Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da 2019

Questa è la mia vita

Beati coloro che alzano le spalle e vanno avanti. Io spesso non ci riesco. Ci sto male. Mi arrovello. Specie quando ci vanno di mezzo le bambine, anche se poi spesso a loro non interessa, ma invece io credo di sì.  Quando imparerò ad essere felice e basta credo che avrò una vita diversa.

Un audiolibro

Quando ero in Sardegna si sono rotti i miei occhiali da sole e sono rimasta più di dieci giorni senza. Non vi dico il disagio... io che non sopporto la luce, io che li portò sempre. Immaginatemi al mare in pieno sole con gli occhiali bianchi. L’assenza di occhiali da sole mi ha causato un mal di testa che proprio non se ne vuole andare e faccio fatica a leggere così oggi, visto che il dolore era particolarmente forte ho attivato l’abbonamento prova a storyteller. Fino al 15 novembre potrò usufruirne. Inizialmente non volevo, ma dato che sto leggendo pochissimo perché mi fa male la testa e gli occhi e al mare non ho nulla da fare ho deciso di provare. Ho deciso di “ascoltare” un libro che ho nelle mie liste da tanto ma non ho mai letto ovvero La verità sul caso Herry Quebert. Devo dire che mi sta piacendo molto e che ascoltandolo mi sono davvero rilassata e il dolore agli occhi e alla testa mi si è attenuato. Ma e anche vero che se avessi avuto questo libro tra le mani lo avrei letto …

Addio Fantasmi - Nadia Terranova

Ho faticato molto a leggere questo libro, soprattutto perchè l'argomento centrale del romazo mi riguarda molto da vicino e proprio sull'abbandono del padre non ho voglia di riflettere in nessun modo. Leggere  questo libri la sera mi procurava incubi, per cui dovevo leggerlo di giorno, in momenti di quiete. LA lettura mi agitava e mi portava dove consciamente non vado mai. L'immedesimazione con la protagonista è stata totale, anch'io ho incontrato i miei fantasmi, solo che io non ho modo di liberarmente come, alla fine, lei riesce. O almeno spero, perchè il gesto che compie è sì liberatorio, ma visto che il romanzo si conclude non so davvero se sia stato totalmente liberatorio, o solo in parte.

Tra Loro - Tom Ford

In questi giorni sto leggendo molto e sto prendendo romanzi a caso nel mio kobo, uno dietro l'altro. Come ogni volta non ricordo perchè ho deciso di leggere questo libro, ma l'ho molto apprezzato. Sicuramente viene da un consiglio di Goodreads o simili che  me lo consigliava perchè simile ad altri libri che ho letto.
Questo testo è una sorta di autobiografia dove l'autore parla prima del padre e poi della madre delineando le figure in modo personale ma anche spiettao, per documentare la middleclass americana.
Un buon libro che raccoglie molti dei miei interessi principali come la scrittura asciutta e diretta (tipica di molti americani) e l'analisi della società.

La fattoria

Dopo le vacanze in Sardegna abbiamo passato qualche giorno alla fattoria, solo 3 e me ne dispiace. Mi appaiono sempre troppo pochi.
Vorrei passarci più tempo perché lì mi sento a casa, mi sento in pace con me stessa e mi ricarico. Mi piace stare lì perché c’e Più fresco, perché la notte è priva di rumori e mi sembra di dormire meglio. Mi piace stare lì perché mi sento connessa con la mia famiglia, con i miei antenati e mi sento più sicura. Soprattutto in questo periodo che mi sento stanca e affaticata lassù mi sento in pace.
Vorrei stare di più perché ho voglia di andare in giro e rivedere certi posti, invece per una scusa o l’altra stiamo sempre in casa, non che mi dispiaccia, ma avrei voglia di vedere anche in giro...
Le bambine non hanno mai voglia di camminare e devi dire che si spaventano per niente ... sono forse troppo cittadine.
Non so se nei prossimi mesi avrò modo di tornare sù, quest’anno i turni di mio marito cadono un po’ male e non riusciamo a salire... però la mia casa…

La notte del getsemani

Letto tutto d'un fiato. Mi è piaciuto tantissimo e vorrei rileggerlo di nuovo per afferrare meglio certi concetti che mi sono segnata e che ho tanta voglia di approfondire. Avrei dovuto comprarlo di carta, glossarlo e sottolinearlo per capire bene tutto fino in fondo.
Le riflessioni che ne scaturiscono sono intime e personali, inutile riportarle, inutile rovinare la sorpresa. io semplicemente, vi invito a leggerlo.

Spargi

Le vacanze sono quasi finite, mi aspettano ancora alcuni giorni alla fattoria e poi dovrò ricominciare a lavorare. Quest'anno ci siamo fatti una vacanza al mare, l'ultima fu in Tunisia nel lontano 2009, quest'anno siamo andati in Sardegna. Non vado volentieri in vacanza d'estate perché preferisco casa mia e il mio mare, preferisco una vacanza al mare d'inverno, ma ultimamente è sempre più difficile farla. Però quest'anno siamo andati in Sardegna, io c'ero già stata nel lontano 1996, ma mio marito e le bambine mai, nonostante mio fratello abbia abitato alla Maddalena per due anni circa.
E mio malgrado ho scoperto che molto vicino a noi c'è un mare spettacolare, migliore di quello di Zanzibar, del Kenya o dell'Egitto. Fare il bagno all'isola di Spargi nell'arcipelago della Maddalena è stato fantastico. Un colore e una trasparenza che non si possono descrivere. Un'esperienza indescrivibile che rimarrà scolpita nella mia memoria.

