Il brutto del mondo che ci circonda


In questi giorni estivi stiamo al mare fino a tardi, usciamo, e la tv resta spenta, come ogni estate. Ieri sera mi è capitato di vedere il telegiornale da sola e sono rimasta sconvolta.
La Guerriglia fra Hamas e Israele, cristiani in fuga dall'Irak e possibilità di una nuova guerra in Irak con bombardamenti americani, la Guerra in Siria, gli sbarchi dei profughi e la recessione, la Russia che chiude lo spazio aereo agli aerei Ucraini e altre misure definite da "Guerra Fredda".
Mi sono spaventata a morte.
E chissà quante cose terribili accadono nel mondo nell'indifferenza generale, perché sono sicura che in Africa ci siano conflitti aperti che però non interessano proprio a nessuno.
E mi sono affiorate nell'animo paure e incertezze.
In che mondo ho fatto nascere le mie bambine?
Che futuro le aspetta?

Perché le cose nel mondo vanno sempre peggio e non migliorano mai?
Ogni genitore spera il meglio per il proprio figlio, cerchiamo costantemente di costruire qualcosa per rendere il loro futuro migliore e poi intorno a noi tutto crolla. Uno cerca di far finta di niente, di non accorgersi di tutto il male che abbiamo intorno, di spegnere tv, giornali e internet... ma a che pro?
Spero che un giorno tutto questo cambi, coltivo la speranza di un mondo migliore, non può sempre piovere.

Commenti

Post popolari in questo blog

12 anni

Un'estate come negli anni 80

la quinta elementare