Il giovane favoloso

C'era un tempo in cui andavo al cinema ogni settimana.  Poi abbiamo comprato la casa, poi sono nate le bambine e il cinema è una delle prime cose che abbiamo smesso di fare. Ora al massimo possiamo andare a vedere un cartone animato in 3D... e non riesco nemmeno mai a vedere la tv, sono le 20 e 40 e non mi reggo in piedi, ho giusto la forza per scrive qui e non so nemmeno se riuscirò mai a leggere qualche pagina di Giuda.
Stamattina invece ho avuto il piacere di accompagnare i mei studenti al cineforum a vedere questo film. Premetto che andare al cinema dalle 8 alle 11 ti stordisce e mi ha fatto vivere la giornata al contrario...

Comunque il film è stato favoloso e mi ha fatto venir voglia di prendermi lo zibaldone proprio stasera e fare mattina leggendolo tutto. L'ambientazione è splendida, come i costumi... curati in ogni dettaglio. È un film per chi sa qualcosa di Leopardi,  per chi conosce le sue poesie, le sue opere. Ci sono molti silenzi e moltissimi silenzi allusivi, inconcepibili se non hai almeno un'infarinatura della sua poesia.
Però se conosci il tempo, ti ritrovi in ogni singolo fotogramma. E ti rendi conto che la divisione delle arti è una stupidaggine, ogni poeta, ogni artista, ogni matematico e ogni filosofo respira l'aria del suo tempo e si nutre dell'unione del pensiero.
Se avete 3 ore libere guardatelo.

Commenti

Post popolari in questo blog

Paola Calvetti, Gli Innocenti

Una visita a Torino

Manchester... e il prossimo?