Canone inverso

Quest romanzo mi ha lasciata scioccata. E' di una bellezza sconcertante e mi ha lasciato uno stato interno che non so descrivere. E' una storia dentro alla storia dove la Storia è solo sullo sfondo ma propompe con l'ansia della seconda guerra mondiale e dei campi di concentramento. E sono ancora a chiedermi se Jeno sia un prodotto della mente oppure una figura reale, se sia la personificazione della pazzia e dell'estro musicale, oppure sia una figura vera.
Mi lascia incerta perchè Rachele si è accostata da poco allo studio della Viola e ho notato in lei questo straniamento nel momento in cui impugna lo strumento e mi chiedo se sia un'eredità atavica, proprio come confuta Jeno a casa Blau. In ogni libro che incontro in questo periodo colgo sempre un particolare che mi riguarda, che mi attira e su cui mi focalizo, che magari non è la chiave di lettura corretta. Tendo a fare mio ogni singolo libro che leggo.

Ne hanno un tratto un film. Guardando il trailer sembra str…

Il tesoro greco - Irving Stone

Ho deciso di leggere anche questo testo perchè quello su Michelangelo, nonostante la mole di pagine, era corso via veloce tanto era scritto bene. Non posso dire lo stesso de Il tesoro greco che narra le avventure di Henry Schliemann durante i suoi scavi in Grecia. A mio avviso è un libro a tratti noioso, non scorrevole, che mi ha portato via molto tempo. Ma nonostante questa lentezza mi è piaciuto pèerchè mi ha immersa nel mondo degli sterri ottocenteschi. Le parti in cui si narra dello sterro mi facevano accaponare la pelle, pensavo al modo di condurre gli scavi prima di Nino Lamboglia     senza alcun metodo scientifico e con il solo intento di "scoprire tesori", quindi pezzi interi, mentre oggi quanto peso si da anche solo ai carboni di un braciere? Forse la difficoltà di leggere questo libro è anche dovuta alla repulsione per il metodo poco scientifico descritto nel libro. Diciamo che erano difficoltà tutte mie, che mi soffermavo a mensare quanto abbiamo perso durante qu…

Ricordi dormienti

Modiano mi piace veramente molto.  Ricordi dormienti è uscito in Francia nel 2017.  È  il primo libro che lo scrittore ha pubblicato dopo il Nobel, rompendo un silenzio che durava da molto tempo. ean ha paura del vuoto. Un giorno, camminando sul lungosenna, si imbatte in un libro dal titolo accattivante: Il tempo degli incontri. In preda a una improvvisa vertigine precipita nel suo passato e con la memoria i ricordi lo portano a mettere ordine nel suo  tempo degli incontri che fu.
Una storia affascinante, piccoli frammenti che emergono e formano ricordi più o meno veritieri. Storie e persone si intrecciano.
Un libro letto in uno dei miei momenti di vuoto, dove il passato si cancella e riemergono solo frammenti casuali. Leggerlo è stato molto evocativo e si è intrecciato con il mio vissuto facendo riemergere cose che credevo perse. Il potere degli ottimi libri è questo.
mi sono segnata dei passi e vorrei ricordarli perchè mi hanno particolarmente colpita:

"A quei tempi io dov…

Pensa, prima di scrivere

Pensare è fuori moda. Pensare è difficile. Conosciamo sempre meno parole quindi i nostri pensieri sono semplici, non abbiamo l’opportunità di formulare pensieri complessi. Conoscendo così poco spesso ci capita di rispondere, di scrivere, cose abominevoli senza neanche p pensare al vero significato di quello che stiamo scrivendo. Prima di agire occorre ponderare, ma siamo nell’era dell’invio facile, del soprappensiero, del multitasking e quindi è naturale che scappi quello che in realtà non si vorrebbe dire, ma ormai si è detto. Certo si può ritrattare, un po’ sconcertati per la reazione altrui ma ormai si è detto, anzi scritto e già gli antichi sentenziavano scripta manent. Mi capita sempre più spesso di vedere persone che ci rimettono per una battuta scritta in chat, battuta idiota che nessuno avrebbe notato se pronunciata nel contesto orale, ma diventata una cosa brutale se estrapolata da una chat scritta. Come ora la collega che ha scritto quel commento inopportuno sul Carabinier…

Gli uomini illustri - Cornelio Nepote

Posso dire che è stata una lettura entusiasmante? Mi rammarico di non aver fatto latino alle superiori e quindi di non essere riuscita ad approfondire bene all'università e ora trovo veramente tantissimo piacere nel leggere quello che in gioventù mi sarebbe servito ma non ho avuto modo di incontrare. Nella mia formazione ci sono molte lacune e per quanto io cerchi di colmarle non sarò mai abbastanza soddisfatta. Inutile dire che le vite che mi sono piaciute di più sono quelle di Catone ed Attico, ma ho apprezzato anche i condottieri greci, certi fatti mi hanno aiutata a comprendere meglio la storia della grecia, storia che conosco poco e male, mea culpa.

Dancing Paradiso

Un romanzo in versi composto da capitoli brevi, monologhi, dove vari personaggi sono vegliati da Angelo angelica. I personaggi sono tipicamente benniani: malinconici, struggenti, comici, crudeli, furibondi, costretti alla solitudine, ciascuno di loro sembra aver perso ogni speranza.
Una lettura diversa.

La donna che non invecchiava più

Questo libro mi è piaciuto un sacco. Per certi versi mi sono riconosciuta nella protagonista che trova un sincero imbarazzo a non invecchiare mai. Dimostrando quasi la metà degli anni che ho mi sono riconosciuta nei suoi imbarazzi, anche se qui la sua gioventù rappresenta un ostacolo con risvolti grotteschi, mentre nella mia vita non ho difficoltà così grandi, anche se tutti mi scambiano con una ragazza di quinta piuttosto che per un'insegnante.
Un libro curioso, ma veramente nteressante, una sorta di Dorian Gray, ma bonario, non è un patto con il diavolo.

Le vacanze

Sono circa dieci giorni che sono in vacanza e cosa ho fatto?
Mi sono annoiata.
Sono andata al mare quasi tutti i giorni.
Ho letto davvero tanto.

