Estate 2015

Anche se tento di negarlo ogni giorno,  ormai l'estate è finita.  Oggi Rachele è tornata all'asilo e io ho iniziato a lavorare davvero. Anche se oggi pomeriggio sono venuta al mare, devo ammetterlo, ormai è andata... le giornate si sono accorciate, l'aria si è decisamente rinfrescata. Nonostante questo preferisco stare in spiaggia fino all'ultimo,  il pomeriggio va riempito e preferisco stare qui piuttosto che ad un parco in città.

Quest'anno non abbiamo fatto le vacanze e devo dire che mi sono mancate, ma almeno il tempo è stato buono e siamo potuti venire al mare quasi tutti i giorni. Abitare in una città che viene scelta da molti come luogo di vacanze ha un vantaggio: sentirsi in vacanza anche se si è a casa.

La mia isola non mi ha delusa, si è concessa meno ventosa dello scorso anno e le sue acque cristalline mi hanno rinfescata e rilassata quando ne avevo bisogno.

È stata un'estate di letture intense.

È stata una stagione tranquilla,  senza ansia lavorativa, sapevo che il lavoro prima o poi sarebbe arrivato e non mi sono crucciata più di tanto.

Quello che ha turbato la mia estate è stata la casa. Ormai è un anno che ci stiamo dietro e non è acora finita e sinceramente ormai sono stufa. Voglio la mia cucina, i miei panorami e anche la tv. Non si può vivere totalmente senza tv... sono mesi  che non vedo in film, e ogni tanto, la sera, un film ci sta... e ora non vediamo neanche più mediaset... solo la rai... da suicidio. Non so se posso durare ancora per molto. Sono mesi che mi convinco che manca poco, eppure siamo sempre fuori.....

Sinceramente non vedo l'ora di ritrovare la tranquillità e la pace di casa mia perché è l'ultima cosa che mi manca per essere come prima del 29 agosto 2012.

Comunque sia è stata un'estate bella, non la migliore,  ma non posso lamentarmi. Finalmente nelle foto abbiamo ricominciato a sorridere.

Commenti

Post popolari in questo blog

Figlia mia non so che libro consigliarti

la quinta elementare

The End of Summer