Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Agosto, 2019

Royals

Ho letto questo libro perchè poi volevo passarlo a mia figlia e insomma vorrei leggerli prima io in modo da sapere cosa legge, ma mi sono resa conto che forse non è proprio quello che lei sta cercando. Per lei è troppo banale, sono certa rimarrebbe scontenta. Invece per me tutto sommato andava bene, la storia è abbastanza surreale e banale, ma rientra in quel genere di libri che mi piace leggere per staccare e divertirmi un po'.

Macchina del tempo

Stamattina mi sono alzata e l’ho salutato. Avrei dovuto farlo anche 7 anni fa. Avrei dovuto convincerlo a non andare, a rimanere a casa. Un modo si trovava. Si poteva dire che la bambina aveva pianto tutta la notte, che non stava bene. Invece  siamo sempre stati troppo onesti, le ferie erano finite e si doveva rientrare, le scuse non valevano. Quel giorno bastava un no, invece è stato un obbedisco anche se la legge stabiliva il contrario. Quando il capo ordina anche contro la legge eri abituato ad obbedire, peccato che obbedendo ad un ordine sbagliato quel giorno hai quasi perso la vita.  Per qualcosa che non mi so spiegare la vita non l’hai persa però è profondamente cambiata e ho capito che non tornerà mai come prima anche se per lunghi anni l’ho sperato. Niente sarà più come prima, troppe cose si sono perse in quei 12 metri e nessun tribunale me le potrà restituire. Nessun tribunale me le potrà restituire perché in Italia sono tutelati più i criminali che le vittime, perché in Ita…

La fine delle ferie

E anche quest'anno ci siamo arrivati.
Domani si ricomincia.
Per la prima volta non ho pensato al lavoro. Questa è stata la prima estate della mia vita in cui la mia mente è stata sgombra dai pensieri lavorativi. Volevo rivedermi bene i programmi, invece ho liberato la mente. Ho letto tantissimo. Ho esplorato alcuni ambiti di interesse, ma più per me stessa che per la scuola. A giugno ho visitato bene alcuni musei a Roma da sola per conto mio, una bella panciata solitaria. A volte andare da soli serve, specialmente se si fa un lavoro come il mio. Questa visita solitaria è stata "digerita" attraverso molte letture nel corso dei due mesi successivi, culminata nella visita delle cave di Carrara. Ho capito molte cose. Spiegherò molte cose in modo diverso. A volte le ferie servono per crescere e capire e non sono propriamente delle ferie.
Luglio l'ho passato alla mia isola fra i libri.
Tra Luglio e Agosto ho cambiato Isola, ma sempre di Isola si è trattato.
Agosto è stato…

Non avrai segreti

Volevo lasciare il libro dopo 10 pagine, tanto non era adatto a me, invece poi alla fine l'ho letto tutto. Non era poi così male, forse un po' troppo esplicito e anche un po' surreale. I super incesti esistono, ma qui credo che si giunga al paradossale, ma come happy ending abbiamo l'amore che trionfa su tutto e quindi il cerchio quadra. Leggendo tanto si sà che a volte si incappa in libri discutibili, ma una lettura leggera ogni tanto ci sta.

Prima di ripostare “salviamo l’amazzonia”

In genere sono molto sobria, non scrivo mai niente di polemico, ma in questi giorni proprio non posso. Ho letto la qualunque sulla questione Amazzonia. Chiunque si è sentito in dovere di scrivere la sua. In disordine le cose che mi hanno dato fastidio: • coloro che hanno condiviso animali morenti come bambi, zebre ed elefanti morenti. Ma sapete almeno dov’è l’Amazzonia? A quanto pare non sapete neanche cos’è prima di non sapere dov’è. • Coloro che hanno condiviso “finalmente piove!” ... qui non commento. • quelli che scrivono che per aiutare l’Amazzonia non bisogna mangiare la carne.
Potrei scrivere tantissime altre sciocchezze che mi fanno rodere il fegato, ma mi fermo qui. Cosa davvero potremmo fare di concreto? Condividere un post serve a poco, questo lo sappiamo. La frase un click salverà il mondo è falsa. Occorre informarsi e capire. Essere consapevoli è il primo passo. Quando ognuno di noi sarà mediamente consapevole del suo posto sulla terra allora il mondo sarà diverso. Io no…

Playlist. L'amore è imprevedibile

Un libro leggero e senza impegno di quelli che proprio mi piacciono e vorrei sempre a portata di mano quando la vita si fa dura per rilassarmi un pochino come se stessi guardando un film oppure una serie tv.
Una storia leggera che presto dimenticherò ma che mi ha donato attimi di spensieratezza. Ma devo dire che faccio fatica a trovare libri simili per riempire i miei periodi di amarezza.

Leggo troppo?

