un'estate di poesia


Ho sempre preferito la narrativa alla poesia, o meglio il romanzo.

Ma quest'estate ho scoperto che certa poesia si legge benissimo in riva al mare con sottofondo lo sciabordio delle onde e il grido dei gabbiani.

Poi ho scoperto che cert'altra poesia mi piace da morire, come William Blake, Walt Whitman e oggi pure Allen Ginsberg.
Perché la scopro solo così tardi?
Perché ci sono arrivata solo da adulta?
... perché nessuno mi aveva mai detto che esisteva.
Ora non la lascio più.


Commenti

Post popolari in questo blog

Victoria

Amedeo, je t'aime

Egon Schiele, L'abbraccio ( Gli amanti )