Inutile dire che sarei già pronta per tornare al lavoro.
Verei voglia di partire per una capitale e camminare tutto il giorno per musei e strade, ma... per quest'anno nessun viaggio di scoperta, solo una settimana in Sardegna. Ancora sole e mare.. ma anche amici.
Ancora una volta molti sogni nel cassetto e tanta difficoltà nel farli diventare realtà. Sognare non costa nulla, realizzare... non è di certo a costo zero.

Hai detto trenta?

Dopo una serie di libri "pesanti" avevo bisogno di un titolo leggero che potesse liberarmi la mente per qualche ora. La storia è abbastanza banale e scontata, ma ho apprezzato il background di situazioni che mi riporta diretta alla mia gioventù. LA smemoranda piena di ricordi, i take that, Cesare Cremonini... anche se io impazzivo per J Ax e ho incontrato proprio lui! Insomma ci sono un saccco di situazioni che ho vissuto anch'io a quell'età. Mi ci sono ritrovata, anche se a me manca il viaggio con le mie amiche di una volta, noi che avevamo deciso di taggarci con dei nomi che iniziavano con la S... A dire il vero la mia amica aveva proposto di incotrarci per il nostrimo quarantesimo compleanno, ma io sono troppo impegnata per questo revival, anzi non mi sono sentita pronta.
Dimenticavo... i libri troppo vicini al mio vissuto mi creano fastidio. Dovrei accuratamente evitarli eppure mi si ripresentano...

Vacanze instagrammabili... anzi da spot

In questi giorni sta andando in onda lo spot tim del 5G girato a casa mia. La bellissima chiesa diSan Pietro è la protagonista di questo spot ma è anche il luogo delle mie vacanze assolutamente instagrammabili. Ogni giorno dalla mia sdraio, quando alzo gli occhi dal libro, è proprio questo ciò che vedo. Le acque del canale sono quelle in cui mi bagno per tutti i 100 giorni dell'estate. Parafrasando Jax non serve andare a Portorico, ma se restiamo insieme sembra un paradiso anche Porto Venere, ah no, Porto Venere è proprio un paradiso!
Brucia il sole in ufficio che voglia che hai di scappare
Uscire dall'acqua coperti di sale
Mare blu profondo, sulla pelle il vento
Intorno solo gente
Che balla, che balla, che balla
Intorno solo gente
Che balla,…

La matematica dell'amore

Ogni tanto qualcosa di leggero me lo concedo e questo non era nemmeno poi così male anche se come tutti i romanzi rosa è abbastanza scontato nella trama.
Stella, la protagonista, affetta da sindrome di Aspanger non ha esperienza con gli uomini per questo decide di "affittare" un escort per poter imparare, peccato che poi si innamorino, ve l'ho detto la trama è scontata. Alcuni temi potevano essere condotti con maggior profondità, analizzando e approfondendo le problematiche di Stella, a mio avviso. Ma essendo un romanzo rosa, la cosa viene sfruttata solo come "contorno" oppure come espediente in quanto giustifica la "mancanza di esperienza" di una trentenne. E' questo il punto che mi ha lasciata un po' perplessa... comunque avevo voglia di un libro leggero, non posso pretendere di avere di più.

Riposo

Con oggi abbiamo chiuso, non voglio più pensare alla scuola per un po'.
Nei giorni scorsi mi sono concessa un po' di riposo alla fattoria e mi sono come sentita catapultata in un altro mondo. Il fresco delle colline, un po' di pioggia. Un salto nel tempo e la sensazione quasi fisica di avere vicino il nonno e la nonna mi ha rilassata. Se oggi non fossi dovuta per forza tornare a scuola sarei rimasta ancora un pochino, solo per quella bellissima sensazione di vicinanza. Era così rassicurante. Mi sentivo davvero bene, in pace con il mondo. Spesso nei miei momenti più difficili sarebbe proprio necessario correre lassù, per prendere un respiro, per riequilibrarmi.
Adesso aspettiamo passi il cattivo tempo e poi al mare!

Il club delle lettrici - R. Dorrestein

Le recensioni lo hanno definito "divertente" e questo è il principale motivo per cui l'ho letto. il secondo motivo è perchè i libri ambientati in librerie e che parlano di libri di attraggono... per poi deludermi sempre. Quindi non ho trovato il libro divertente, questo sense of humor non mi appartiene, anzi... mi innervosisce.
In pratica ci troviamo davanti ad un lungo monologo di una delle protagoniste della vicenda. Racconta cosa capita al gruppo di lettrici durante questa "vacanza" tragicomica.
Mi piacerebbe molto essere entusiasta di ogni libro che leggo, ma anche stavolta ho scelto il libro sbagliato, non fa per me.

Libertà limitata

Ho sempre sostenuto che internet non è libero. Non è vero che puoi scrivere tutto ciò che pensi.
Oggi è successo che hanno bloccato il profilo Facebook e Instagram di Gabriele Bernardini, @la_somma_e_il_totale . Gabriele è uno dei divulgatori scientifici che seguo su Instagram, anzi ormai lo apro solo per seguire loro ( @dietista.camillabendinelli, @verdy75 , @dario.bressanini , @meglioadele , @divagatrice e altri), e oggi ho scoperto che è stato bloccato e ci sono rimasta male ma non sono sorpresa più di tanto, perché lo so, la verità fa male! Gabriele è uno che dice la verità quindi è una persona scomoda. Chi consulta le fonti, chi spiega la verità ha solo da perdere nei social e su internet. Perché internet è la sede dello scemo del villaggio, dove può dire la sua ed essere ascoltato, lo spiega bene nelle sue analisi Umberto Eco.

Oggigiorno "l'ho letto su internet" ha più valore della laurea, ed è una cosa devastante dal mio punto di vista. Questa cosa ci distruggerà,…

Maturi!

