Passa ai contenuti principali

La nuova scuola

Stamattina mi sono presentata alla nuova scuola. L’istituto tecnico più grande della città, in una zona residenziale, proprio dove abita la mia mamma, giusto 10 minuti a piedi da casa sua, a 20 minuti di autobus dalla mia. Non lavorerò più in centro, non vedrò più il mare dalle finestre. Adoravo queste cose l’anno scorso, però quanto ho sofferto! Questa scuola è dislocata, le finestre danno su un parcheggio, si vedono container, autostrada e porto mercantile. Quando si esce non c’e Un negozio e nemmeno un bar. Però qui avrò 18 ore in classe. Sono finalmente uscita dal potenziamento. Oggi ne ho avuto la conferma. Torno ad essere una professoressa a pieno titolo con classi, studenti, un programma da svolgere, saggi da preparare e interrogazioni. Quando ci penso mi viene da piangere. Mi scendono le lacrime al pensiero di usare una Lim, di ricercare immagini, di fare ppt.
Nei prossimi giorni inizierò a guardarmi il programma svolto e farmi un’idea, soprattutto per i grafici.
Speravo di uscire dalla gabbia del potenziamento, ma non credevo di riuscirci così facilmente, credevo di rimanere imprigionata in quel abominio per tutta la vita, credevo che non sarebbe stato più possibile per me tornare in classe. Ho passato tre anni devastanti. Stavo perdendo me stessa. Per fortuna che ho avuto la forza di cambiare strada prima di perdermi definitivamente.

Commenti

Post popolari in questo blog

Piccoli attimi di felicità

Spesso quando spiego in classe mi lascio prendere dalla passione. Spiego opere che mi piacciono e mi lascio trasportare da evidente passione. In questi mesi ho Pian piano scoperto che questa passione è passata ai miei studenti e anche loro credono davvero che quello che ,ostro loro sia bello e soprattutto sia necessario essere visto.  Oggi mi hanno dato prova di credere in ciò che dici, di essersi affidati a me totalmente per apprendere.... non vi nascondo che per me é un’emozione nuova. Sono sempre stata contestata,  messa in discussione e d è la prima volta che mi sento approvata Totalmente. Forse anche perché è la prima volta che credo in me stessa e nelle mie capacità e nel mio sapere. Fino ad oggi mi sono sempre sottovalutata io stessa, mentre ora credo moltissimo nelle mie capacità grazie alle mie colleghe Maura ed Enrica che nei tre anni scorsi mi hanno insegnato tantissimo e fatto crescere professionalmente più dell’univer E della SSIS. Forse per formare gli insegnati bisogne…

Una Gradita sorpresa

Questa settimana ho fatto il test di inglese per il corso e mi sono trovata con grandissima sorpresa e in modo del tutto inaspettato al livello C1, esattamente il livello a cui ambivo di arrivare in due anni di studio! Invece ci sono arrivata da sola e inconsapevolmente!
Non so come descrivere la mia gioia, anche se sono arrivata da un livello così alto, frequenterò il corso B2, anche perchè diverse cose le ho "tirate ad orecchio", non perchè le sapevo, ma giusto perchè secondo me si diceva così. Quindi preferisco passare un anno al corso inferiore e studiare bene la grammatica e sentirmi sicura.
Come sono arrivata al C1? Ma con Meredith Grey! Devo dire grazie alla tv se sono migliorata così tanto da sola, se sono arrivata così tanto avanti! Un pò di consapevolezza l'avevo maturata, lo ammetto... soprattutto ascoltando la musica mi ero accorta che capivo quel che dicevano al primo ascolto e infatti la musica inglese aveva perso i suo fascino, da qualche estate preferisc…

Il bisogno di fermarsi

Sento impellente il bisogni di fermarmi. Il bisogno di solitudine. Da troppo tempo siamo in continuo movimento, sempre affaccendati in cose, sempre alla ricerca di cose da fare e mi sento ormai esasperata da continui discorsi  cose da fare. Ho bisogno di fermarmi. Darmi pace e ritrovare il mio equilibrio prima del periodo più brutto dell'anno: il Natale. Che PAlle, odio il Natale, gli addobbi, i regali e tutto quello che ne consegue. Potessi addormentarmi l'8 dicembre e risvegliarmi il6 gennaio sarei davvero felice.
Odio coloro che già adesso iniziano a fare l'albero e quelli che iniziano il countdown ad Agosto. Ma che problemi hanno? Cosa ci sarà mai di bello nel Natale dove bisogna stare insieme per forza, condividere regali che devi trovare per forza e che non hai il piacere di fare e di ricevere? Per me sotto l'albero ci sono sempre state grandi delusioni, cose fatte per forza, mai una gioia. Nessuno si è mai sforzato di chiedermi cosa volessi per davvero, ma solo…

