7 mesi in casa della nonna

Quando il 7 di dicembre ho lasciato la mia casa ero fermamente convinta di farvi ritorno entro 3 mesi. Poi ho capito che magari sarebbero stati qualcuno di più. Poi è arrivato il caldo e ho capito che iniziava la tragedia.

Non so per quanto ancora starò lontana da casa. 1 mese? 2 mesi? 3...
Ormai non conto più.
Dico: "ancora un mese dai"... peccato che il mese inizia da quando lo dico, quindi oggi, domani,  fra una settimana.  Non faccio più previsioni.

Mi manca il mio armadio.
Per l'inverno non ne ho sentito la mancanza. Infondo 2 jeans,  leggins e una decina di maglioni potevano bastare. Ora con il caldo sto impazzendo. Non mi ero mai resa conto di come dipendessi dai miei sandali, dalle zeppe, e dalle altre paia di scarpe che ho. Mi mancano. Non è vero che metto sempre e solo le birkenstock. Mi mancano le mie giacche. Mi mancano le miriadi di maglie e camice che ho e non metto mai. Mi mancano anche le gonne. Mi mancano quei vestiti che sono lì solo per essere scartati. Mi manca la bigiotteria che non metto mai, ma provo sempre. Le cose che non metto mai mi servono, solo per avere una scelta. Devo avere una scelta. Non posso accontentarmi di poche cose. È il solito stress che ho in vacanza. Mi devo portare poco e finisco che non so mai cosa mettermi.
Ognuno ha le sue manie. Una delle mie è questa.
E stasera devo uscire. Ma vestita così sembro davvero una vecchia. Mi strapperie tutto di dosso, ma proprio non sapevo che scegliere di diverso.  E ieri invece mi sentivo inadeguata coi jeans corti e la maglietta.... mi sembravo aver 10 anni e oggi non meno di 50.

Non vedo l'ora di tornare a casa.
E più  ne ho voglia e più mi sembra tutto irraggiungibile.

Anche perché ormai ho rinunciato alla tv. Ci ho messo una pietra sopra.
Non esiste.
Internet e un pc ormai sono un lusso.
Ma posso anche farne a meno.
Del forno me ne sono fatta una ragione.
Della lavastoviglie ormai posso farne a meno. La tavola decorosamente apparecchiata mi manca, ma posso comunque sopportare.
La doccia... stendiamo un velo pietoso. Ma ora posso sempre andare a casa a farmela.... fa caldo e non ci sono più 10 gradi.
Ma del mio armadio proprio non posso farmene una ragione e la lontananza sta diventando insopportabile.

Commenti

  1. I pantaloni li adoro, il colore delle scarpe pure!!! Cosa c'è che non va???

    RispondiElimina
  2. Non mi stavano bene.... Nell'insieme ero orribile

    RispondiElimina
  3. Come ti capisco! Noi siamo rientrati dalla disperazione (soprattutto mia), anche se qui ora invece degli armadi, molti dei quali ancora non esistono, abbiamo gli scatoloni dentro cui non troviamo mai niente di giusto all'occorrenza... Atapo

    RispondiElimina
  4. Non voglio immaginare il casino che ci sarà al ritorno visto che non comprerò i mobili almeno fino al 2016!

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Una visita a Torino

Paola Calvetti, Gli Innocenti

Manchester... e il prossimo?