Oggi per me sono finiti gli esami, ho concluso quello che dovevo fare, salvo poi chiudere il pacco e il rito della cera lacca. Com'è andato questo nuovo esame?
MAH.
1) Rimpiango la terza prova scritta. Trovo che era un ottimo strumento di verifica per le discipline, non era un quizzone come dicevano i tg, ma una serie di domande serie e a volte difficili, è vero, ma serviva per imparare a scrivere, ora non c'è più. Io la rimpiango. 
2) La busta all'orale fa quiz televisivo. Non è una buona soluzione. In teoria serve per accostare la maturità ad un concorso pubblico, ma di fatto non è  adatta.
3) LA busta rimpiazza la tesina: con questo sistema la tesina la fanno gli insegnanti e non gli alunni, alla fine quasi tutti gli orali sono stati simili, come se ogni ragazzo si fosse preparato il suo percorso e in un modo o nell'altro lo abbia fatto quadrare con l'argomento della busta. Tantovale che presentino loro qualcosa su cui hanno realmente lavorato senza fare voli pi…

Questa maturità mi distrugge

Mancano solo due giorni. Per fortuna.

Nonostante abbia trovato colleghe bravissime con cui mi ha fatto piacere interagire, si sono create delle dinamiche antipatiche e spesso si finisce a litigare sulle valutazioni.

Valutare non è un compito facile e spesso comporta molte dinamiche che ci portano a essere troppo soggettivi.Diventare oggettivi è un compito difficile e si acquisisce solo con l'esperienza.
Spesso quando siamo senza esperienza è difficile anche ascoltare un consiglio, per cui le cose si complicano.

Mi ero riproposta di essere buona e comprensiva e infatti sto mantenendo con costanza il mio intento. Ho seguito i consigli del mio dirigente attentamente anche perchè credo che andare in giro a torturare i ragazzi dei colleghi sia controproducente, anche se i miei colleghi non hanno mai avuto questa premura e si sono comportati molto male nei confronti dei miei ragazzi in occasioni passate.
Io non sto rendendo il favore, comportandomi bene e dando l'esempio. Un conto è …

Il tormento e l'estatsi

Se avessi visto il reale numero di pagine di questo libro mi avrebbero spaventata e non l'avrei mai letto. 843 pagine che nel kobo si sono ridotte misteriosamente a 240 come spesso accade per i libri con volume importate. Eppure l'ho letto velocemente perchè è scorrevole e soprattutto interessante. PArla della vita di Michelangelo in maniera molto romanzata. Dal punto di vista critico non so quanto sia corretto, specialmente nella ricostruzione del carattere, ma è pur sempre un romanzo storico dove il verosimile la fa da padrona.
inutile dire che leggerò anche altri romanzi di Irving Stone, specialmente quello su Schilimann intitolato Il tesoro Greco.

Prima giornata al mare

Alla fine ci sono riuscita, ho avuto anch’io la mia prima giornata al mare, intera. Non un paio d’ore smorza caldo e fatica, ma la mia prima giornata stesa al mare in completo relax. La mia sdraio, i miei libri, la brezza tipica dell’isola, un totale relax.  Erano mesi che aspettavo questo momento, dopo mesi di brutte cose finalmente un po’ di relax. Sento di averne bisogno come non mai nella mia vita, sento il bisogno di fermarmi e dire basta.

Estate

Oggi è estate, e io riesco solo a pensare che oggi è il giorno più lungo e poi le giornate iniziaeranno ad accorciarsi e il tempo per il divertimento è davvero poco e come ogni anno mi faccio prendere dall'ansia da estate, da tempo che scorre senza essere vissuto.

Io sono ancora in alto mare con la maturità e quest'anno finirò davvero tardi e questo mi crea ancora più ansia. Con il cattivo tempo sono andata poco al mare e adesso non riesco perchè lavoro senza orari. Ho paura di non riuscire ad avere tempo per divertirmi un po' dopo un anno di lavoro.
Di solito in questi momenti mi sogno che è già il primo settembre e io non ho avuto il tempo di godermi le ferie. Ho parlato di questa mia ansia ad una mia collega e mi ha detto che forse dovrebbero permettere  a noi insegnanti di farci i giorni di ferie durante l'anno, erchè alla fine d'estate non riusciamo a farle davvero tutte. io finisco il 9 luglio e riattacco il 26 agosto, alcuni colleghi anche prima, i giorni d…

Dimmi che ti ricorderai di me

Di fondo la storia poteva essere buona, anzi mi è piaciuta, non mi è piaciuto il suo stile e le sue scelte narrative. Intanto ci sono molte ripetizioni, cose che potevano essere tranquillamente sfoltite per togliere almeno 20 pagine al testo.  Come spesso ho notato in molti libri di questo genere ci sono ampie parti introduttive che spesso risultano anche noiose e poi la trama si risolve nelle ultime pagine e l'intrico narrativo si spiega in poco e ti lascia un po' di amaro in bocca perchè la parte finale non è ben sviluppata come quella iniziale e ti lascia lì con molte domande.  Infatti molte recensioni che ho letto si concludono sempre con il solito interrogativo: è una serie o un libro autoconclusivo?
mi da l'impressione che sia stato strutturato con un finale aperto proprio per lasciare spazio ad un sequel, ma in rete non ho trovato conferme.
Alla fine il libro in se mi era anche piaciuto, ma questo finale sospeso proprio mi ha lasciata interdetta.

