Post

Visualizzazione dei post da Dicembre, 2016

... e anche questo è andato

Immagine
Il 2016 è stato un anno difficile, un anno di nuovi inizi, un anno che mi ha portato a una nuova vita, la mia vita da adulta.

Non avevo propositi per questo 2016 se non leggere ... beh con mia grande sorpresa ho mantenuto tutto. Pormi degli obbiettivi raggiungibili forse è la cosa ideale.
Il 2016 mi ha portato alcune soddisfazioni lavorative, dopo anni passati ad essere l'ultima ruota del carro, ora sono una delle prime.
Ho perso affetti. Su molti fronti. Forse non ne ho neanche mai avuti.
Ho rinsaldato rapporti con l'unica persona importante della mia vita.
Credo di aver gestito le difficoltà al meglio.

Penso che devo soltato raddrizzare le ultime storture e andare avanti.

c'eravamo tanto amati - le coppie dell'arte nel 900

Immagine
Mi aspettavo qualcosa di diverso, lo ammetto.  Bello, molto bello.  Ho imparato diverse cose che non sapevo, ma allo stesso tempo mi aspettavo qualcosa di più, mi aspettavo più gossip, ecco. Invece è tutto molto serio e culturale. E visto che è tutto così serio e ricercato mi aspettavo qualche immagine in più, visto che ho dovuto cercare su internet le opere che man mano venivano menzionate. Nonostante tutto è stata una lettura piacevole.

Cento tondi tondi

Immagine
Questo 2016 mi ha portata finalmente ad arrivare a quel traguardo di letture che inseguivo da anni, ovvero 100. Ho creduto di non riuscire, ho sperato di superare l'impresa, ma alla fine a 3 giorni dalla fine di questo 2016 non credo proprio di riuscire ad andare oltre, le cose da fare sono molte e il tempo scorre inesorabile lasciandomi stanchezza addosso e la sera non riesco a leggere molto.
Arrivare a 100 è stato difficile, ci ho messo 3 anni.  Ho iniziato nel 2013 a mettermi sotto perseguendo l'obbiettivo e dai 12 libri l'anno del 2012 (che già mi apparivano tantissimi) sono passata ai 37 del 2013, ai 62 del 2014, agli 80 del 2015. Come ho fatto?  Leggendo più libri contemporaneamente, almeno 3.  Portando con me sempre un libro da leggere nei momenti di attesa.  Comprando tantissimi libri, più di quelli che posso leggere, in modo da avere vastissima scelta. Leggendo solo quello che mi piace.  Ho spento la tv.
Quali sono stati i libri che mi sono piaciuti di più? Ne ho…

Il Cavaliere Inesistente

Immagine
Lo scorso anno, quando impacchettavo i miei libri prima del trasloco, trovai tutti i miei testi di letteratura Romanza, che tanto avevo amato e avevo avuto nostalgia dell'università, ma anche di quelle storie cavalleresche che non avevo mai più avuto il piacere di leggere. Ho iniziato a leggere questo libro per caso e mi sono da subito appassionata alla storia per questo motivo.  La storia è ambientata all'epoca delle Crociate contro gli infedeli, come i miei amati libri di letteratura romanza che non leggevo da tempo. La storia, non tratta unicamente come quelli, l'amor cortese, ma si sviluppa intorno a due personaggi antitetici: Agilulfo, cavaliere dall’armatura vuota, che esiste solo attraverso la forza di volontà e la coscienza, e Gurdulù, che esiste ma che è privo di coscienza, e che diventerà nel corso delle vicende lo scudiero del protagonista. Intorno a queste due figure ruotano gli altri personaggi, attraverso i quali viene sviluppata la narrazione.  Certo non è …

Il martirio di Santo Stefano, Annibale Carracci

Immagine
Nella tradizione Cristiana CAttolica Santo Stefano è il primo martire, Annibale Carracci  lo Rappresenta nel momento del suo martirio  avvenuto per lapidazione alla presenza di San Paolo, non ancora convertito, come narrato negli Atti degli Apostoli.  Il luogo del martirio di Stefano a Gerusalemme è tradizionalmente collocato poco fuori della Porta di Damasco, dagli Atti degli Apostoli risulta che alla morte di Stefano, intorno al 36 d.C., fu seguita da una persecuzione locale contro i discepoli di Gesù, la prima verificatasi nella storia della Chiesa che spinse il gruppo dei cristiani giudeo-ellenisti a fuggire da Gerusalemme e a disperdersi e diffondere il vangelo nel mediterraneo.

