Lego

In questi giorni fra i due ponti, entrambi siamo a casa in "ferie", io avevo grandissimi progetti per questi giorni... Venerdì volevo andare alle terme, ma Rachele aveva un po' di raffreddore e non mi sono sentita di organizzare il tutto, anche perché la vasca era all'aperto e anche se l'acqua e' calda... Bisogna anche uscire. Quindi niente terme, rimandate a data da destinarsi... Poi venerdì era quasi estate... E saremmo stati benissimo. Invece oggi volevamo andare su alla fattoria e rimanere su fino al primo maggio. Oggi piove ed e' tornato freddo. Secondo voi e' possibile?
Quindi abbiamo passato e passeremo il resto del ponte a casa... E le bambine hanno riscoperto le due casse di lego che sono in sala... Il lego e' un gioco da fare con papà, era il gioco preferito di papà quando era bambino. Così ora in sala ho una ditta di costruzioni edili che sta facendo grattacieli di un metro e venti, anche trenta, sfidando la gravita'.  Anch'io da piccola avevo il lego, ma potevo giocarci solo con papà, lui montava quello che scatola suggeriva e poi guai a smontarlo! Si giocava solo con quello costruito. Qui invece si comprano le scatole, si monta il soggetto e poi si smonta tutto  ed inventa parte di quello che la fantasia suggerisce. Loro costruiscono palazzi di Rapunzel, case, caserme e tutto quello che la fantasia gli suggerisce... E il nonno quando vede tutto smontato e incasinato.... Gli piglia male!

Commenti

  1. Ciao...mi ero perso il tuo ritorno!!!
    Anche io ero un super fans del Lego ma i miei piccoli non lo amano troppo...lei cucina sempre e lui è maniaco dei trenini.

    RispondiElimina
  2. Libero mi ha stufata, pochi contenuti, pochi blog interessanti. Poi con blogger mi trovo meglio a scrivere con il cellulare..

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Connessione assente

15 Agosto 1982

Il bozzo sul limitare del bosco