L'esame di maturità

Dopo tanti anni sono tornata a fare l'esame di maturità. Che fatica. Eppure gli anni scorsi ci rimanevo così tanto male quando non mi chiamavano nemmeno per la maturità... non che sia scontenta, ma sono stanca, è venuto molto caldo all'improvviso e avrei preferito finire qui il mio anno scolastico. Invece c'è la coda. la maturità. Ieri Italiano. I temi erano facili e scontati. Molto bello quello B1 sulla bellezza e sull'arte. Sono certa che avrà ammaliato molti dei miei studenti. Le tracce erano tutte molto belle e fattibili, persino le analisi del testo. Oggi la seconda prova. Non so come sia andata per i miei, avevano Economia aziendale e Inglese, ma al Liceo dove sono avevano da fare un cortometraggio ed è uscito il tema della Luna. Affascinanete ma molto difficile per loro Ci sono insegnanti che si segnano tutti gli anniversari e certi che li sottovalutano, non si riesce mai a capire che strada intraprendere. LA prova sarà su tre giorni e quindi mi aspetta un tour…

Snow - Informer e il revival anni 90

Da quando ho sentito la canzone di Daddy Yankee non mi sono data pace, mi era troppo familiare e riportava a galla troppi ricordi per essere una cosa nuova. Ricordavo il CD, il numero della riproduzione ma non ricordavo il titolo della canzone e l'artista. Si Tratta di Snow e di Informer... una canzone che non capivo per niente allora, avevo solo 14 anni e l'inglese era al pari dell'arabo oggi, capivo giusto un paio di parole qua e là, mentre adesso risentendola capisco anche il testo. Questa canzone mi porta indietro fino all'state del 1993, i miei 14 anni, l'esame di terza media, un'estate bellissima, l'inizio delle superiori... la voglia di andare al Liceo con i miei amici e invece l'iscrizione all'artistico in un'altra città, da sola.
Tutte queste canzoni di sottofondo... quegli abiti bruttissimi.
Pantaloni a vita alta, camice larghissime o le magliette corte, le nike, i Jeans dell'energie, il giubbotto jeans due taglie di più, gli oc…

Recap

Questa è stata una settimana intensa. E' finita la scuola, ma io non ero in classe. Avevamo un impegno importante a Roma e non potevo mancare. Avevamo l'udienza in cassazione e finalmente abbiamo posto la parola FINE a tutta la nostra vicenda iniziata la mattina del 27 Agosto 2012 e che tanto mi angoscia da quel momento. LA parola FINE non è proprio definitiva, avremmo ancora degli strascichi giudiziari, i danni li porteremo con noi tutta la vita perchè la nostra vita è cambiata e non si potrà mai aggiustare anche se i magistrati ci hanno ascoltati, ci hanno capiti e ci hanno dato ragione, ma non è così facile, non basta.
Archivio questo anno scolastico che per Vittoria è stato un po' difficile, ma è riuscita a superare le sue difficoltà e ora la vedo come una bambina nuova, prontissima per nuove sfide.
Anche per Rachele è stato in salita, nuova mestra, organico della scuola completamente stravolto. Si preannunciava un anno davvero difficile e invece è stato il migliore a…

A un metro da te

Non so come mi è arrivato fra le mani questo libro, ma so che dopo averlo letto l'ho comprato anche di carta per farlo leggere a mia figlia, mi è parso adatto e visto che non sapeva cosa leggere e visto che c'era uno degli attori di Riverdale in copertina l'ha voluto e a quanto pare gli sta piacendo! Ha solo 12 anni ma è molto matura nelle letture. In questo libro Young Adult non c'è neanche un bacio, solo tanti sentimenti e il sostegno reciproco. I due protagonosti sono malati di Fibrosi cistica, non possono stare vicini perchè se no si contagerebbero a vicenda. Il romanzo esplora questo mondo fatto di adolescenti malati, che devono crescere in fretta e prendere delle decisioni importanti. LA lettura è scorrevole e il linguaggio buono, anche se spesso sconfina nel gergale.

Un pomeriggio romano

Credo che ognuno di noi dovrebbe concedersi un viaggio in solitaria, prima o poi. Partire per vedere  qualcosa a cui tiene per davvero o scoprire quello che ha sempre desiderato. Non ho fatto un viaggio in solitaria, mi sono solo concessa un pomeriggio a Roma da sola. Ho scelto cosa vedere, ho girato la città da sola con i miei tempi e i miei bisogni.  Sono andata alla galleria Doria Pamphili a godermi Carracci e Caravaggio. Mi sono seduta in questa sala vuota e spoglia per un tempo lunghissimo ad ammirare Caravaggio in santa pace. Sono rimasta seduta da sola qui davanti per molto tempo, un tempo necessario per stare bene, il tempo necessario per cancellare tutto il brutto degli ultimi giorni, degli ultimi anni e ricordarmi che il mondo è un posto molto bello se hai voglia di scoprirlo. Scoprire mi apre lo spirito, mi fa stare bene più di ogni altra cosa. Lì davanti mi sono sentita in pace con il mondo, mi sono assestata. Nemmeno un potente antidepressivo avrebbe potuto tanto. Conten…

MAGARI MUORI - Romina Falconi ft. TAFFO Funeral Services (Official Lyric...

Avevo scrtto uno dei miei soliti post depressi, poi ho letto la notizia del nuovo tormentone dell'estate "magari Muori" e ho dovuto postarlo immediatamente perchè mi ha tirata su di morale.
Mi basta così poco per tirarmi su di morale alle volte, una stupidaggine, una canzone e la mia giornata cambia. Dalla depressione più nera alle risa...

Brinda stasera e ridi di gusto
Che forse domani sei sotto un cipresso



Niente di più vero è stato mai espresso. Bisogna godere dell'attimo. Hic et Nunc. Troppo spesso lo dimentichiamo.

Canta e balla che la vita passa
E chissà che il prete ti nomini a messa


Per ribadire che bisogna essere felici, chissà cosa ti riserva il domani, e io lo so bene.

Riporta al cielo il tuo corpo usurato
Per dare la prova che hai proprio apprezzato.