Tintoretto, Adorazione dei pastori

Immagine
Per questo Natale ho cercato qualcosa di inconsueto, Tintoretto e l'Adorazione dei pastori, una tela che si trova nella scuola di San Rocco a Venezia. La scena della navità è decentrata e spostata a destra. Giuseppe è di profilo e il bambino di vede a malapena protetto da maria sdraiata vicino a lui. Sono in una stalla malandata, dove il tetto è coperto solo di travi da cui entra la luce divina degli angeli venuti a rischiarare la notte con la loro presenza, Maria e Giuseppe hanno trovato ricovero nel fienile, sotto di loro la stalla con il bue e in primo piano i pastori che portabi doni e sembrano quasi far festa al BAmbino, ma il loro fracasso non arriva al piano di sopra dove solo due donne sono salite a rendere omaggio. Una scena inconsueta dove sacro e profano si mischiano. Dove dì sacro e dì di festa si mischiano in un tuttuno.
BUON NATALE a tutti.

Natività, Beato Angelico e aiuti

Immagine
Volevo augurare Buon Natale a coloro che passano dal mio blog con questa immagine, una Natività del convento di San Marco a Firenze, affrescato da Beato Angelico e aiuti. L'ho scelta per la sua estrema semplicità. Sullo sfondo una capanna, che fa da stalla al bue e all'asino,  davanti la sacra famiglia in adorazione del Bambino appoggiato per terra protetta da poca paglia. A Sinistra dietro Maria un angelo, a destra davanti a Giuseppe San Pietro Martire in adorazione del Bambino ci suggerisce come pregare. Niente di più, una scena semplice come a suggerirci che la semplicità è la via da perseguire in questo mondo così complicato e difficile.

Tahar Ben Jelloun - Il razzismo spiegato a mia figlia

Immagine
Ho incontrato questo autore in libreria e mi ha incuriosita perché aveva lo stesso cognome di una mia alunna. Quindi ho iniziato a prendere qualche titolo in ebook e poi anche libri di carta alla mia bancarella dell'usato e ho scoperto che mi piace davvero un sacco.

Per ora ho finito solo "Il razzismo spiegato a mia figlia" nella sua edizione originale che vendette moltissime copie, oggi ne trovate in giro nuove edizioni accresciute con riflessioni scaturite da episodi anche recenti e dalla sua attività di opinionista su Repubblica.

Io ho letto la prima versione, semplice, secca, diretta.
Secondo me è un libro che tutti dovrebbero leggere, specialmente ai bambini. Abbiamo tutti bisogno di capire, di farci un esame di coscienza e soprattutto tutti abbiamo bisogno di non aver paura.

Libro attuale, un consiglio last second da mettere sotto l'albero in un Natale un po' sottotono dopo i fatti di Berlino e dopo tutti fatti di terrorismo a cui abbiamo dovuto assistere …

Il prossimo anno...

Immagine
Il prossimo anno il primo dicembre mi siedo al pc, anzi no, il 24 novembre per la precisione, e compro tutti i regali di Natale su Amazon. Tutti, nessuno escluso.
Ho chiuso con lo shopping Natalizio. Passerò il tempo guadagnato per farmi delle passeggiate, per andare a pattinare, ma delle code nei negozi non ne voglio più sapere.

Benvenuto inverno

Immagine
La stagione che odio di più, l'autunno, è volta al termine, oggi inizia l'inverno. Da oggi posso cogliere momenti di rinascita, è vero che le temperature si faranno più rigide, ma le giornate inizieranno lentamente a crescere, il sole si alzerà ogni giorno di più e pian piano riscalderà la terra.
L'inverno al mare è fantastico. Sulla spiaggia anche se è gennaio ma il sole splende si può immaginare l'estate che arriva. La promessa di una vacanza al mare che spezzi questo periodo mi rinvigorisce. Tutto mi appare meno difficile. Oggi so che l'estate è più vicina.


Dimmi che credi al destino, Luca Bianchini

Immagine
Questo è il tipo libro dalla copertina accattivante che ti chiama insistentemente dagli scaffali della libreria finché non lo leggi. A volte hanno copertine accattivanti libri scadenti, ma non è questo il caso, anzi, il libro mi è piaciuto un sacco. Un libro divertente e ironico, ottimo per le serate autunnali, con una storia importante e a tratti anche dolorosa. ma Bianchini tesse l'elogio del potere salvifico dei libri. Ornella e Patti si salvano grazie ai libri. Questo messaggio è un po' fra le righe, ma io l'ho voluto cogliere a piene mani perché ci credo veramente. I libri possono fare molto per tutti, peccato che ce lo dimentichiamo spesso.

