L'isola Palmaria


Il Golfo dei Poeti ha un bellissimo arcipelago formato da tre isole: Palmaria, Tino e Tinetto.
Le Isole del Tino e del Tinetto sono zona militare e sono decisamente inaccessibili, tranne per un giorno l'anno, il Giorno di San Venerio, il 13 settembre.

L'Isola Palmaria, invece, è parzialmente zona Militare e questo l'ha protetta da una massiccia cementificazione, facendo sì che rimanesse incontaminata. 
Oggi è famosa per le sue spiagge, raggiungibili con i traghetti dalla Passeggiata Morin oppure da Portovenere. Sull'isola sono presenti tre ristoranti, frequentati da personaggi a livello internazionale, tra gli ultimi Steven Spielberg.

E' un isola selvaggia, quindi non potete aspettarvi da lei servizi a quattro stelle, ma solo natura e la presenza dell'uomo è abbastanza discreta. Non aspettatevi sabbia, questa nel Golfo dei Poeti e in tutta la provincia è cosa davvero rara! Le spiagge sono di ciottoli e occorrono le scarpe per fare il bagno, il fondale è scosceso e pieno di ricci.

L'Isola Palmaria è per chi ama la natura, per chi vuole staccare con la folla e lo stress, non per chi si aspetta di essere servito e riverito.
Quindi consiglio di armarsi di zaino leggero, pranzo al sacco, scarpe comode e fare il giro dell'isola, un paio d'ore di camminata nel verde per scoprire altre spiagge sugli altri versanti dell'Isola e la sera fermarsi a cenare in uno dei ristoranti dell'isola. Il tramonto dalla Palmaria è veramente suggestivo.

Commenti

Post popolari in questo blog

Victoria

Amedeo, je t'aime

Egon Schiele, L'abbraccio ( Gli amanti )