Sogni infranti

Spesso non ho il tempo per soffermarmi a conoscere i miei studenti come vorrei.
Due ore alla settimana volano e non hai tempo di conoscere ognuno di loro, i loro piccoli drammi. Nel piccolo momento che ho a disposizione con loro cerco di aprire le loro menti. A volte riesco. A volte no.

A volte mi imbatto nelle loro paure e nella loro incapacità di sognare.
La vita li ha già imbrogliati.
Li ha fatti crescere troppo in fretta.
La vita è stata avara.

Non sanno più sognare.
Non hanno bisogno di compassione.
Ma di un aiuto. Una parola che li sproni. E a te rimane sempre il dubbio di non aver detto la cosa giusta.

Commenti

  1. Non deve essere affatto facile accorgersene e non poter fare di più! Sono certa, comunque, che tu ti impegni al massimo.

    RispondiElimina
  2. Mi impegno tantissimo ma è difficile calibrare le parole...

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

La scuola è finita

Il Profeta

Mal di testa