Shadows, Jennifer L. Armentrout


In questo momento sono ossessionata dalle saghe fantasy. Ho voglia di leggere questo la sera prima di addormentarmi. Così ho iniziato anche la serie Lux di Jennifer L. Armentrout. Ho cambiato genere, dai Vampiri sono passata agli Alieni. Mi chiedo se ho fatto bene a partire dal prequel piuttosto che dal primo capitolo della saga, ma ormai l'ho letto. 

Una lettura veloce, solo 176 pagine, una storia d'amore impossibile e contrastata. Tutti dicono commovente, ma sinceramente io non ho versato una sola lacrima per la cronaca, ma non posso neanche lamentarmi di niente. Non ci sono troppi aggettivi, l'intreccio è anche ben svolto, un libretto carino insomma, quello che ci vuole prima di dormire la sera piuttosto che guardare la tv.

Sono sempre più convinta che avrei dovuto leggerlo dopo, avrei capito molte più cose, ma non so perchè mi incapponisco sempre a voler leggere le cose in ordine, questo libro è talmente agile e svelto che non sono riuscita a capire molto. Prossimamente mi darò alla lettura di Obsidian, infondo non mi è dispiaciuta come lettura.


L'ultima cosa che Dawson Black si sarebbe aspettato era Bethany Williams. Come forma di vita aliena sulla Terra, Dawson e il suo gemello Daemon trovano che le ragazze umane siano... un passatempo divertente. Ma innamorarsi di una di loro sarebbe folle. Pericoloso. Allettante. Irrinunciabile. Bethany viene dal Nevada, e l'ultima cosa che cerca nel West Virginia è l'amore. Ma ogni volta che i suoi occhi incontrano quelli di Dawson si scatena un'attrazione innegabile. E anche se i ragazzi sono una complicazione di cui farebbe volentieri a meno, non riesce davvero a stare lontana da lui. Attratta. Desiderata. Amata. Dawson però nasconde un segreto inconfessabile che non solo può cambiare l'esistenza di Bethany, ma rischia di mettere in pericolo la sua vita. Si può rischiare tutto per una ragazza umana? Si può sfidare un destino inesorabile come l'amore? 

Commenti

Post popolari in questo blog

Ci siamo quasi

Ma le stelle quante sono, Giulia Carcasi

Mugabe si dimette