al corso di semiotica. Folgorata dai Frammenti di un discorso amoroso, cede al fascino di Leonard Bankhead, un giovane dallo strano carisma che soffre di profonde crisi depressive, fino a convincersi di esserne davvero innamorata. Ma all'improvviso ricompare anche Mitchell Grammaticus, un vecchio amico ossessionato dall'idea che Madeleine sia…

Certe notti

Immagine
Questa è una notte che non ha sonno.
Che ti tiene con gli occhi aperti anche se vorresti dormire.
E' la notte in cui ti convinci che nulla puoi contro l'universo.

Loro beate e inconsapevoli, inebriate di felicità, dormono angeliche.

E tu cerchi di fare passare i minuti e le ore, consapevole che tanto così è andata e non puoi farci niente.

E poi vuoi dormire con loro.
Per sentire il loro respiro, che loro ci sono e sono con te.
Questa non è la notte in cui vuoi il letto tutto per te, questa è la notte delle coccole.

Questa è la notte in cui ti chiedi perché.
E' la notte in cui maledici di essere adulto.
... perché una volta era tutto più facile.


E il pensiero va a loro. Come preservare la loro angelica felicità?




Prendi l'Arte e mettila da parte

Oggi volevo interpretare diversamente questo proverbio.
Ho capito che in Italia è quasi impossibile fare dell'arte il proprio mestiere quindi devo prendere la mia esperienza decennale nel campo e ahimè metterla da parte.
Lasciare l'arte e metterla da parte, come svago, come piacere e nulla più.
È arrivato il momento di tornare alle mie antiche passioni... la letteratura e la storia anche se ora la strada è tutta in salita rispetto a qualche anno fa. Devo dire che non so nemmeno se ho voglia di continuare a fare questo mestiere che mi da solo delusioni.
Mi prendo i prossimi 6  mesi per capirlo.
Mi prendo un anno per capire cosa voglio dal mio futuro e poi non torno indietro.
Vorrei solo diventare miliardaria nel frattempo per non dover più pensare.

Quando visitare le Cinque Terre

Immagine
Quando mi appresto a pianificare un viaggio la mia prima domanda è: Quando andare?
In teoria le Cinque Terre possono essere visitate 12 mesi l'anno perché sono bellissime sotto il sole e uniche con il mare grosso e le nuvole cariche di pioggia. In questo caso la domanda che bisogna porsi invece è un'altra: Cosa voglio fare? O cosa posso fare?

Se volete fare un giro per i paesini e ammirare i mare e mangiare bene ogni singolo giorno dell'anno va bene, ogni week-end è quello giusto, guardando il meteo però... giornate di pioggia battente non sono certo adatte per questo tipo di viaggio e bisogna stare attenti alle allerte meteo. Ogni anno abbiamo almeno una decina di allerte meteo e credetemi che in quei giorni è davvero meglio starsene a casa. Generalmente qui potete trovare tutte le informazioni in merito, oppure qui.  Ricordatevi che il mare d'inverno ha il suo fascino e se decidete di alloggiare in uno dei paesi delle cinque terre sicuramente avrete delle sorprese, …

Nozze di ceramica

Oggi è il nostro 9^ anniversario di nozze, detto appunto di ceramica.  Prima ho letto che questi nomi derivano dal regalo che gli sposi si dovrebbero fare, quindi oggi avremmo dovuto scambiarci un regalo di ceramica.... no meglio di no. In questi 9 anni non abbiamo mai festeggiato in modo speciale. Forse 2 volte siamo andati a mangiare fuori da soli, me senza le bambine ci sentiamo un po'soli e inadeguati e quindi preferiamo stare tutti insieme come sempre. Le bambine crescono in fretta e fra poco non vorranno più stare con noi (spero il più tardi possibile) e noi avremmo tutto il tempo per festeggiare soli. Ogni età ha i suoi step, oggi ci godiamo l'infanzia delle nostre bambine che è una cosa preziosa e non torna più.  Forse stasera  andremo tutti al cinema, forse no. L'importante è stare insieme.  Il prossimo anno vorrei festeggiare in modo eclatante come rinnovare le promesse su una spiaggia al tramonto. Preferirei una spiaggia del Kenya o di Zanzibar ma mi sa che mi …