Questa è la parte che più apprezzo. Riporta al cielo il corpo usurato per far vedere che hai apprezzato il dono della vita, mentre ci insegnano a preservare, a mantenere il corpo intatto, a privarci di tutto pe…

PAne e Bugie, Dario Bressanini

Seguo il professor Bressanini da qualche tempo su instagram e trovo le sue spiegazioni davvero illuminanti. Io sono per la scienza e per le spiegazioni scientifiche e nei suoi canali divulgativi trovo sempre una speigazione scientifica ai "falis miti" e alle bufale. In questo libro tratta moltissimi argomenti di varia natura, dal mito "dello zucchero che uccide" al problema del biologico e del Km 0. Sono stata felice di trovare una spiegazione scientifica supportata da dati confrontabili a ciò che credevo o a quello che supponevo. Spesso la verità viene taciuta dai media e soprattutto dai social per creare allarmismo nei confronti di complotti che non esistono, o che se veramente esistono sono assolutamente al contrario. Ci sono moltissimi spunti per riflettere e in tutta verità conosco almeno cinque persone a cui vorrei regalarlo per fargli aprire gli occhi sul loro essere "alternativi" che alla fine è solo essere una pecora nella società di massa.

Nominata!

In questo momento che sono così stanca, che ho così voglia di mettere un punto e chiudere con tutto, sono stata nominata per la maturità. Non mi ricordo l'ultima volta che ho fatto un esame. Non mi ricordo se ero interna o esterna. I ricordi si accavallano e non riesco a distinguere anno e commissione. Negli anni scorsi avrei pagato per fare l'esame, quest'anno invece... sono stanca, proprio non avevo voglia, avrei fatto volentieri dell'altro. Dopo anni di inattività finalmente sono tornata in pista e sapete è stato un anno duro e pieno di ostacoli e anche di soddisfazioni. Ero felice, mi sarei accontentata. Invece no. Anche l'esame. DA qui in poi non avrò un giorno di tregua. Scrutini, collegio e persino esame della mia tutorata di sabato pomeriggio perchè il tempo è poco e bisogna incastrare tutto.
L'estate 2019 sarà breve. speriamo almeno sia calda. Mi è gia bastato questo brutto maggio.

la gente che va

Questo è un anno scandito di persone che mi lasciano. Oggi ancora una.
E' una tristezza lacerante perchè ci separano mille chilometri e non posso salutarla un'ultima volta. Il lavoro mi costringe qui, non posso prendere e andare a Taranto e salutare quello che idealmente è il fratello di mio padre. Colui che mi è stato zio più di tutti e improvvisamente è andato via.
Quando ci sono persone che insultano la Marina Militare e dicono che è solo un'ammasso di privilegi io mi sento ferita nel profondo, per chi la vive dall'esterno sarà anche vero, ma per chi la vive dall'interno la Marina è una grande famiglia, una famiglia soprattutto per chi non l'ha avuta. Nella Marina si trovano valori, si trovano tante cose, soprattutto persone. Lui era una di queste, una di quelle persone che non è solo un collega di papà, ma qualcosa di più, una persona a cui vuoi bene, una persona a cui fai riferimento in caso di bisogno. Sono cresciuta con i suoi figli e lui ha accolto mio…

Fedeltà, Marco Missiroli

E' un romanzo incalzante dove le vicende dei due protagonisti si intrecciano con altre persone che popolano la loro vita. Basta un piccolo accenno e la voce narrante cambia persona, non è più il monologo di uno, ma velocemente si passa all'altro. il ritmo è incalzante anche se spesso le varie vicende appaiono appena accennate e c'è bisogno di un grande sforzo immaginativo per comprendere tutto al meglio. Ottimo libro, inusuale.

Stanchezza

In questi giorni sono così stanca che tutto sembra sfuggirmi dalle mani. Troppe cose accadono nella mia vita. Vorrei fermarmi e dire basta, ma non è possibile. Vorrei gridare aiuto ma mi sento una muta fra sordi.

Oggi

Questo per me è un periodo molto difficile. Sono stanca, affaticata, dopo l’influenza di Marzo non riesco a riprendermi come si deve e questo anno con pochi ponti non mi ha permesso di riposarmi come si deve. Poi rimettermi in gioco dopo tre anni di nullafacenza... non è stato facile. Anche sul piano personale non è stato un anno facile. La mamma è stata molto male, Vittoria si è fatta male, fra poco avremo l’ultima udienza in tribunale (sarà davvero l’ultima?), poi abbiamo avuto problemi di vario tipo che si sono accavallati e mi hanno complicato l’esitenza. Ho cercato di tenere tutto al di fuori e ho cercato di restare a galla ma non è stato sempre facile.  Ora sono stanca. Tutto potrebbe finire. Potrei essere alla fine del tunnel. Fra 10 giorni potrei avere una nuova vita. Artemisia 6.0 . Ma non voglio pensarci troppo. Anche se sono quasi 7 anni che ci penso. Ho qualche dubbio. Non voglio pensarci troppo. Non voglio dirlo ad alta voce. Intanto sono stanca. Sfinita. Avrei bisogno d…

Sugar Daddy

Per la Reading Challenge 2019 non mi sono data un granchè da fare fino ad adesso, ma mi sono fatta una piccola tbr con alcuni libri ad Hoc per portarmi un pochino avanti e ho scelto questo Sugar Daddy perchè c'è un prompt che dice proprio di scegliere un libro in cui le parole POP, SUGAR o CHALLENGE siano presenti nel titolo.
Meglio di così proprio non potevo fare... anche se mi sono venuti in mente altri titoli con la parola ZUCCHERO nel titolo, tutti libri che ho già letto, ovviamente.
Intanto c'è da dire che questo è il primo capitolo di una serie composta da tre romanzi che probabilmente non leggerò. Perchè? Perchè in ogni libro si parla di un figlio diverso di Churchill (lo Sugar Daddy in questione) e quindi non mi interessa minimanete sapere cosa accade agli altri. Se nella serie si continuasse a parlare di Liberty Jones, tanto tanto... forse, un minimo di curiosità mi spingerebbe a continuare a leggere..., ma sapendo che i due libri della serie parlano di altre persone…

