Ciao Umberto


In questo momento vorrei essere a Milano, presenziare ai funerali di Umberto Eco.
In questi giorni ho riflettuto molto su cosa sia stato per me Umberto Eco.
Un mentore inconsapevole, il mio vate, un guru.
Non so neanche io come defenirlo, io so solo che se mi chiedevate cosa volevo fare da grande io rispondevo "Voglio essere come Umberto Eco". Tutta la mia riverenza, tutta la mia ammirazione si chiudono in queste parole "da grande voglio essere come Umberto Eco".

Oggi ho la certezza che cacando ai grandi letterati Italiani c'è posto anche per lui, le antologie finiscono con lui, da San Francesco a Umberto Eco, ecco tutta la letteratura Italiana.

Commenti

Post popolari in questo blog

Una visita a Torino

Paola Calvetti, Gli Innocenti

Manchester... e il prossimo?