Duchamp, Fontana

Immagine
Per me questa è un'opera davvero importante. La sua analisi e la sua comprensione mi hanno aperto le porte del 900 che fino ad allora erano rimaste chiuse. 
Capendo il gesto di Duchamp ho aperto la mente all'arte del 900. 
Ho capito che prima di giudicare bisogna capire e conoscere. 
E ormai legata a lei ci sono troppi ricordi, simpatici ovviamente, che sono scritti indelebilmente nella mia memoria e che mi saltano in mente ogni volta che la vedo.

Visitare le Cinque Terre

Immagine
Ho deciso di dedicare dei post speciali alla mia terra e a tutti coloro che hanno intenzione di visitarla con qualche consiglio mirato da "abitante" del posto e non da turista e soprattutto non da agenzia turistica, perché mi sono accorta che troppi turisti vengono indirizzati male, soprattutto coloro che scendono dalle navi da crociera. Eh sì perché ormai La Spezia è un centro croceristi niente male, con 4 o 5 navi che arrivano ogni settimana.  Ma mi sono accorta che ci sono moltissimi turisti anche senza navi, sempre di più.
Prima di tutto se volete visitare le cinque terre dovete dormire a La Spezia e non certo a Genova o in Versilia come dicono tante guide turistiche. Ok a Spezia non abbiamo grandi alberghi, o alberghi convenzionati con i grandi tour operator ed è per questo che vi sbattono a destra e a manca. Per un soggiorno low cost è meglio dormire a La Spezia, o come diciamo noi Spezia e basta. Ci sono alcuni Hotel sia in centro che fuori, dipende come arrivate in …

La maleducazione

Immagine
Negli ultimi 8 anni ho avuto a che fare con orde di giovani ragazzi  fra i 14 e i 19 anni e già avevo un'idea ben precisa del livello di maleducazione raggiunto in questi anni dai giovani.  Ieri sera invece ho avuto una prova lampante sotto i miei occhi. Ieri sera siamo andati ad una festa e abbiamo deciso di servirci dei mezzi pubblici per evitare i traumi del parcheggio, al ritorno perdiamo il primo autobus, aspettiamo il secondo che non era uno dei bus straordinari per la serata ma quello di linea e per cui era ancora pieno quando è arrivato al capolinea. Quando apre le porte la gente si accalca davanti e cerca di salire senza far scendere chi è già sopra. Vedo alcuni ventenni che spintonano e salgono incuranti di tutto quindi spingo la Viki sù fra la gente in modo che almeno lei possa sedersi. Lei sale, ma ovviamente ha paura di rimaner sola sull'autobus e inizia a piangere. Quando salgo lei piange e vicino a lei si è messa una ragazzina, ma non sul sedile, ma sulla plast…

La luna e sei soldi

Immagine
Posso dire che questo libro mi ha delusa?
Mi aspettavo un libro su Gauguin, non un libro ispirato a Gauguin.

E la chiamano estate

Immagine
E siamo arrivati anche al 15 Agosto e l'estate è quasi finita. Fra 30 giorni esarti ricomincia la scuola e tutto il nervoso connesso. Non ho per niente voglia di vedere la maestra di Vittoria. L'estate è stata brutta. Non ci sono stati giorni belli e caldi e forse l'estate vera è stata a giugno, ma io lavoravo e non me ne sono accorta. O forse me ne sono già dimenticata.
Stamattina il tempo non era bello e non ci siamo azzardati ad andare al mare e quindi abbiamo deciso di andare in campagna. Ci ha colto un temporale,  pioggia a catinelle e a mezzogiorno ci siamo resi conto che stavamo meglio accanto al camino acceso a mangiare  formaggio fuso sulla brace che fuori. Il giusto ferragosto per questa estate balorda che solo ieri mi ha costretta a indossare la felpa in spiaggia e non per la prima volta.
Quando ero piccola dopo il 15 iniziava a piovere e non smetteva più.  Una pioggerellina fine ma sempre presente, non quella devastante degli ultimi anni. Chissà che inverno…

