Una pessima giornata

Oggi, nonostante il binario 1, è stata una pessima giornata. 

Non so quante volte ho dovuto dire a voce alta che ho perso il lavoro.

È un mese che mi dico che posso fare altro. Ma non è vero. È questo il mio lavoro, quello che mi piace fare, quello che so fare, quello che faccio meglio.

Oggi quando interrogavo morivo dentro pensando che forse non avrei mai più interrogato di Storia dell'arte per chissà quanto tempo.
E quando parlavo degli Etruschi oppure dell'architettura gotica mi sentivo al settimo cielo.
Sono sempre scappata di fronte alle evidenze, ma è questa la mia vita, quello che mi piace fare, quello per cui sono nata. Eppure non ho mai combattuto per questo. Forse è arrivato il momento.
Ho passato la giornata a dire che ho perso il lavoro ma l'ho anche passata a sperare di averne un altro, di contare le persone che ho davanti,  di contare le disponibilità.

Ora sono stanca.

Non ho certezze.

Non voglio più ripetere che....

Commenti

Post popolari in questo blog

Figlia mia non so che libro consigliarti

la quinta elementare

The End of Summer