Un grande regalo, io come Monaldo Leopardi


In questo 2017 mio marito mi ha fatto un grandissimo regalo, ha iniziato a leggere libri. Ha iniziato con quelli del suo illustrissimo cugino Leonardo Sciascia (si, lo ammetto l'ho sposato solo per questo :D) e poi ha trovato più congeniali libri a carattere scientifico su misteri terrestri e dell'universo. In questi giorn era rimasto senza nulla da leggere e al mare era un'anima in pena così ne ho cercato un'altro che più o meno potesse andare bene per lui, ma quanto è stato difficile, mi sono accorta di quanto sono settoriale! Conosco solo romanzi e solo romanzi che piacciono a me e solo grande letteratura mondiale, niente gialli, niente thriller, niente avventura. Solo narrativa. Un po' di saggistica, ma solo relativa all'arte e alla letteratura. Ma se devo consigliare libri a tutta la famiglia mi sa che devo allargare i miei orizzonti.

Vittoria ha trovato Le cronache di Narnia Noiosissme, ha letto Il nipote del mago e poi Il leone, la strega e l'armadio. Stasera ha deciso che i seguenti 5 capitoli li lascerà a tempo da destinarsi. Io li lessi 10 anni fa, anzi 11 e in confidenza vi dico che mi annoiarono allo stesso modo.
Ora ha iniziato Victoria di Daisy Goodwin che è uscito da pochissimo in edizione italiana, libro da cui è stata trata la serie tv Victoria. Non è un libro per bambini, non è un libro per una bambina di 10 anni, ma chissà... forse la interesserà, forse lo abbandonerà chissà. Lo ha scelto lei. Magari inizieremo a leggere libri su re e regine, anche a me e a mia nonna piaceva molto il genere, lo avremo nel dna.

Commenti

Post popolari in questo blog

Sognare

E se stasera l'Italia perde?

Ma le stelle quante sono, Giulia Carcasi