Sulla vita e sulla morte

Immagine
In questi giorni non riesco a togliermi di dosso l'idea della morte.
E' mancato in modo assurdo il mio vicino di casa. In una maniera davvero raccapricciante, in un modo che vorrei dimenticare al più presto, ma non mi è possibile.
Poi la morte di Robin Williams, una persona che nemmeno conosco, ma che mi ha gettato nell'infelicità rinnovando il pensiero della morte aperto alcuni giorni prima dal mio vicino di casa e dalla sua assurda morte. Così adesso pensieri sulla morte e sulle varie depressioni iniziano a vorticarmi in testa, i vari commenti che leggo in rete continuano a portarmi ad esempi reali e vissuti.

La depressione è una brutta bestia, una delle peggiori malattie del nostro tempo, ampiamente sottovalutata. Non ci puoi fare niente: accade. Esattamente come accade di prendersi un raffreddore. E quando la "prendi" non hai modo di venirne fuori, nessuno ti crede.

Ogni cosa che dici, ogni cosa che pensi, tutto viene denigrato con un "ma di cosa ti lam…

Autoritratti

Immagine
Oggi vorrei aggiungere alla mia "collezione" questi due autoritratti. Il primo su sfondo azzurro è di Emil Bernard con sullo sfondo Gauguin, mentre il secondo su sfondo giallo fiorito alla giapponese è Gauguin con Emil Bernard sullo sfondo. Questi ritratti furono commissionati da Vincent Van Gogh. Allora i pittori facevano giochi e scambi di questo genere, e Vincent chiese a entrambi di farsi ritrarre dall'amico, ma nessuno dei due ebbe voglia di posare per l'altro e Vincent si dovette accontentare di questi autoritratti con la presenza dell'altro sullo sfondo. Come faccio a saperlo? Ma l'ho letto in una delle lettere di Van Gogh indirizzate proprio a Bernard che sto leggendo in questo momento. Ovviamente il libro è interessantissimo e lo consiglio a tutti. Preferisco queste lettere piuttosto che quelle inviate a Theo. Sono più fresche e più divertenti, forse merito della curatrice che ha fatto un lavoro egregio. E' un libretto agevole che si legge in un…

Ciao Capitano

Immagine
Devo essere sincera? Così me lo ricordo a malapena, ho letto che in Italia è stato trasmesso per la prima volta nel 1979, quando io sono nata, e poi nel 1984, quindi  credo che sia stato un po' il sottofondo della mia infanzia, infatti ho ben chiara la sigla " Mi chiamo Mork e vengo da Ork... Na-no na-no la tua mano, Na-no na-no apri piano, Na-no na-no batti il palmo, Na-no na-no ora il fianco", chissà quante volte l'avrò sentita... Però di una cosa sono certa, Robin Williams è sempre stato uno dei miei attori preferiti da sempre. L'ho sempre apprezzato come attore, ho amato i suoi personaggi. Anche stasera che abbiamo rivisto Hook, si vedeva che era un film datato, molto lento e un po' troppo finto, ma era meraviglioso ugualmente anche nell'era del 3D. Ammiravo la sua capacità di passare dal ruolo serio e serioso a quello comico e stravagante.

Sapere che non c'è più mi lascia veramente sconvolta e triste.



Ho letto commenti decisamente brutti oggi, g…

Un mese senza

Proprio un mese fa ho rotto il mio kobo. Veniva sempre con me al mare e non ho usato troppa premura, l'ho infilato nel borsone della spiaggia e l'ho tirato fuori rotto. Lì per lì credevo di poterne riavere un altro immediatamente, l'ho subito ricomprato da Feltrinelli, ma ho avuto una spiacevole sorpresa, non me lo hanno inviato, a 99 euro non ne avevano più, erano esauriti, Così ho deciso di fare senza, per capire che gli oggetti vanno trattati con cura e non buttati nella borsa a casaccio... come se avessi rotto altre cose nella mia vita... solo lui.