Mary - Downton Abbey

Immagine
Inutile dirlo, è lei la mia preferita. Ha un brutto carattere, ha fatto tantissime cose sbagliate, ma la vita le ha comunque preservato il suo bel conte e una vita in discesa. HA ricevuto un'educazione Vittoriana e non vuole proprio cambiare al contrario delle sue sorelle, eppure ogni tanto fa qualcosa di "poco Vittoriano" e molto da "Lost Generation", perchè sì anche lei ne fa parte.  Impeccabile in ogni situazione e molto inglese, sembra che il sangue americano di sua mamma non sia passato nelle sue vene.  Nonostante tutto è sempre in piedi, riesce comunque ad avere tutto come lo vuole. E ci ha fatto davvero sognare con il suo matrimonio, e che dire della promessa sotto la neve? Un momento da brividi!

Sunny day

Immagine
Non c'è niente di più bello di una giornata di sole caldo da passare in punta al molo a guardare le vele e i canottieri e sperare che l'estate arrivi il più presto possibile.

Downton Abbey

Immagine
Ero alla ricerca di nuove serie a cui appassionarmi visto che il mio amato The VAmpire Diaries volge alla fine e io ho bisogno di qualcosa con cui svagarmi. Così ho iniziato a vedere Downton Abbey con le bambine e siamo circa a metà, non riusciamo proprio a staccarci. 
La serie è già finita, ci sono 6 stagioni da circa 10 episodi l'una.  Sapendo che è finita, non ci rimarrò male, non avrò attese. Ci siamo innamorate da subito, non lo nascondo. Ci ha convinte perchè ci fa sognare una vita perfetta, una vita da servite e riverite, ma soprattutto ci piace perchè i costumi sono proprio ben curati.  PAssiamo moltissimo tempo a discutere sugli abiti, che sono molti e sempre coerenti al periodo. Il mio abito preferito è la riproduzione di un abito di Poiret presentato alla festa della milleduesima notte che fa nel suo atelier e che LAdy Sibil indossa una sera:

Il Muschio e la rugiada, antologia di poesia giapponese

Immagine
Questo è uno dei libri consigliati dal mio collega, uno di quelli da leggere prima della maturità e che io mi trovo a leggere adesso a quasi 20 anni dalla mia e dopo alemeno 15 anni dalla laurea. Lo ammetto non mi ha entusiasmata particolarmente, ma capisco il consiglio di lettura: è una poesia così diversa dalla nostra, che però in qualche modo ha influenzato tantissimo la nostra cultura del 900. Certo quando pensi al giapponismo pensi sempre e solo alle altri figurative, alla decorazione, invece anche la poesia e tutto quello che è il Giappone ha influenzato la nostra cultura in quegli anni. Ho trovato molte Eco, spunti interessanti e lo ammetto è indispensabile venire in contatto con questo tipo di poesia per comprendere meglio il nostro panorama poetico.

2017 Popsugar Ultimate Reading Challenge

Immagine
Inizialmente avevo nutrito fortissimi dubbi sulla mia partecipazione a questa Challange, poi riflettendoci ho capito che ho bisogno di stimoli per ampliare le mie liste TBR e anche i miei orizzonti e questi 52 "consigli" potrebbero rivelarsi utilissimi e scopriire cose che non conoscevo.
Come ogni anno certamente non la finirò, la seguirò solo in parte, comunque vada immagino sarà un successo. Spero di riuscire a dedicare un post ad ogni "consiglio", uno a settimana visto che sono proprio 52. Per alcuni ho proprio il vuoto. per altri ho qualche vaga idea, per altri ancora ho delle certezze. Mi sono iscritta al gruppo di lettura dedicato a questa iniziativa su goodreads e mi sento meno sola, ci sono moltissimi consigli, moltissime liste, l'unico problema è che questo social è principalmente in lingua inglese e spesso trovo consigli interessanti, peccato che poi i libri non sono assolutamente tradotti in Italiano e mi rimane un po' l'amaro in bocca, vist…