Ieri ho passato almeno un paio di ore cercando un libro da leggere. Non sapevo quale scegliere. Non volevo un libro noioso, non volevo un romance, non volevo un libro troppo lungo. Volevo un libro interessante che mi tenesse incollata alle pagine proprio come l’ultimo. Peccato che faccia sempre più fatica a trovare cose che mi piacciano veramente. Forse anche per questo motivo sto leggendo un pochino meno. Mantenere 100 libri all’anno è difficile proprio perché questi 100 libri vanno trovati... probabilmente negli anni scorsi anche via social alcuni libri venivano spinti di più e mi appuntavo di più i titoli, mentre ora certe bookblogger che seguivo hanno un po’ allentato se non lasciato... lo ammetto che sono un paio di anni che non frequento più le fiere del libro... mentre un anno mi son fatta sia Milano che Torino... però fatico proprio a star dietro a tutto questo è a capire se ci sono libri che mi piaceranno. Poi quando incappi in una serie di brutti libri di passa pure la vogl…

Quando tutto cambia

Ho evitato la lettura di questo romanzo per mesi, soprattutto per via della trama, ma poi mi è capitato e non ho pensato che era proprio quello che non volevo leggere.
E' diviso in que parti, la prima molto bella, veramente il tipo di libro che mi piace leggere per rilassarmi, poi nella seconda parte si ha un colpo di scena e non ho ritrovato quelle freschezza nell'intreccio, semvrava un po' forzato. Ma nella sua complessità è un bel libro, anche se trattava un tema che non volevo affrontare, come quello del coma.
Leggo questi libri pensando a Vittoria, ma anche questo non va bene, è ancora troppo piccola per leggere di scene esplicite... eppure vedo certi libri in mano alle sue amiche e mi chiedo se le mamme sappiano cosa leggono le loro figlie dodicenni... non vorrei fare la bacchettona, ma mi pare che non sia ancora il momento.

Questa è la mia vita

Beati coloro che alzano le spalle e vanno avanti. Io spesso non ci riesco. Ci sto male. Mi arrovello. Specie quando ci vanno di mezzo le bambine, anche se poi spesso a loro non interessa, ma invece io credo di sì.  Quando imparerò ad essere felice e basta credo che avrò una vita diversa.

Un audiolibro

Quando ero in Sardegna si sono rotti i miei occhiali da sole e sono rimasta più di dieci giorni senza. Non vi dico il disagio... io che non sopporto la luce, io che li portò sempre. Immaginatemi al mare in pieno sole con gli occhiali bianchi. L’assenza di occhiali da sole mi ha causato un mal di testa che proprio non se ne vuole andare e faccio fatica a leggere così oggi, visto che il dolore era particolarmente forte ho attivato l’abbonamento prova a storyteller. Fino al 15 novembre potrò usufruirne. Inizialmente non volevo, ma dato che sto leggendo pochissimo perché mi fa male la testa e gli occhi e al mare non ho nulla da fare ho deciso di provare. Ho deciso di “ascoltare” un libro che ho nelle mie liste da tanto ma non ho mai letto ovvero La verità sul caso Herry Quebert. Devo dire che mi sta piacendo molto e che ascoltandolo mi sono davvero rilassata e il dolore agli occhi e alla testa mi si è attenuato. Ma e anche vero che se avessi avuto questo libro tra le mani lo avrei letto …

Addio Fantasmi - Nadia Terranova

Ho faticato molto a leggere questo libro, soprattutto perchè l'argomento centrale del romazo mi riguarda molto da vicino e proprio sull'abbandono del padre non ho voglia di riflettere in nessun modo. Leggere  questo libri la sera mi procurava incubi, per cui dovevo leggerlo di giorno, in momenti di quiete. LA lettura mi agitava e mi portava dove consciamente non vado mai. L'immedesimazione con la protagonista è stata totale, anch'io ho incontrato i miei fantasmi, solo che io non ho modo di liberarmente come, alla fine, lei riesce. O almeno spero, perchè il gesto che compie è sì liberatorio, ma visto che il romanzo si conclude non so davvero se sia stato totalmente liberatorio, o solo in parte.

Tra Loro - Tom Ford

In questi giorni sto leggendo molto e sto prendendo romanzi a caso nel mio kobo, uno dietro l'altro. Come ogni volta non ricordo perchè ho deciso di leggere questo libro, ma l'ho molto apprezzato. Sicuramente viene da un consiglio di Goodreads o simili che  me lo consigliava perchè simile ad altri libri che ho letto.
Questo testo è una sorta di autobiografia dove l'autore parla prima del padre e poi della madre delineando le figure in modo personale ma anche spiettao, per documentare la middleclass americana.
Un buon libro che raccoglie molti dei miei interessi principali come la scrittura asciutta e diretta (tipica di molti americani) e l'analisi della società.