Ho creduto di poter far senza di lui e dei centinaia di libri che avevo caricato, personalissime scelte che avevo fatto in questi primi 7 mesi da lettrice digitale, scelte accurate. Percorsi di letteratura americana, la mia preferita. Percorsi di letture definite da young adult, perfette per distrarmi, letture da ombrellone e anche molti classici. Di solito la sera al termine di un libro non sapevo quale scegliere tanto ero …

L'ultimo mese

Immagine
Fra un mese esatto Rachele inizierà la scuola e io lo prendo come data di fine delle vacanze. Abbiamo ancora un mese per andare al mare, fare bagni e leggere sotto l'ombrellone, tempo permettendo ovvio, visto che domani al nord è prevista l'ennesima perturbazione.
Quest'anno il tempo è stato pessimo, non posso dire di avere avuto caldo e anzi tante volte siamo partiti per il mare credendo di prenderci tanta acqua, invece poi il cielo si è aperto e abbiamo vissuto una giornata speciale.

Felicità?

Immagine
Mi sono resa conto che sono sempre in eterna attesa di qualcosa i meglio. Attendo con impazienza il venerdì quando ho la fortuna di lavorare perché comunque sono stanca e ho voglia di dormire. Aspetto con ansia la bella stagione perché odio il freddo. E quante volte ho avuto la fortuna di inseguire il caldo d'inverno? Quei tempi sono memorabili e chissà se mai torneranno. Ma infondo ogni giorno cosa vado cercando? La felicità. Perché di felicità non ne hai mai abbastanza, la cerchi in ogni luogo e più ne hai e più ne vorresti.

Anche se sto passando un momento buio rispetto allo standard della mia vita mi accorgo che cerco di sorridere sempre, rimango imbronciata un paio di giorni e poi mi passa, sono un'inguaribile ottimista, mi dico sempre "vedrai che andrà meglio", "quando si chiude una porta, si apre un portone". Però quanto è difficile tirare avanti ogni giorno cercando di sorridere, cercando la felicità.

Expo 58

Immagine
Questo libro non mi ha particolarmente entusiasmata. La storia era anche carina, a volte però scontata. Devo ammettere che non regge il confronto con altri suoi romanzi come per esempio "La casa del sonno" che mi era piaciuta tantissimo ed è quello che preferisco in assoluto fra i suoi romanzi.

Il brutto del mondo che ci circonda

Immagine
In questi giorni estivi stiamo al mare fino a tardi, usciamo, e la tv resta spenta, come ogni estate. Ieri sera mi è capitato di vedere il telegiornale da sola e sono rimasta sconvolta.
La Guerriglia fra Hamas e Israele, cristiani in fuga dall'Irak e possibilità di una nuova guerra in Irak con bombardamenti americani, la Guerra in Siria, gli sbarchi dei profughi e la recessione, la Russia che chiude lo spazio aereo agli aerei Ucraini e altre misure definite da "Guerra Fredda".
Mi sono spaventata a morte.
E chissà quante cose terribili accadono nel mondo nell'indifferenza generale, perché sono sicura che in Africa ci siano conflitti aperti che però non interessano proprio a nessuno.
E mi sono affiorate nell'animo paure e incertezze.
In che mondo ho fatto nascere le mie bambine?
Che futuro le aspetta?

