Il Muschio e la rugiada, antologia di poesia giapponese

Questo è uno dei libri consigliati dal mio collega, uno di quelli da leggere prima della maturità e che io mi trovo a leggere adesso a quasi 20 anni dalla mia e dopo alemeno 15 anni dalla laurea.
Lo ammetto non mi ha entusiasmata particolarmente, ma capisco il consiglio di lettura: è una poesia così diversa dalla nostra, che però in qualche modo ha influenzato tantissimo la nostra cultura del 900. Certo quando pensi al giapponismo pensi sempre e solo alle altri figurative, alla decorazione, invece anche la poesia e tutto quello che è il Giappone ha influenzato la nostra cultura in quegli anni.
Ho trovato molte Eco, spunti interessanti e lo ammetto è indispensabile venire in contatto con questo tipo di poesia per comprendere meglio il nostro panorama poetico.



L'antologia presenta, divisa in due sezioni, oltre sessanta testi giapponesi in traduzione italiana, a partire dalla più antiche forme del tanka, attraverso la fioritura degli haiku, fino agli esperimenti in verso libero dei poeti nipponici novecenteschi. La poesia riflette l'essenza della sensibilità giapponese, e occupa un ruolo paragonabile a quello che, nella cultura occidentale, spetta alla filosofia. Tutti i poeti giapponesi sono convinti di un concetto-chiave del Taoismo: "la più grande abilità assomiglia alla mancanza di abilità". Solo ciò che si presenta in forma semplice e pura può brillare di intima luce. 

Commenti

Post popolari in questo blog

15 Agosto 1982

Il bozzo sul limitare del bosco

Connessione assente