La fattoria

Dopo le vacanze in Sardegna abbiamo passato qualche giorno alla fattoria, solo 3 e me ne dispiace. Mi appaiono sempre troppo pochi.
Vorrei passarci più tempo perché lì mi sento a casa, mi sento in pace con me stessa e mi ricarico. Mi piace stare lì perché c’e Più fresco, perché la notte è priva di rumori e mi sembra di dormire meglio. Mi piace stare lì perché mi sento connessa con la mia famiglia, con i miei antenati e mi sento più sicura. Soprattutto in questo periodo che mi sento stanca e affaticata lassù mi sento in pace.
Vorrei stare di più perché ho voglia di andare in giro e rivedere certi posti, invece per una scusa o l’altra stiamo sempre in casa, non che mi dispiaccia, ma avrei voglia di vedere anche in giro...
Le bambine non hanno mai voglia di camminare e devi dire che si spaventano per niente ... sono forse troppo cittadine.
Non so se nei prossimi mesi avrò modo di tornare sù, quest’anno i turni di mio marito cadono un po’ male e non riusciamo a salire... però la mia casa…

La notte del getsemani

Letto tutto d'un fiato. Mi è piaciuto tantissimo e vorrei rileggerlo di nuovo per afferrare meglio certi concetti che mi sono segnata e che ho tanta voglia di approfondire. Avrei dovuto comprarlo di carta, glossarlo e sottolinearlo per capire bene tutto fino in fondo.
Le riflessioni che ne scaturiscono sono intime e personali, inutile riportarle, inutile rovinare la sorpresa. io semplicemente, vi invito a leggerlo.

Spargi

Le vacanze sono quasi finite, mi aspettano ancora alcuni giorni alla fattoria e poi dovrò ricominciare a lavorare. Quest'anno ci siamo fatti una vacanza al mare, l'ultima fu in Tunisia nel lontano 2009, quest'anno siamo andati in Sardegna. Non vado volentieri in vacanza d'estate perché preferisco casa mia e il mio mare, preferisco una vacanza al mare d'inverno, ma ultimamente è sempre più difficile farla. Però quest'anno siamo andati in Sardegna, io c'ero già stata nel lontano 1996, ma mio marito e le bambine mai, nonostante mio fratello abbia abitato alla Maddalena per due anni circa.
E mio malgrado ho scoperto che molto vicino a noi c'è un mare spettacolare, migliore di quello di Zanzibar, del Kenya o dell'Egitto. Fare il bagno all'isola di Spargi nell'arcipelago della Maddalena è stato fantastico. Un colore e una trasparenza che non si possono descrivere. Un'esperienza indescrivibile che rimarrà scolpita nella mia memoria.

Canone inverso

Quest romanzo mi ha lasciata scioccata. E' di una bellezza sconcertante e mi ha lasciato uno stato interno che non so descrivere. E' una storia dentro alla storia dove la Storia è solo sullo sfondo ma propompe con l'ansia della seconda guerra mondiale e dei campi di concentramento. E sono ancora a chiedermi se Jeno sia un prodotto della mente oppure una figura reale, se sia la personificazione della pazzia e dell'estro musicale, oppure sia una figura vera.
Mi lascia incerta perchè Rachele si è accostata da poco allo studio della Viola e ho notato in lei questo straniamento nel momento in cui impugna lo strumento e mi chiedo se sia un'eredità atavica, proprio come confuta Jeno a casa Blau. In ogni libro che incontro in questo periodo colgo sempre un particolare che mi riguarda, che mi attira e su cui mi focalizo, che magari non è la chiave di lettura corretta. Tendo a fare mio ogni singolo libro che leggo.

Ne hanno un tratto un film. Guardando il trailer sembra str…

Il tesoro greco - Irving Stone

Ho deciso di leggere anche questo testo perchè quello su Michelangelo, nonostante la mole di pagine, era corso via veloce tanto era scritto bene. Non posso dire lo stesso de Il tesoro greco che narra le avventure di Henry Schliemann durante i suoi scavi in Grecia. A mio avviso è un libro a tratti noioso, non scorrevole, che mi ha portato via molto tempo. Ma nonostante questa lentezza mi è piaciuto pèerchè mi ha immersa nel mondo degli sterri ottocenteschi. Le parti in cui si narra dello sterro mi facevano accaponare la pelle, pensavo al modo di condurre gli scavi prima di Nino Lamboglia     senza alcun metodo scientifico e con il solo intento di "scoprire tesori", quindi pezzi interi, mentre oggi quanto peso si da anche solo ai carboni di un braciere? Forse la difficoltà di leggere questo libro è anche dovuta alla repulsione per il metodo poco scientifico descritto nel libro. Diciamo che erano difficoltà tutte mie, che mi soffermavo a mensare quanto abbiamo perso durante qu…