La mia dieta

Ieri ho cominciato, finalmente, la dieta.  Sono scettica.
Due mesi fa avevo deciso di farla. Volevo comprarmi i beveroni herbalife che su prof Mat hanno dato risultati apprezzabili ma dopo un consulto con marito ho deciso per rivolgermi al dietologo dove ero già stata nel 2004 con scarsi risultati. Credevo che fosse la soluzione esatta visto che a 9 anni di distanza ho qualche acciacco e seri problemi con la glicemia dopo Rachele. Quindi immaginavo chr un medico sarebbe stata la scelta giusta per perdere peso e dare una svolta alla vita.

Io non sono buona a decidere e come ogni volta ho preso una decisione sbagliata. Se avessi preso i beveroni 2 mesi fa adesso peserei quei 5 kg di meno che mi interessano senza troppi problemi. Invece ora peso un paio di kg in più e ho un quintale di nervoso in più. Dal giorno della visita sono intrattabile per quanto uscito dalla bocca del dottore che infondo mi ha offesa. Li per li pensavo che mi aveva solo detto la verità e si sa la verità fa male. Invece poi pensandoci e parlando con prof Mat ho scoperto che non è verità ma solo il solito pensiero maschilista. Quindi ho iniziato la dieta lo stesso, ho speso una cifra enorme per visita e medicinali omeopatici e me ne pento. Provo due mesi, e poi se veramente al 15 di luglio ho perso 12 kg avrà avuto ragione lui. Comunque essere grassi significa essere poveri perché essere magri comporta avere un sacco di soldi.
Poi diciamocelo cone faccio a perdere 12 kg se mangio così tanto? Ieri mi sono ficcata la roba in gola, di solito mangio la metà.
Di nervoso ne avevo già di mio.... non so perché me ne sono aggiunto altro gratuito.

Commenti

  1. Devi fidarti di più di te stessa, segui l'istinto che ti sta dicendo che così non va bene, che questo medico non fa per te. Prova se vuoi, ma con la consapevolezza che devi essere prima di tutto serena.
    Comunque con la scusa che dicono la verità, molte persone sono solo maleducate, un dottore poi e' una vergogna!!!!

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Felicità

Benvenuti a casa mia

It's a hard life