Passa ai contenuti principali

Post

Un’estate all’isola

Ieri con un giorno di anticipo si è chiesta la stagione elioterapica all’isola. Oggi segnavano allerta arancione e lo stabilimento ha chiuso con un giorno d’anticipo. Ieri sera questa è stata l’ultima foto, il mal tempo che arrivava, tutto pronto per la chiusura. Beh l’estate è proprio finita. Il panorama del canale, la piccola Chiesa di San Pietro, mi hanno tenuto compagnia per ben 100 giorni. Ora un lungo inverno ci aspetta. Ieri sera la società dei traghetti non ci ha fatto fare il giro delle isole e del golfo come regalo di fine chiusura, ma ha ingaggiato due tenori che hanno cantato delle canzoni in grotta Byron è nella baia dell’Ammiraglio. Sensazioni davvero suggestive, soprattutto nella baia dell’Ammiraglio, quando sono arrivati ben 5 delfini. Quest’anno non li avevo ancora visti! Vedere i delfini in mare aperto è sempre un’emozione unica . Stavolta ho visto anche la mamma con il piccolo., non mi era mai capitato. È stato un finale di stagione con il botto. Una stagione belli…
Post recenti

Pubblicità progresso dal 1972

Grazie al cielo nel 1972 non ero ancora nata.Ma oggi nel 2019 questo ritaglio della Stampa che ho trovato su Facebook mi fa indignare. Come si può accettare uno slogan pubblicitario tale? Maschilista, sessista, che riduce la donna ad oggetto? Addirittura C O L P E V O L E della sua forma fisica? Ma che mondo è quello in cui una persona, non solo una donna deve sentirsi COLPEVOLE della sua forma fisica? Quanti danni avrà causato a suo tempo questo slogan? Quante donne si saranno sentite in difetto, manchevoli e colpevoli di una copla che non esisteva?
Ho solo domande e nessuna risposta.

Edda - Snorri Sturluson

Questa versionein prosa del mito norreno si legge bene senza troppa difficoltà.Avendo già letto il canzoniere Eddico avevo familiarità con certe vicende e con i vari appellativi degli dei e non ho incontrato nessuna difficoltà. Anzi mi sono soffermata bene su molti passi dove trovavo eco delle vicende Tolkiniane e anche scene che ho visto direttamente in Vikings. Una lettura esaltante per me che adoro questo mondo.

Una Gradita sorpresa

Questa settimana ho fatto il test di inglese per il corso e mi sono trovata con grandissima sorpresa e in modo del tutto inaspettato al livello C1, esattamente il livello a cui ambivo di arrivare in due anni di studio! Invece ci sono arrivata da sola e inconsapevolmente!
Non so come descrivere la mia gioia, anche se sono arrivata da un livello così alto, frequenterò il corso B2, anche perchè diverse cose le ho "tirate ad orecchio", non perchè le sapevo, ma giusto perchè secondo me si diceva così. Quindi preferisco passare un anno al corso inferiore e studiare bene la grammatica e sentirmi sicura.
Come sono arrivata al C1? Ma con Meredith Grey! Devo dire grazie alla tv se sono migliorata così tanto da sola, se sono arrivata così tanto avanti! Un pò di consapevolezza l'avevo maturata, lo ammetto... soprattutto ascoltando la musica mi ero accorta che capivo quel che dicevano al primo ascolto e infatti la musica inglese aveva perso i suo fascino, da qualche estate preferisc…

Word Reading Challange 2019

Rileggendo un mio vecchio post mi è venuta voglia di riguardare questo sito in inglese per trarne ispirazione per le prossime letture e ho trovato la Challange dei paesi del mondo anche per il 2019. Quella del 2018 in pratica è rimasta solo una wish list disattesa, dei 54 paesi in pratica ho letto si e no 3 libri, Le cose crollano e forse Un Americano tranquillo, e forse un altro ma non mi viene in mente.
Anche per il 2019 ci sono 52 titoli e 52 controproposte in caso il titolo sia già stato letto, ma nel nostro caso serve anche nel caso in cui la prima proposta non sia disponibile in traduzione italiana. Tra i 52 paesi presi in considerazione quest'anno manca l'Italia, può essere un bene.
Per L'albania propongono Ismail Kadare, tradotto in Italia, ma non riesco a capire quale sia il libro che propongono in prima battuta, ma il secondo, Aprile Spezzato c'è, si prende quello. Potrebbe essere una scoperta, del resto queste Challange servono a questo.
Per L'Algeria s…

Giobbe- Joseph Roth

Adoro Joseph Roth. Mai banale e nemmeno scontato.
Ho amato ogni singola pagina di questo libro che mi è scivolato, pagina dopo pagina, in poche ore. Mi è quasi dispiaciuto finirlo così in fretta da quanto mi è piaciuto. Mi ha donato anche un po' di speranza, un miracolo può sempre accadere.