Calvino, Marcovaldo

Immagine
Ho letto per la prima volta questo libro 28 anni fa, quando ero in quinta elementare e la Maestra ne aveva letto dei brani in classe. Mi era piaciuto così tanto che avevo obbligato la mamma a comprarmelo. Mi ricordo come se fosse ieri quando l'ho trascinata in libreria a chiedere questo libro. Mi ricordo che lo abbiamo comprato, ma sinceramente oggi non so dove sia finito. Se è in casa oppure se è nel fondo con tanta parte della mia personale biblioteca. Mi ricordo che lo avevo letto e lo avevo trovato divertente. Avevo solo 9 anni, e se avessi avuto vicino un "Monaldo Leopardi" come sono io per le mie figlie avrei inviato così la mia carriera da lettrice, ma purtroppo le cose sono andate diversamente. Ora ho tutta l'opera di Calvino sui Meridiani ma anche in ebook sempre con me, un insegnante ha sempre con se dei libri salva ora come Calvino, Buzzati, Benni. E Marcovaldo proprio quest'anno è stato oggetto di analisi approfondita con i miei alunni rifugiati, l&#…

Proviamo gli audiolibri, Il barone Rampante di Italo Calvino

Immagine
Ho voluto fare una prova e ascoltare un audio libro mentre trafficavo in cucina. Ho scelto un libro che potevo ascoltare tutto di un fiato mentre facevo le cose e ho trovato Il Barone Rampante di Calvino su YouTube.  Mentre lo ascoltavo il mio dubbio più grande era: "sarà davvero il testo integrale?", non sono riuscita a trovare la mia copia cartacea per poterlo confrontare, perchè chissà dove è ancora inscatolata...
Ho scoperto che esiste un sito della Rai dove ci sono podcast di lettura ad alta voce di grandi romanzi, ma anche in questo caso non so se si tratta di testi integrali o di riadattamenti perchè ho ascoltato i 23 giorni della città di alba di Fenoglio e sinceramente l'ho letto circa 20 anni fa e lo ricordavo proprio poco e la versione cartacea fa bella compagnia a Calvino sotto le scale inscatolata in attesa di essere scartata.
Ho apprezzato moltissimo l'esperienza, anche perchè in questo periodo Calvino mi prende veramente tantissimo e mi piace oltre mi…

Disavventure in libreria

Immagine
In un certo momento della mia vita ho desiderato con tutto il cuore diventare libraia, anche solo una commessa, ma lavorare in libreria. Mi sentivo all'altezza del "magico" ruolo, mi sentivo in grado di consigliare, di assistere, di trovare, di essere gentile con i clienti e tutto il resto.
Forse questo mio desiderio ha distorto le mie attese.
Ogni qual volta che entro in libreria vorrei trovare una persona gentile, competente e insomma... all'altezza del suo importante ruolo.
Nel corso degli anni ho avuto moltissime disavventure, per cui quelle poche volte che entro in una libreria mi limito a guardare, a scoprire che ovviamente non c'è il libro che sto cercando, uscire prendere il telefono e orinare direttamente su internet se proprio ho bisogno della carta oppure mi limito ad un banale download dal mio kobo, eliminando ogni spiacevole inghippo.

Ieri desideravo trovare un libro per le mie amiche. Ne volevo due copie perchè il messasggio del libro ci accomuna t…

Single ma non troppo

Immagine
ho letto il libro solo per vedere il film. Il libro non mi è piaciuto per niente, forse solo qualche scena. Il film era carino, un paio d'ore d'allegria. Peccato che pensavo continuamente al libro, a quanto fossero diversi, anzi la sceneggiatura del film prende pochissimi spunti dal libro, qualche scena, niente di più.  Ho letto solo ora che dietro alla sceneggiatura, oltre al libro della Tucillo, c'è anche un manuale di self help da cui sono stati ripresi parecchi spunti e da cui è stata elaborata la sceneggiatura prendendo da un testo o da un altro le cose che erano più cinematografiche. Certo prendere per vera la storia della tipa che gira il mondo per sapere come sono le single del mondo è patetica e la fecondazione assistita ha senso solo se va a buon fine, come era descritta dal libro appariva solo come un capriccio. Così hanno semplicemente reso la storia verosimile, ma alla fine hanno capovolto il libro. a mio avviso perché la storia del libro era assurda e davver…

Single ma non troppo

Immagine
Penso che questo è uno dei libri più brutti che io abbia mai letto. Dalla prima all'ultima pagina. Nemmeno una frase, nemmeno una scena che mi abbia preso. Eppure stoicamente l'ho portato fino alla fine. L'ho preso perchè ci hanno fatto un film, peccato che oggi ho visto il trailer ed è tutta un'altra storia. Hanno giusto preso il titolo. Del resto da un libro così brutto cosa poteva uscirne? 
Non so che altro dire. Anzi no, una cosa posso dirla, non leggetelo, non ne vale per niente la pena, è pieno di luoghi comuni e anche di scenette al limite del possibile, nonchè assolutamente inverosimile.

