Gradite Sorprese


Qualche giorno fa scrivevo come mi rendono felice i like di Paola Calvetti du instagram ed ecco che trovo sul mio blog la traccia del passaggio di un altra scrittrice che ammiro! Pensate che Virginia Bramati ha commentato il post ddedicato al suo libro con parole bellissime! Ieri sera quando le ho lette volevo mi sono salite le lacrime! Mi sono sentita così felice!
Mai avrei pensato che le scrittrici passassero a leggere il mio blogghino... e invece! Comunque il libro mi è piaciuto davvero, lo sapete io non scrivo bugie, scrivo quello che penso davvero, nessuno mi paga e posso scrivere quello che penso e rendo conto solo a me stessa.

Adesso farò uno spazio speciale nella libreria per le mie scrittrici del cuore vicino ad Elisabetta Amoroso metterò Paola Calvetti e Virginia Bramati e poi chissà... 

Dopo l'impasse estiva negli ultimi giorni ho ritrovato vigore nelle letture, tre libri finiti in pochi giorni, interesse ritrovato nelle nuove uscite, ho passato due mesi a riscaldarmi al sole, a chiaccherare, avevo forse bisogno d'altro, ora si ricomincia. Leggendo così tanto a volte si ha bisogno di una pausa, si perde la via, non si sa più cosa si vuole, oppure semplicemente non si sa cosa leggere, nessun libro sembra all'altezza. Infondo quando ne finisci uno hai il terrore di non trovarne un altro come quello.

Commenti

  1. Quando finisco di leggere un libro, soprattutto se è stato bello, provo un attimo di "sospeso" e di vuoto al momento di sceglierne un altro e a volte non mi decido rapidamente. A meno che non ci sia già un titolo che, per svariate ragioni, ha la priorità assoluta nel dover essere messo in lettura... come mi è capitato proprio ultimamente nei giorni del mio viaggio in Francia... Atapo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io invece ero una macchinetta da guerra.... anche 4 o 5 per volta e su diversi supporti. Poi ho rallentato. Adesso chissà ....

      Elimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

E se stasera l'Italia perde?

Sognare

Ma le stelle quante sono, Giulia Carcasi