Un'ottima proposta

Qualche giorno fa ho letto su orizzonte scuola un articolo ripreso da una proposta lanciata dal corriere della sera, che proponeva una cosa meravigliosa per noi insegnanti, ovvero una specie di percorso di carriera che preveda a partire dai 50 anni un semi esonero nella scuola superiore per essere mandati all'università come ricercatori, sia nell'ambito dell'innovazione didattica, sia nel campo della disciplina sia nel campo della formazione dei docenti. Per me sarebbe davvero una proposta magnifica, Inutile dirvi che troverei davvero importante poter tornare all'università come ricercatore. Tutti gli ambiti di minteressano, anche se preferirei prendere parte alla formazione di nuovi insegnanti. Quest'anno sono stata tutor di una collega neo immenssa e mi è piaciuto parlare e discutere con lei in ambiti professionali, lo scambio di idee mi ha dato nuovi spunti per il prossimo anno e mi ha spinta verso nuove riflessioni professionali. Trovo l'idea davvero accaa…

The season finale in Seattle

Quando andrò negli Stati Uniti sicuramente passerò da Seattle. Centro delle mie serie preferite, devo assolutamente visitarla. Questa settimana sono terminati sia Grey’s Anatomy che Station 19. Nessun finale cruento, nessuna morte. Tutto incentrato su questioni giudiziarie e amori, nessun finale catastrofico come nelle passate serie, meglio, ma quale curiosità mi porterà fino ad ottobre? Meredith verrà arrestata? Jackson che fine avrà fatto? Jo uscirà dalla psichiatria? Sono domande a cui posso tranquillamente dare una risposta e non destano in me molto curiosità. Decisamente più interessante il finale di Station 19. Più che altro per gli intrecci amorosi, decisamente più interessanti che quelli dì Grey’s. Uno per tutti Sullivan ed Herrera. Anzi è super interessante tutta la storia di Herrera. Poi gli altri fanno solo da corona.
Cosa guarderò quest’estate?  Mi sposto a Los Angeles, meglio a Beverly Hills. Sto riguardando tutte e 10 le stagioni originali in attesa delle nuove puntate …

Riflettere su me stessa

Il gesto estremo compiuto da G. Mi ha portato a lunghe riflessioni, su me stessa, sul mio periodo di depressione, sul mio attuale stato, sul mio essere insegnate e su quello che voglio essere e su cosa voglio dal mio futuro. Che questo gesto sia avvenuto 10 giorni dopo il mio compleanno mi ha portato a fare anche dei bilanci. Appena laureata  la mia missione era insegnare ai professionali perché volevo essere colei che insegnava a chi non aveva opportunità, colei in grado di cambiare un ragazzo. Ai professionali ho insegnato per sei anni su tredici di carriera e ho toccato con mano quanto questa missione, seppur nobile, richieda troppa parte di te per essere svolta. Lo scorso anno ho deciso di abbandonare e chiedere trasferimento perché ero troppo coinvolta nelle loro storie e non riuscivo ad aiutarli perché ero io la prima ad avere bisogno di aiuto. Le loro storie mi coinvolgevano troppo emotivamente e stavo troppo male, non nascondo che se fossi stata l’insegnante di G. Come lo sco…

Crepuscolo, Kent Haruf

In Robin Hood della Walt Disney la topina, moglie del sacrestano dice a Fra Tuck "Lo conservavamo per un giorno di pioggia" e da una moneta per i poveri al Frate. Così anch'io ho dei libri che "conservo " per i tempi duri, quando sono disperata e non ho niente di bello da leggere per trovare un po' di consolazione.  Con Kent Haruf vado sul sicuro, è sicuramente nell'olimpo dei miei scrittori e non sbaglia un colpo. Semmai io ho sbagliato a leggere l'ordine della trilogia della pianura, lasciando Crepuscolo, che è il secondo libro, per ultimo. Poco male, perchè tutti i libri di Haruf parlano di Holt e dei suoi cittadini e le storie si intrecciano e bene o male non ho commesso un grande danno.
Mi piace tantissimo la scrittura ascitta di Haruf, è scritto esattamente come vorrei fosse scritto ogni libro. L'ho decisamente amato dall'inizio alla fine.

Immenso dolore

Oggi ho avuto una terribile notizia, una mia alunna ha deciso di porre fine alla propria vita. Quando l’ho saputo mi è mancato il fiato, la terra sotto i piedi.  Una ragazza con tanta tristezza, una vita difficile, e forse nessuno che le è stato accanto. Io non so cosa dire o cosa fare. Se fossi stata ancora la sua professoressa non avrei retto. Non sarei riuscita ad uscirne. Ne sono così profondamente addolorata che non riesco a pensare ad altro.  Adoravo quella classe, ho un ricordo bellissimo di tutte le ragazze, una per una. Lei era la migliore, la più brava. In questo momento non è retorica, ma realtà . Forse ho parlato di lei in queste pagine è proprio ieri la pensavo, mi sono trovata a pensarla, ora che si avvicinava la maturità.  Che dire... sono svuotata dentro. Non ho parole. Solo mancamenti. Spero solo che riposi in pace.

