La Reading Challenge 2016


E anche quest'anno voglio partecipare alla Reading Challenge di Popsugar. Lo scorso anno ho lasciato 14 punti, alla fine mi sono dimentica, sono stata presa da altri pensieri, ma stavolta voglio fare di meglio. Ci sono almeno 3 punti che dichiaro in partenza che non leggerò. Non leggerò un libro che dovevo leggere alle superiori. L'unico libro che dovevo leggere integralmente e non ho mai letto e mai leggerò, credo, è  I Promessi Sposi di Manzoni. Se invece vogliamo interpretare come libro che hai già letto alle superiori meno che meno, non leggo mai un libro due volte (salvo eccezioni tipo Hemingway).


Mi lascia perplessa il libro scritto da una celebrità... credo passerò anche quello. Credo eh, poi magari in questo 2016 ne uscirà uno bellissimo e io lo leggerò.

Non leggerò nemmeno un self-improvment book. O almeno credo. Perché Goodreads mette in questa lista anche libri "diversi" come il diario di Anna Frank, il profeta di Gibran, alcuni libri di Platone... insomma ci sono più di 1000 suggerimenti, potrei trovare qualcosa che mi piaccia.

Anche quest'anno passo il graphic novel, non fanno per me.

Poi il resto è molto alla portata e non avrò alcuna difficoltà a far rientrare qualcosa di mio gusto in queste categorie.

La categoria che mi affascina di più è il libro che contiene una distopia. Non sapevo neanche cosa volesse dire questa parola prima di stasera. Me ignorante, la distopia è il contrario dell'utopia. Quanti libri distopici che ho letto, primo fra tutti 1984 e la fattoria degli animali, ma anche molti libri di Asimov. Ho già qualche idea, ma credo che leggerò La notte della svastica di Katherina Burdekin, un libro che parla di un ipotetico mondo in cui Hitler ha vinto. Deve essere molto interessante.

Se volete partecipare e non sapete cosa leggere su Goodreads nella sezione Listopia troverete tutte le liste di libri tra cui scegliere. Buona lettura.


Commenti

Post popolari in questo blog

Sognare

E se stasera l'Italia perde?

Ma le stelle quante sono, Giulia Carcasi