Il Piacere - D'Annunzio

Dopo aver letto M il figlio del secolo, ho sentito il bisogno di leggere qualcosa di D'Annunzio. Ho scelto Il Piacere e ne sono rimasta entusiasta. Aveva perfettamente ragione Eco quando diceva che il dovere, la scuola, uccide il piacere della lettura. La scuola uccide il piacere per Manzoni e soprattutto per D'Annunzio. In quest'epoca connotata da un linguaggio così arido, la prosa aulica e traboccante del D'Annunzio è un piacere. Le vibranti descrizioni di Roma, dei tramonti e delle opere d'arte sono qualcosa di emozionante. Tutti i Cristian Grey impallidiscono confronto ad Andrea Sperelli.
Bruciamo i libri di storia della letteraura che ci rendono invisi gli autori e torniamo ad amare i testi.
Mai avrei detto che un giorno avrei amato D'Annunzio, eppure dopo 27 anni quel giorno è arrivato. Ogni libro ha il suo momento, ogni momento ha il suo libro.
Questo libro mi ha dato una forza, una svolta in questo momento che non posso descrivere... solo un classico ha…

Nuovo inizio

Non lo nascondo, quest'estate me la sono passata davvero male. Sono stata davvero depressa e pensavo di non poterne uscire. Mi trovavo nel fondo incapace di grattarlo e di vedere la luce. Poi una mattina mi sono svegliata e ho semplicemente detto basta.
Ho deciso che il passato è un libro che non va più aperto e nemmeno celebrato.
Ho guardato il mio armadio pieno di sogni, l'ho aperto e ho guardato dentro. Ho scelto delle cose fattibili e ho preso il coraggio a quattro mani e ho detto: "Lo faccio".
Inutile mettersi lì aggiungere sogni, vivere di rimpianti, guardare gli altri realizzare e stare a guardare.
Metto tasselli.
Vorrei tanto lavorare all'estero. Bene. Prima di tutto la lingua. Stamattina mi sono iscritta al corso di inglese. Ho due anni per arrivare C1, tra due anni iniziaerò a far domande, prima o poi riuscirò a far un anno all'estero... ho vent'anni per riuscirci, volere è potere, ma il primo tassello è la lingua.
Vorrei tanto una seconda laur…

Pensieri sparsi di settembre

Dicono che non vada più di moda tenere un blog, ora il social più di moda è Instagram, pensare che io l'ho abbandonato, quasi, sono proprio sempre controcorrente.
Non c'è più tempo per fermarsi, scrivere, leggere, meglio un'immagine che possa racchiudere un pensiero. Meglio un'immagine che possa dire più di mille parole e le parole si perdono, non siamo più capaci di pronunciarle e di scriverle.
Allora il mio proposito è quello di scopirre le parole, desuete, evocative, auliche. Portarle alle orecchie con la loro forza dirompente, perchè le parole sono belle, sono stufa di sentire le solite 100 con tutto il rispetto per quelle, ma sono ormai sciupate, sgualcite. Tiriamone fuori altre in grado di stupirci di raccontarci il mondo in maniera inusuale, per farci sentire la vita differente, per darci la sensazione di cambiare ma di essere sempre uguali.