Quando Amavamo Hemingway

Immagine
Appena trovo un libro che parla della Lost Generation sento l'impulso di leggerlo. Ho letto molti libri scritti dai protagonisti, molti dei quali autobiografici o semi autobiografici come Festa Mobile e Fiesta di Hemingway; Lasciami l'ultimo Valzer di Zelda Fitzgerald, i libri di Scott Fitzgerald, quelli di Gertrude Stein e  ancora Alice Toklas, Silvia Beach, e molti altri ancora. Ho letto molte cose di Fernanda Pivano, traduttrice e amica di molti di loro. Ho letto Una moglie a Parigi di Paula McLain e Zelda della Fowler, romanzi ispirati agli anni 20 a Parigi. Conosco i fatti e i personaggi. Anzi li adoro. Quindi ogni nuovo libro che parla di loro mi affascina. Ma non questo. Veramente noioso. Non aggiunge quasi niente, non mi ha fatta sognare, non mi ha dato nessun tipo di emozione, la scrittura non è neanche piacevole, anzi banale e piena di aggettivi totalmente inutili.  L'autrice consegna al lettore una figura di Hemingway  negativa, il suo ruolo di scrittore genial…

Ai tempi di internet

Immagine
Quando rifletto sulla mia infanzia penso sempre a come sarebbe stata se avessi avuto internet e uno smartphone. Senz'altro sarei stata più controllata... la mamma mi avrebbe telefonato almeno ogni 3 minuti per sapere dov'ero. Probabilmente avrei combinato guai con qualche social, da piccola ero veramente una calamita per guai e punizioni. Probabilmente mi sarei messa nei guai. Probabilmente non sarei diventata un'adulta come lo sono oggi.
E da adulta cosa ne penso?
In questi giorni mi è arrivata la notifica degli 8 anni passata su facebook. Inizialmente ho cercato tutte le persone che ho conosciuto da adolescente credendo di poter rialacciare l'amicizia, poi pian piano ho capito perchè ci eravampo persi di vista. Poi ho conosciuto gente nuova e ne sono stata felice, ci sono persone che non ho ancora mai visto, ma che vorrei conoscere, persone che ho incontrato e mi sentivo a mio agio come se avessimo passato una vita intera insieme.

Ultimamente invece sono nella fase …

Francesco Piccolo, storie di primogeniti e figli unici

Immagine
Il mio genere preferito è il romanzo, poi viene la poesia. Con i racconti faccio fatica, con il teatro non mi ci metto neanche.
Però devo dire che questi raccontini mi sono piaciuti. Questo è il libro di esordio di Francesco Piccolo e un po' si sente, ma allo stesso tempo è piacevole leggere queste storie dove i protagonisti sono i figli. Il titolo è accattivante e per questo mi aspettavo qualcosa di diverso, ma non ne sono rimasta totalmente delusa.
9 piccoli racconti agili e veloci che ci lasciano il tempo di riflettere. Lo consiglio per quando avete un paio di ore libere.

Tondelli, Altri libertini

Immagine
Non conoscevo questo scrittore italiano. Non l'ho mai incontrato nel corso dei miei studi, felice di averlo fatto nelle mie esplorazioni librarie. E' un libro forte, scritto in prima persona, un flusso di coscienza farcito di scene forti, lessico scurrile. Potrei quasi definirlo l'Harry Miller di noi altri, visto il lessico, il frasario osceno, l'inserimento nei libri proibiti e perfino processato. Anche i temi che tocca sono i medesimi. Solo che la sua prosa è più aulica nonostante cada ogni tre righe nel gergale, nonostante usi tutte quelle parolacce e anche le bestemmie. Ma per descrivere quegli ambienti, quella gioventù bruciata, come può fare ? Non c'è altra via. Ci lascia uno spaccato di vita vera, quella vita omessa da altri, perché nessuno ha il coraggio di raccontarla così com'è.
Solo per caratteri forti e di ampie vedute. Ma va conosciuto.

La Reading Challange 2017

Immagine
Ed è Uscita anche quella per il 2017, divisa in due parti, una parte per tutti e una sezione per lettori forti. Io sinceramente non so cosa fare.