Shopping Sì, shopping no

In questo periodo di solito rinnovo il mio guardaroba con qualche pezzo nuovo. Giusto uno o due e poi aspetto i saldi. Di solito compro qualche giornale e ne traggo ispirazione e poi mi do allo shopping. Quest'anno non ho ancora deciso cosa comprare, specialmente se poi sui giornali trovo foto come queste. Senza offendere nessuno, sia chiaro, io questi 4 modelli non li indosserei mai e poi mai.
Il n. 1 è indecente. Passi il completo Chanel,  quello che proprio non si può vedere sono il cappello e le scarpe in tinta. Spero che qualcuna mi uccida prima che mi venga in mente di indossare scarpe del genere in tinta con un tailleur.
Gli anni 90 mi facevano schifo anche quando li vivevo in prima persona, figuratevi il revival come mi entusiasma... quindi il modello n. 2 proprio non mi va. Odio la vita alta, il maglione dentro ai pantaloni mi fa angoscia, per non dire poi i colori. Veramente pessimi.
E così il modello n.3. Pantaloni ampi e maxi maglia..... staranno decentemente alla modella acciuga ma non a me che acciuga non sono.
E il 4? Un bel maglione spesso infilato dentro ad una gonna? No, non fa per me. Ho sempre odiato e provato vergogna quando la nonna mi metteva le cose dentro ai pantaloni, figuratevi se lo faccio di mia iniziativa.

Beh quest'autunno non sarò fashion. Sarò terribilmente fuori moda. E aspetterò che gli anni 90 ripassino ancora una volta lasciando il posto al prossimo revival sperando nella vita bassa ovviamente. Quella alta proprio non la sopporto.
Tempo fa mi sono chiesta perché avevo vestiti così indecenti quando ero piccola... purtroppo c'era solo quello da mettere e nei negozi da comprare.

Commenti

  1. Negli outfit che si vedono in giro spesso e' l'abbinamento che non va ma magari singoli pezzi possono andar bene per le tue esigenze.

    RispondiElimina
  2. infatti, sono gli abbinamenti che non mi piacciono proprio! Comunque oggi qualche acquisto l'ho fatto lo stesso!

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Figlia mia non so che libro consigliarti

la quinta elementare

ritrovarsi