Una Giornata a Pisa

Pisa è la città d'arte più vicina e più facilmente raggiungibile da La Spezia.
Questo è il resoconto della nostra giornata, giornata in cui abbiamo deciso di fare la cosiddetta "gita fuori porta".



Siamo partiti con calma, e abbiamo deciso di pranzare velocemente all'Ikea verso le 11e45 in modo da goderci Piazza dei Miracoli in santa pace nelle ore più calde della giornata e senza l'affanno di dover trovare un luogo per mangiare tra i tanti locali presenti nelle vicinanze, ma non lo nascondo, la mia paura più forte era quella di dover attendere ore prima di mangiare. Così alle 13 eravamo sul bel prato verde di Piazza dei Miracoli, riscaldati da un sole caldo.
Abbiamo perso molto tempo ad ammirare la Torre e gli altri edili i cui marmi risplendevano nel sole d'inverno e si stagliavano in un cielo blu che solo l'inverno dona.

Purtroppo la Torre si può visitare solo a partire dagli 8 anni, quindi per noi è ancora off limits fino ad Agosto 2018, peccato perché le bambine ci tenevano davvero a salire. Per salire sulla torre ci occorrà un piccolo prestito perché il biglietto d'accesso è di 18 euro. Davvero tanto, ma immagino che tutto il ricavato andrà nei dispendiosi lavori di restauro ma secondo me serve anche a scoraggiare, in modo che non salvano troppi visitatori.

Volevamo entrare in Cattedrale, ma per entrare bisogna comunque fare il biglietto, anche se l'ingresso è gratuito. Ieri, per motivi di culto, hanno chiuso gli ingressi ai monumenti alle ore 14.30, noi siamo arrivati in biglietteria alle ore 14 e non ci volevano neanche fare il biglietto. Io ho insistito anche perché non ero mai entrata nel Battistero e mi andava davvero di entrarci. Un solo monumento della piazza e la Cattedrale costano 5 euro e i bambini sotto gli 11 anni non pagano.
Così siamo andati nel Battistero. Bello e Maestosto. Molto grande rispetto a quelli di Ravenna che ho visitato in Maggio. Il Battistero ha una vasca centrale, l'altare e il pulpito di Nicola Pisano.

Una Piccola scala interna porta al "secondo piano" da dove si gode un'ottima a vista su tutta la piazza, ma anche sull'interno del Battistero.

L'interno è spoglio, ma si respira vera aria medievale, come nel Castel dal Monte di Federico II. L'acustica poi è notevole, peccato che per un soffio ci siamo persi la prova dell'eco...
Usciti dal Battistero la Cattedrale era ormai Chiusa e con essa anche la Porta Santa, quindi non abbiamo potuto passarla, sarà per la prossima volta.

La Piazza era sorvegliata da diversi soldati con Mitragliatore, vigili urbani ecc... volendo si poteva far finta di non vederli, comunque c'erano e un po' di ansia la mettevano, dimentico troppo spesso che comunque in luoghi simbolo dell'Italia un po' di rischio attentati c'è sempre, ma non ci siamo fatti impaurire e questo è stato il pensiero di un solo minuto.

Dopo la visita alla Piazza abbiamo proseguito per un piccolo tour della città, proseguendo verso il lungarno passando da Piazza dei Cavalieri per ammirare la Normale.

Ma la nostra vera meta era l'affresco di Keith Harring.
E' sorprendente che una città medievale come Pisa possa nascondere al suo interno una delle opere più importanti dell'arte contemporanea come l'affresco Tutto Mondo di Keith Haring.

Per ora è Gratis e si può ammirare per tutto il tempo che si desidera dalle panchine ad onda davanti al murale, oppure dal caffè a tema che hanno appena costruito davanti, oppure dal vicino parco giochi, dove i bambini possono giocare e tu mamma puoi ammirare indisturbata questa grande opera.
Questa è l'unica opera Murale di Haring concepita per durare in eterno e si trova proprio a Pisa, incredibile. E' stata dipinta nel 1989 e contiene tutti i capisaldi della pittura di Haring. Già solo questo Murale vale il viaggio a Pisa.

Commenti

  1. Pisa è molto bella, io ho visitato anche il Camposanto e mi è piaciuto molto. Sono d'accordo con te che il murale di Haring vale sicuramente la gita a Pisa, è molto ben conservato!
    Io ci torno sabato per vedere la mostra a Palazzo Blu.
    Grazie per questo bel post

    RispondiElimina
  2. Domani le mie impressioni su questa mostra! Ci siamo andati anche noi

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Figlia mia non so che libro consigliarti

la quinta elementare

Quale scegli?