M il figlio del secolo

Se non avessi avuto Storytel in prova per tre mesi non avrei mai letto questo libro. Sono più di 900 pagine, per me troppe. Non li guardo neanche i libri così alti. Dopo le 350 pagine mi intimoriscono, figuratevi oltre le 900. Invece Storytel mi è venuto in soccorso. L'audiolibro in questi casi mi aiuta. Mi rendo conto che è qualcosa di fattibile solo in estate, sulla sdraio, che in inverno non sarà possibile usare gli audiolibri, ma mi stanno piacendo, specialmente perchè faccio fatica a legggere con i miei frequenti mal di testa e soprattutto perchè riesco a leggere cose che se no non avrei potuto.
Veniamo al libro.
Bellissimo.
Inquietante.
Dovrei scrivere veramente tanto in merito, ma consiglio di leggerlo. Ci sono parti epiche ed eroiche che scorrono veloci, ci sono parti riflessive che portano alla meditazione, ci pono parti davvero noiose.
Si può davvero dire tutto e niente, ma va letto. E' un libro che in più parti fa male, che porta a riflessioni contrastanti, che fa us…

Docenti come “eroi civili”

Paole del nuovo ministro.
Parole.
Poi i fatti sono sempre pochi.
Ho notato come i governi e i sindacati si occupino solo dei precari, poi una volta che sei dentro sparisci.
Partiamo dallo stipendio, uno dei più bassi, la metà di quello dei colleghi tedeschi, perché ai colleghi del Lussemburgo non mi voglio neanche paragonare. Io non ho idea delle condizioni di lavoro del collega tedesco, ma sono pronta a valutare se lavora in condizioni diverse dalle mie. Io non ho un posto mio al lavoro. Ho un luogo comune, la sala professori, dove posseggo un solo stipetto dove riporre i libri, non ci sta altro. Divido questa stanza con 150 colleghi circa. In questo posto dovrei studiare, correggere compiti, compilare il registro. Questa non è la mia condizione, ma quella di tutti i colleghi italiani. Capite che questa usanza é di gentiliana memoria, quando i professori venivano da famiglie gentilizie e avevano grandi case con studi e biblioteche proprie e non avevano bisogno di un posto pubblico a …

Il canzoniere Eddico

Ho comprato un testo di Iperborea sulla letteratura nordica e inizio dalle origini il mio viaggio nella letteratura del Nord europa. Questo è considerato il più antico testo norreno e racchiude ciò che è stato trovato in un antico manoscritto. E' una miscellanea sulle origini degli dei e della saghe dei Nibelunghi e dei Voslunghi. Non è una lettura facile, adatta a chi vuole addentrarsi in questo mondo mitico che darà poi lo spunto anche a Tolkien per la creazione del suo universo fantastico.  La letteratura norrena è una mia nuova passione e la porterò avanti per un po'.

73 anni oggi

73 anni, eppure non ci sei già da tempo. Il film ti ha dato un nuovo successo, un successo planetario che negli ultimi 20 anni si era un po’ sopito. Oggi è normale sentire le tue canzoni alla radio, sentire le tue canzoni negli spot tv, è facile trovare gadget, magliette.... mentre una volta era così difficile... non passavano mai i video su mtv e le canzoni alla radio... mi fa piacere non posso negarlo, ma sono un po’ gelosa, una volta sembravi solo mio caro Freddie. Buon Compleanno, anche quest’anno, perché io comunque non me lo dimentico mai.

Le Alpi Apuane

Il più grande vantaggio di abitare nella mia zona è quello di passare dal mare alla montagna in un’ora.   Come si vede dalla prima foto La montagna cola a picco nel mare. La mattina puoi toccare tranquillamente i duemila metri e la sera bagnarti nel mare senza troppi problemi. Il bello della mia città sta in questo, scegliere ogni giorno tra il mare e la montagna, se cercare il fresco della montagna o quello del mare.
Ieri siamo andati in montagna. Non sono una sua grande fan, ma sto raccogliendo la sfida, più che altro fisica, di camminare, fare sentieri, per poi vedermi aprire sotto panorami mozzafiato. 
Ieri, invece, abbiamo esplorato le viscere della montagna, siamo andati nell’antro del Corchia, una bellissima grotta con molte concrezioni. Un percorso non troppo facile,  che va eseguito con la giusta attrezzatura, insomma ci vogliono le scarpe buone. Le scarpe sono tutto, quando hai quelle giuste, puoi perfino dimezzare la fatica.  Dopo i due Km del percorso abbiamo visitato i d…

Royals

Ho letto questo libro perchè poi volevo passarlo a mia figlia e insomma vorrei leggerli prima io in modo da sapere cosa legge, ma mi sono resa conto che forse non è proprio quello che lei sta cercando. Per lei è troppo banale, sono certa rimarrebbe scontenta. Invece per me tutto sommato andava bene, la storia è abbastanza surreale e banale, ma rientra in quel genere di libri che mi piace leggere per staccare e divertirmi un po'.