Via col vento

Sono arrivata alla veneranda età di 35 anni senza aver mai visto per intero Via col vento, così ho approfittato dell'ennesimo passaggio in tv (leggi 20 agosto su rete 4) per vederlo. Dopo i primi 15 minuti mi sono pentita di non aver prima letto il libro. probabilmente il libro mi sarebbe piaciuto. Ho un debole per i romanzi e le storie ambientate nel sud degli Stati Uniti, specialmente se ambientate tra il 1850 e il 1900.


E devo dire che inizialmente il film mi è anche piaciuto.  Poi... tra pubblicità e altro è arrivata la noia che poi ha lasciato spazio alla disperazione ( ma quando finisce?!?). Immagino che se il film fosse sceneggiato oggi ne nascerebbe una trilogia. Il brutto è che ormai siamo abituati a film veloci e dinamici che durano poco, quindi le inquadrature che si soffermano e indugiano ormai annoiano e sei portato a fare altro invece che vedere il film. Il ritmo lento ti suggerisce di prendere il telefono, giocare, aprire Facebook, controllare la posta, tanto non ti perdi niente. E poi la pubblicità? Difficilmente ormai guardo un film alla tv, le continue pause mi snervano.


La noia è salita dopo la morte del secondo marito. Era tardi, ero stanca e non riuscivo ad apprezzare. E alla fine il famoso "Francamente me ne infischio" è stata anche una liberazione, mentre invece il celebre "Dopotutto, domani è un altro giorno " mi ha fatto innervosire. Ne hai fatte di cotte e di crude e poi... e poi... volti pagina come se 3 mariti non fossero stati nulla per te? 

A mio avviso le donne una volta erano davvero delle calcolatrici, infondo Rossella non vuole più aver fame, del resto non gli importa nulla. E questo è un'atteggiamento che mi urta. Forse io sono sempre idealista e sostenitrice dell'happy ending, ed è per questo che sono rimasta delusa. Rossella cavalca mille occasioni solo per il suo tornaconto senza badare a null'altro. Forse diventa un'eroina con quella frase, ma prima è solo una donna spregevole.
Guardandolo mi sono resa conto che questa figura di donna calcolatrice ha influenzato davvero molto la cultura, si possono trovare molte altre donne che ci assomigliano molto. Anzi se devo ditela verità mi pare che Vampire Diaries debba molto a Via col Vento. E così anche altri prodotti degli ultimi anni. Certo questo film è una colonna portante della storia del Cinema ed è giusto che abbia influenzato e influenzi ancora così tanto.

Leggendo alcune cose qua e là sono giunta alla decisione che mi comprerò il libro. Probabilmente quando riavrò un e reader, perché il libro ha 882 pagine e i libri di quella mole ultimamente mi scoraggiano, questo è un vantaggio degli e reader , non senti il peso e leggi senza problemi. 

Commenti

Post popolari in questo blog

Figlia mia non so che libro consigliarti

la quinta elementare

Un week end a Roma