Glamping

Era diverso tempo che volevo fare l'esperienza del Glamping, ovvero una via di mezzo fra campeggio e hotel e ne siamo rimasti pienamente soddisfatti. La tenda che ho prenotato all'Orlando Camping Resort era molto grande, più di 30 metri quadrati: aveva un bagno, la cucina, la sala da pranzo e ben 5 posti letto e ovviamente l'immancabile veranda con tavolo e sedie. La tenda era veramente confortevole, anche se bisogna ricordarsi che in tenda la sera e la notte fa molto freddo. In questa calda estate il freddo ci ha colti impreparati, avevo portato qualcosa di pesante ma non è bastato. Il campeggio era molto bello e soprattutto molto pulito, così pulito che avremmo potuto usare le docce comuni piuttosto che quella della nostra tenda, più ampie, belle e soprattutto pulitissime. Il bello del Glamping erano le piscine, ben 4. Una grande altra 220 cm, una idromassaggio e due più basse per bambini. Una di queste era dotata di scivolo, inutile dire che lo scivolo è stata la cosa più b…

Le colline del Chianti

Mi sono trovata a fare una vacanza nel Chianti per caso. Quello che mi interessava principalmente era la struttura, il prezzo e solo per ultima la location. Eppure nonostante questo sono stata molto contenta di aver prenotato su queste colline perché il paesaggio è davvero bellissimo. La campagna è straordinariamente curata e la misura e l'ordine regnano sovrani. Contemplare un paesaggio così perfetto rilassa più di quanto possiate immaginare. Certo la contemplazione del paesaggio non riempie una vacanza di 7 giorni, ma nei dintorni ci sono molti paesini ricchi di storia e cultura da visitare. Per chi è appassionato di vino invece si apre un mondo! La zona è piena di Winery, ovvero aziende vinicole, che offrono tour e degustazioni. Noi abbiamo provato una sola volta, e mi è bastato. Certo io non sono per niente una bevitrice di vino, sono una tipa da birra e per me i vini sono esattamente tutti uguali. Però è stato interessante visitare un'azienda e sentire parlare con competenza…

10 anni

E oggi sono 10 candeline sulla tua torta, quella fatta a posta per te da tua sorella. Mi sembra ieri quando l’ostetrica non trovava la vena per l’ago chirurgico e io ero arrivata in ritardo ed ero la prima a dover entrare in sala operatoria, invece sono passati 10 anni. 10 anni in cui hai reso la nostra vita migliore, perché eri il tassello che mancava alla nostra completa felicità. Tu che sei così splendidamente fiera, sicura e brava. Tu che mi riempi di orgoglio e soddisfazione. Tu sarai sempre la mia bambina piccola anche se sei indubbiamente diventata grande.

Attraverso i loro occhi

Alcuni di loro non li ho mai dimenticati. Li sento sempre vicini, ho matenuto i contatti attraverso facebook e attraverso instagram.
Li ho visti laurearsi, sposarsi e avere bambini. li ho visti diventare grandi e persino provare a diventare miei colleghi, del resto con i primi ci passiamo giusto 10 anni.
Ho visto nascere un sacco di amori fra i banchi di scuola, e da uno di questi amori, ormai diventato maturo, aspettiamo con ansia la nascita di un bel maschietto fra qualche giorno. Ogni anno ho un nuovo "nipotino" che nonostante tutto mi rende felice. Ora spetto lui, guardo le foto del magnifico viaggio di nozze di un'altra e le foto della laurea di altri di loro che si sono impegnati e ora stanno concludendo i loro studi. Di qualche altro seguo con fierezza la carriera professionale, magari spendendo una parola di conforto nei momenti difficili. Mi piace esserci ancora anche se non sono più la loro prof.

E ora che sono tornata ad essere prof e ho alunni tutti miei son…

Certaldo

Se fai una vacanza in Toscana hai l'imbarazzo della scelta sui luoghi da visitare, devi fare sempre una scelta fra uno dei tanti paesi, non riesci a visitarli comunque tutti. Ho scelto Certaldo perchè è il paese NAtale di Giovanni Boccaccio e in questo 2020 un pellegrinaggio nei luoghi del Decameron ci stava. Inutile dirvi che l'abbiamo trovata deserta e abbiamo potuto visitarla in tutta tranquillità. Oltre alla casa del Boccaccio e alla chiesa di Sant'Agostino dov'è la sua tomba siamo andati a Visitare il palazzo Pretorio da cui si gode un bellissimo panorama. Abbiamo lasciato la macchina in basso e siamo andati alla parte alta di Certaldo con una funicolare, certamente con il caldo di luglio non era possibile fare altrimenti. Inutile dire che mi è venuta una gran voglia di rileggere il Decameron.

bacio alla Finestra, Munch

“Il bacio con la finestra” è un dipinto di Munch del 1892 conservato al National Museet for kunst di Oslo. Una coppia di amanti clandestini si baciano vicino a una finestra, nascosti al mondo esterno da una tenda. Al di fuori, pochi passanti e qualche vetrina illuminata. La pittura è carica di tinte macabre e realizzata con pennellate spesse. Le tinte fredde richiamano le atmosfere nordiche. Il dipinto fa parte di un gruppo di opere sul tema del ciclo della vita, della morte e dell’amore.

Il Toro di Picasso

Da questo disegno è nata la mia passione per Picasso. Una mia collega me lo ha fatto notare almeno 2 anni fa ad una mostra a Pisa e mi ha fatto riflettere molto. Questo è sicuramente il mio punto di partenza nell'innamoramento fra me e Picasso, fra me e l'arte del 900.