Impasse del lettore - parte I


E ci risiamo, ho il blocco del lettore. 
Da quando è arrivato il nuovo Kobo Aura HD mi sono data alla lettura smodata e ora mi sono bloccata.
Vengo da tre letture noiose e difficili e scorrendo l'elenco delle mie ultime letture devo tornare indietro di ben 12 libri per trovarne uno che mi sia realmente piaciuto e mi abbia veramente entusiasmata fino in fondo al cuore. Capitemi, dopo 12 libri pesanti, non entusiasmanti o che comunque mi hanno lasciata indifferente non so più cosa leggere.
Vorrei un libro leggero, una storia d'amore semplice ben costruita e rilassante. Ho troppi casini nella vita per mettermi a leggere un libro serio, un libro che mi fa porre troppe domande. Non ho voglia di pensare ma solo di evadere.

Ieri sera scorrevo l'elenco degli ebook nel kobo e... volevo andare sul sicuro: Roth, Lessing... poi me fermavo e mi dicevo no... non puoi incasinarti la sera con letture del genere, ci vuole qualcosa di leggero, ma cosa?


Ho preso il nuovo libro della Kinsella. Ma non ho il coraggio di leggerlo. Di solito mi arrabbio sempre. E io adesso non ho voglia di arrabbiarmi ancora. Perché all'inizio tutti i libri della Kinsella mi fanno innervosire, poi magari mi prendono, ma poi quando mi viene in mente di leggerne un altro ecco che nei miei ricordi rimane solo la rabbia e non il piacere della lettura.
E quindi che faccio?
Boh.
Non mi piace lasciare i libri a metà. Finirò comunque quello che ho iniziato, anche se parla di depressione, cancro e ragazzini di 16 anni. Brutti ingredienti per una come me. Brutti ingredienti per questo mio momento.
Odio l'autunno, l'autunno è depressione, devo trovare qualcosa che mi faccia evadere e non mi deprima più di quanto fa già la vita e la stagione.

Quindi cosa leggo?
Di libri seri ne ho una gran lista.
Io volevo una cosa leggera e divertente tra Ho trent'anni e li dimostro e Uno splendido disastro; vorrei una bella saga come Twilight, vorrei qualcosa di impegnato ma travolgente come La trama del matrimonio; e vorrei qualcosa di speciale come Una moglie a Parigi. Vorrei libri come questi.  Ma anche un nuovo libro di Corinna Bomann o di Sara Addison Allen. Voglio troppo? Ho bisogno di libri cuscinetto, non si può sempre e solo pensare, non si può essere sempre e solo impegnati!

Commenti

Post popolari in questo blog

Connessione assente

15 Agosto 1982

Il bozzo sul limitare del bosco