Fallimenti agostani

A giugno ero carica, ho stabilito piccoli e raggiungili obbiettivi di libri e di peso che credevo di raggiungere senza problemi e invece? E invece niente. Se a giugno non ho avuto nessun tipo di problema a perdere  3 kg e leggere più di 10 libri a luglio ho arrancato non tanto per il peso, ma per i libri. Le nuovole all'orizzonte della mia vita mi avevano impedito di leggere così tanto. Agosto è stato una tragedia su vari fronti. Libri letti pochissimi. Mi ero preparata letture pesanti e ovviamente le mie tragedie personali mi hanno allontanata dalla lettura, o almeno hanno reso ancora più pesante quello che avevo scelto. Così non so neanche se quest'anno arriverò di nuovo a 100. Capita... e nell'economia della mia vita in questo momento è il meno. Il peso va meglio, mi ero proposta un 72, sono 73.5, ma sono sicura che finita l'estate ci sarà un calo drastico è inconsapevole. D'estate peso sempre 2/3 kg di più. Ora mi va tutto quello che ho nell'armadio. Tutto. Posso mettere tutto quello che mi gira senza paura, senza dover dire quel pantalone con quella maglia proprio no. Quindi mi posso ritenere comunque soddisfatta anche se al mio vero obbiettivo mancano almeno altri 5 kg ma se vado a -10 ancora sarei più felice davvero.
Forse l'uragano che mi ha travolta mi ha impedito di curare me stessa, forse devo ringraziare di essere qui sana e salva e di essere comunque riuscita a tenere fede a qualcosa... forse non devo mandare tutto a monte e aspettare settembre e vedere se riesco a recuperare qualcosa...

Commenti

Post popolari in questo blog

E se stasera l'Italia perde?

Sognare

Ma le stelle quante sono, Giulia Carcasi