Con un poco di zucchero Chiara Parenti


Ultimamente mi sono intrippata con quest'autrice, Chiara Parenti, e ho letto tutti i suoi libri. Mi era piaciuto troppo il primo e mi sono fatta tante risate con L'importanza di Chiamarsi Cristian Grei. 
Se devo essere sincera questo è quello che mi è piaciuto di meno. LA voce narrante è maschile e non credo che i maschi siano dotati di quelle pulsioni così romantiche. Le romanticherie sono datatte ai pensieri delle femmine. Ma si vede che io sono vecchia scuola.

Comunque carino e piacevole da leggere, nonostante tutti quei Cincillà.

Però mi è piaciuto anche il messaggio di fondo, che se sei in pace con te stesso la tua vita è migliore, ed è proprio vero. Quando sei tranquillo, spensierato vivi il momento e in qualche modo te lo fai bastare la tua vita prende una piega diversa. Nonostante sia un romance, c'è un po' di spessore dietro. Proprio come piace a me.


A trent’anni suonati Matteo Gallo, aspirante scrittore senza soldi e senza speranze, è costretto a vivere con la sorella Beatrice e “loro”, Rachele e Gabriele, i due scatenatissimi nipotini. Nessuna delle tate finora ingaggiate è riuscita a domarli. Ma ecco che, come per magia, un pomeriggio di fine settembre, un forte vento che spazza le nubi dal cielo porta tata Katie.
Beatrice e i suoi bambini restano subito incantati da questa ragazza inglese un po’ stravagante e scombinata, che fa yoga, mangia verdure, va pazza per i dolci… e che con le sue storie fantastiche e i suoi giochi incredibili è in grado di cancellare l’amaro della vita. Matteo invece cercherà (o crederà) di sottrarsi al suo influsso: ma sarà tutto inutile, perché Katie compirà su di lui la magia più grande. Quella dell’amore.
per maggiori info guardate qui



Commenti

Post popolari in questo blog

Figlia mia non so che libro consigliarti

la quinta elementare

ritrovarsi