Squarciò, Franco Solinas

Ho comprato questo libretto alla mia bancarella qualche mese fa, probabilmente dopo aver sentito nominare Franco Solinas in qualche altro libro, probabilmente quel libro che conteneva quel lungo excursus sulla letteratura sarda che mi annoiò non poco, però mi lasciò questo nome nella memoria. Poco importa come sono arrivata a Franco Solinas, probabilmente fra qualche anno uscirà nell'analisi del testo di qualche maturità come è toccato a Caproni e tutti si chiederanno ma chi è Solinas e io alzerò la mano e dirò ma sì Solinas come fate a non aver letto quell'unico romanzo scritto fra gli anni 50 e gli anni 60 in piena epoca neorealista? Quel Franco Solinas che è più noto come Sceneggiatore che come scrittore?

Squarciò è un bellissiomo romanzo. E' uno di quei romanzi che piacciono a me: neorealista, scarno, corto, privo di orpelli. Veloce. E ahimè anche un po' troppo duro. Orrendamente aperto, perchè proprio non si sa che cosa succede dopo, possiamo solo immaginarlo.

Un'oretta passata in beatitudine, in pieno sollazzo, in pace. Se lo trovate ve lo consiglio vivamente, una perla rara, una di quelle perle che mi piace scoprire,  collezionare e serbare nella mia biblòioteca.

Commenti

Post popolari in questo blog

La leggenda del Santo bevitore

La piccola bottega dei ricordi, Annelise Corbrion

la quinta elementare