Una musica può fare....

Oggi avevo bisogno di musica. Qui dalla nonna non ho portato ne stereo né ipod e mi manca tantissimo. Così stasera mi sono messa a piegare la biancheria con you tube acceso sui canali vevo ad ascoltare un po'di U2. E poi ho cercato la nuova di Jovanotti.
Dopo i primi secondi le bambine sono accorse e ci siamo trovate tutte e tre a ballare Sabato come delle pazze e mi veniva davvero da piangere. Non ho mai fatto una cosa del genere con mia mamma. Anche se in cuor mio ho sempre invidiato certe amiche che avevano un rapporto speciale con la mamma.
Non avevamo niente in comune io e lei mentre io e loro abbiamo tutto in comune. Abbiamo lo stesso viso, andiamo tutte nella stessa scuola (addirittura viki è nella mia stessa classe), ci piace la stessa musica. Loro come io allora, ascoltano Jovanotti e Max Pezzali. Ci troviamo spesso a cantare le loro canzoni e a ballarle. Siamo unite. Fra di noi c'è amore. Troppe volte il nostro rapporto è da pari e non distaccato.

Mi sono sempre sentita unica, diversa da tutti finché non sono arrivate loro e adesso mi sento finalmente parte di qualcosa. Sono la mamma che avrei sempre voluto. Ma lo so che non sarò abbastanza perfetta e non sarò come loro mi vorrebbero, ma almeno sono sicura di aver fatto del mio meglio.

Non dimenticherò mai la gioia immensa che ho provato oggi a ballare con loro. Me la voglio scolpire nel cuore e non dimenticarla mai. Mi sono sentita felice e completa.

Commenti

Post popolari in questo blog

La piccola bottega dei ricordi, Annelise Corbrion

Allerta Rossa

Roma è serendipità