Il piacere della lettura

Quest'esate ho lavorato tanto su Viki, volevo che scoprisse il piacere della lettura, quel sano piacere che la sua maestra nei primi due anni di scuola elementare ha distrutto (sadicamente aggiungerei). Mi ero ripromessa di rimettere in lei quel piacere della lettura che aveva prima della scuola elementare, ritrovare quella bambina che la sera prima di andare a letto ti chiedeva di leggere  e leggere fino all'esaurimento. E come per magia l'ho ritrovata. Come? Con l'imitazione. Viki è una bambina che imita, è una bambina a cui piace essere come mamma e papà e quindi è bastato poco per riavviarla verso la lettura.
Inizialmente le ho fatto dimenticare la maestra e la scuola. Quando si è dimenticata il dovere è sorta la curiosità e l'imitazione della mamma. Era un vero piacere mettersi a letto la sera tutte e tre e leggere ognuna il suo libro. Mentre leggevo Expo 58 mi è venuto in mente che avevo un libro di Coe adatto a lei,  lo specchio dei desideri e così le ho con…

Bazille, L'atelier de la rue la Condamine

Immagine
Perché ho scelto proprio quest'opera? Non ne ho idea. Semplicemente volevo un'opera di Bazille e ho scelto questa. Perché proprio questa? Perché racconta una storia, racconta un luogo, racconta l'amicizia. Ti ci puoi perdere dentro e immaginare di essere proprio lì ad osservarli, concentrandoti li puoi persino sentirli parlare fra di loro. A mio avviso questo è uno dei quadri su cui potrebbe nascere uno di quei romanzi che hanno riscosso molto successo come la ragazza dall'Orecchino di Perla, costruiti su di un singolo dipinto, molto evocativo.

Tipi da spiaggia II

Immagine
Oggi ho visto il tatuaggio più bello dopo la schiena con il panorama di Firenze.  Un tizio aveva sul collo  tatuato un codice a barre. Chissà se ha mai pensato di farlo leggere alla coop oppure all'esselunga con le machinette per la spesa veloce!
E che dire della tipa palestrata  che sembra un uomo e proprio non riesco a guardarla. Ha così tanti muscoli che pare uno scorticato, oppure ancora peggio quei modelli della mostra di anatomia che ho visto a Torino e che mi avevano tanto impressionata. Proprio non la posso guardare!
Poi c'è la tipa allampanata con le due figlie che poverine non è colpa loro se sono così. Quando arrivano in spiaggia iniziano a gonfiare tutto l'armamentario: Salvagenti, braccioli e giubbotto di salvataggio. Così attrezzate poi scendono in piscina a fare il bagno. La piscina è alta 70 cm al massimo e la bambina in questione ha almeno 5 anni e l'acqua le arriva all'ombelico. Sono le uniche bambine dello stabilimento che rimangono sotto la vig…

Binyavanga Wainaina

Immagine
Binyavanga Wainaina è uno dei più influenti intellettuali africani contemporanei, è nato a Nakuru nel 1971, nella Rift Valley, una delle provincie più ricche e sviluppate del Kenya. 
Nel 2002 il suo racconto Discovering Home ha vinto inaspettatamente il Caine Prize. 
Nel 2003 Wainaina ha fondato «Kwani?», un’audace rivista letteraria che ha l’obiettivo di costruire una solida rete di autori africani; nel 2005 ha pubblicato su «Granta» How to Write about Africa, un irriverente articolo satirico che scardina i cliché occidentali sul continente. Il pezzo è stato tradotto in venti lingue ed è ancora il più cliccato sul sito web della rivista. 
Da allora Wainaina vive tra gli Stati Uniti e il Kenya e scrive, tra gli altri, per «The New York Times», «The Guardian», «National Geographic». Attualmente dirige il Chinua Achebe Center for African Writers and Artists del Bard College di New York.

Il Kenya di Binyavanga Wainaina ( Un giorno scriverò di questo posto)

Immagine
A volte, la sera, mi perdo nel ricercare nuovi libri da leggere. Una sera ho cercato libri sull'Africa e più precisamente sul Kenya.

Colpo di spugna

Immagine
Avrei preferito ricevere una comunicazione simile.
Me ne sarei fatta una ragione.
Invece ho passato ore a cancellare ogni riferimento. Basta non voglio più essere quello che sono stata. Il gioco è finito. 10 anni, 10 anni di impegno e di studio e tutto ora è finito. 10 anni in cui sono stata sfruttata senza alcuna lode. E poi lentamente gettata via.