3, 2 ,1 ... Vacanze estive

Quest'estate andremo in vacanza! E ho già prenotato!
Con una coppia di amici abbiamo prenotato una settimana in Sardegna, eravamo partiti da un viaggio a Cuba, siamo passati poi ad crociera nelle isole greche ma per problemi di buget ci siamo trovati in Sardegna, insomma abbiamo fatto il giro del mondo per poi sistemarci in Italia. Solo io sono stata in Sardegna, ma dalle parti di Oristano, mentre stavolta andremo in Gallura.
A forza di cercare abbiamo trovato un prezzaccio in una struttura a tre stelle immersa nella natura, un posto un po' rude stando ai giudizi di che c'è stato, ma noi siamo liguri e sapremo adattarci. Siamo abituati a scarpinare per avere un pezzo di mare, la poseidonia non ci spaventa, anzi siamo abituati al mare ricco di poseidonia, ricordiamoci che è un bioindicatore e sarebbe auspicabile trovarla in ogni spiaggia. Ombrellone e sdraio? Possiamo farne a meno, a noi basta uno scoglio.
La cosa che ci interessa di questa vacanza è stare insieme, divertir…

L'orgia di Praga

Lo devo ammettere, questo libro di Roth non mi è piaciuto. Lo sento così diverso dagli altri e non saprei neanche esprimere un giudizio o una critica.
Generalmente quando mi trovo così spiazziata di fronte un testo mi dico sempre : "Non ho capito cosa voleva dire", innvece mio malgrado devo ricredermi perchè il messaggio anti sovietico e liberticida l'ho capito e l'ho capito benissimo, solo che... mi ha lasciata con l'amaro in bocca. Ma leggendo qua e là questo libro ha lasciato tutti un po' frastornati. L'idea che me ne sono fatta è una ma potrei sbagliarmi di grosso, spesso viene osannato il comunismo come grande movimento culturale, ma poi alla fine non è che un "ismo", è una dittatura. Quando gli intellettuali ne vengono a diretta conoscenza non riescono a scindere il comunismo ideale e letterario da quelo reale e dittatoriale e il disincanto si manifesta in testi come questo.  testi freddi e vuoti che devono dire che non c'è nulla di b…

Station 19

Prima del 2012 non sarei mai riuscita a vedere una serie come questa.  Mi sarebbe salita un’ansia indescrivibile, mi avrebbe tolto il sonno. Prima del 2012 mio marito era un pompiere operativo che ogni giorno poteva trovarsi in situazioni simili. Io non ho mai voluto sapere cosa accadeva al lavoro nel particolare perché lo sapevo che ogni intervento era potenzialmente pericoloso e perfino mortale. Le sue telefonate dal pronto soccorso erano in qualche modo rassicuranti, perché se chiamava lui non si era poi fatto così male. Poi è arrivato anche il giorno che dal pronto soccorso non è riuscito a telefonare, perché ci è arrivato semi cosciente . E Poi tutta la nostra vita è cambiata. A volte quando guardo questo telefilm un po’ di ansia mi sale lo stesso. Situazioni che ho già vissuto, cose che mi dico “per fortuna non accadrà più”. Oppure situazioni che ho vissuto in prima persona, che sul piccolo schermo mi tolgono il fiato, perchè è proprio così che va per la famiglia dei pompieri. …

Todi

Lo ammetto, sono stata a Todi solo per andare alla tomba di Jacopone. La letteratura del 200 e del 300 ha lasciato profondi segni nella mia formazione e non potevo davvero saltare questa meta. Avrei voluto comprarmi anche un bel testo di Jacopone con le sue laude, ma si è rivelata una mission impossibile, potete sempre trovare un pdf qui, ma io avrei gradito un bel testo di carta, ma a quanto pare non è più in ristampa. La tomba si trova nella chiesa di San Fortunato, probabilmente è possibile raggiungerla in macchina, ma noi abbiamo lasciato la macchina nei pressi di una porta della terza cerchia di mura e siamo saliti a piedi. MAps mi ha consigliato una strada panoramica, ma tutta a scale, e dopo mangiato.... ha aiutato la digestione. Nella chiesa si trova anche un'affresco molto deteriorata di mano di Masolino da Panicale.
Dopo la visita alla chiesa siamo andati un po' per le vie del cetro, visitato la piazza e la Cattedrale, per poi lasciare la città alla volta della cost…

Narni

Abbiamo passato una splendida mattina in questo fantastico borgo: Narni. È il paese che ha solleticato la fantasia di Lewis per dare il nome al suo mondo fantastico: Narnia. Narnia era il nome romano dell’abitato che poi in età medievale é diventato Narni. Il paese è arroccato su un’altura e Volendo può essere metà di un’intera giornata. Noi abbiamo visitato un po’ il paese e poi ci siamo concentrati sulla visita alla Narni sotterranea che vi consiglio vivamente. Si visita una parte del convento rimasta sepolta dopo i bombardamenti della seconda guerra mondiale e svela il passato inquisitorio di questo convento. La visita è stata unica e interessantissima.
Abbiamo pranzato in un piccolo ristorante in vicolo Belvedere che si chiama la gallina liberata. Un piccolo locale con una bella volta, dove i pasti vengono preparati con cura, come a casa, quindi c’e Un po’ da aspettare ma vale davvero la pena, almeno per il rapporto qualità prezzo.
Non ho visto con attenzione il famosissimo ponte…

40 anni oggi

Mi auguro di essere alla metà della mia vita, anche se gradirei anche andare oltre, lucida se è possibile, perchè se me la devo passare male, allora no grazie.
La prima metà della mia vita come è andata?
Ho fatto quello che si aspettavano da me. Più o meno. Ho fatto spesso di testa mia, ma poi mi sono omologata ai "loro desideri". Per questo ho un po' il rimpianto di aver lasciato troppo indietro per essere diligente. Nei confronti di alcune situazioni sono stata remissiva, e rimpiango di non aver avuto più coraggio.
Per la seconda parte della mia vita vorrei essere più libera, assecondare certe mie attitudini, ritrovare la capicità di sognare e la forza di reagire e realizzare i mei sogni. Vorrei ritrovare le forze perdute, vorrei ritrovare la spinta vitale che il 27 agosto 2012 mi è stata portata via. MA non so se sarò in grado di raddrizzare quello che ormai ha preso una brutta piega. Non è facile trovare la forza per prendere tutto in mano e ritornare protagonisti, …