Considerazioni

Ed è finita anche quest'anno l'esperienza degli esami. Ne esco stanca ed anche incazzata. Non mi sono piaciute tante cose, ma purtroppo non possono essere cambiate. Si dovrebbe cambiare l'Italia intera per non farmi arrabbiare ma purtroppo non è possibile. L'unica soluzione sarebbe emigrare.

Forse questo è il mio ultimo anno di disoccupazione estiva. Se le cose andranno come vuole lui, Renzi, il primo settembre sarò di ruolo. Cosa farò è un po' un mistero ma non voglio pensarci.
Ieri sono venuta via da scuola un po' arrabbiata, convinta di lasciare per sempre. Mi piace quella scuola, sia chiaro, solo che mi piacerebbe cambiare. Lavorare in un paese è molto difficile,  specialmente se hai la mentalità da cittadina. Vedremo cosa mi riserva il futuro.

Sul mii personale futuro sono molto fiduciosa. Dopo questi ultimi anni terribili sono certa che qualcosa stia cambiando e che la nostra vita riprenderà il verso giusto.
Avrei bisogno di una vacanza, ma con la casa da finire proprio non se ne parla. E il momento non è dei più rosei per i viaggi, anche se mi andrebbe benissimo la Spagna ma anche la Grecia. Ma anche qualcosa qui vicino, l'importante è non pulire e non pensare al cibo.

Commenti

Post popolari in questo blog

Il Profeta

Mal di testa

La seconda prova di maturità