Ia Orana Maria, Gauguin



Gauguin è uno dei miei pittori preferiti, lo sento da sempre uno spirito affine, condivido con lui l'irrequietezza che lo ha portato ai confini del mondo alla ricerca di un vivere primitivo a totale contatto con la natura per spogliarsi delle convenzioni occidentali, cosa che purtroppo non ha mai trovato, nemmeno a Tahiti, nemmeno nelle isole Marchesi.


Questo quadro si intitola Orana Maria e riprende il tema dell'annunciazione, dell'adorazione e della Madonna con il Bambino trasponendola in ambito Tahitiano e unendo i fari temi cristiani fra loro. Maria infatti indossa un pareo Rosso e porta il bambino secondo l'usanza Tahitiana sulle spalle e non in braccio, li riconosciamo grazie alla sottile aureola che gli circonda il capo. Di fronte a lei, nascosto in un cespuglio fiorito sta l'angelo, mentre due donne con le mani giunte e il tipico abito tahitiano si avvicinano. La scena è immersa nella foresta, nessun edificio, solo alberi fanno da contorno e in primo piano troviamo una natura morta. In basso a sinistra Gauguin scrive il titolo dell'opera Ia Orana Maria che nella lingua locale significa Ave Maria (o Ti saluto Maria, letteralmente).

Commenti

Post popolari in questo blog

Connessione assente

15 Agosto 1982

Il bozzo sul limitare del bosco