il giorno del riposo

 Mia mamma si arrabbia sempre con me perchè la domenica la riservo per i lavori di casa piuttosto che per il riposo. Mi dice sempre che la domenica non bisognerebbe far nulla e riposarsi, esattamente come faceva la nonna. Ma la nonna era una casalinga e fatto il pranzo domenicale e rassettata la cucina dopo di esso aveva finito e aveva altri 6 giorni per fare e disfare il letto, lavare i pavimenti, il bagno ecc. La mamma non è casalinga, ha sempre lavorato, ma per tanto tempo era la nonna che veniva a casa nostra e pulva lei mentre la mamma era al lavoro, così a lei rimaneva ben poco da fare. Quando la nonna non è più venuta in casa la mamma si organizzava al sabato con i lavori grossi e poi ogni pomeriggio faceva qualcosina.
Bene, io al pomeriggio non riesco proprio a fare nulla. A volte mi impongo di fare qualcosina, ma deve essere una giornata davvero super. Riesco a pulire veramente solo se entro tardi alla mattina, quindi il martedì che entro tardi faccio una super tirata e infatti arrivo sempre super sfinita a scuola. Il sabato ultimamente sono sempre troppo stanca e spesso mi viene anche la febbre, non alta, ma a 37, ma io sto subito a letto con la paura che mi ha messo su il primario di pneumo quando ho avuto la polmonite. Quindi  spesso e volentieri passo il sabato a letto, malaticcia. E mi rimane solo la domenica per fare tutto. HA voglia la mamma a dirmi che la domenica mi devo riposare, ma quando faccio i lavori di casa?

In pratica ogni donna ha il doppio lavoro, il suo e quello da casalinga. Solo uno puoi farlo davvero bene, l'altro lo tralasci... io tralascio quello da casalinga dove peraltro sono decisamente pessima. Aveva ragione mio padre quando mi diceva di sposare uno con i soldi, uno che poteva pagarmi la cameriera... ;)
In una vita parallela alla Greta Wells secondo me ce l'ho, ma non mipiace neanche un po'.

Commenti

  1. Se non faccio i lavori almeno nel week end, va a finire che la casa prende il sopravvento e inizia a vivere di vita propria, certo preferirei evitarli ma i sabato e la domenica sono gli unici giorni in cui posso dare una passata più approfondita. A volte mia madre viene a trovarmi di venerdì e quando succede, allora almeno il sabato me lo risparmio, la domenica però siamo quasi al punto di partenza che i due piccoli sono capaci di grandi "opere" in appena 24 ore.

    RispondiElimina
  2. le mie sono capaci di grandi opere in sole 2 ore...

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

La piccola bottega dei ricordi, Annelise Corbrion

Allerta Rossa

Roma è serendipità